Il Panathlon applaude le giovanissime del Fiammamonza

11.06.2009 21:47 di Cristiano Mandelli   Vedi letture

Una pesante quanto onorevole eredità che il  prof Reno Ceraso ha lasciato alla figlia Natalina. Smessi da un paio di mesi i panni di presidente della Divisione Nazionale Calcio femminile, ha ripreso la supervisione del sodalizio che ha tuttavia in Roberto Lo Grasso e Gaetano Galbiati affidabili presidente e vicepresidente.
E proprio con loro ha accompagnato al Panathlon una rappresentanza del prezioso vivaio che, negli anni, ha permesso la vittoria di tre titoli nazionali Primavera e forgiato piedi buoni per la serie A.
Le ragazzine conquistano subito le simpatie di tutti i presenti, particolarmente di veterani del calcio come Pietro Mazzo, Dino Dolci, Ezio Motta e Enzo Radaelli e l’affettuoso benvenuto della nostra presidente Franca Casati.
Eccole, sono Aurora Liuzzi, Jessica Gambino e Rebecca Nuzzo (settore pulcini) con l’allenatrice Alessandra Nencioni; Giulia Brazzarola (esordienti), Gloria Gelosa (capitana delle giovanissime) e Cecilia Re (capitana della Primavera) oltre a Laura Zangari, capitana dell’ASI Monza che è comunque nella grande famiglia Fiammamonza. Fa loro da sorella maggiore Paola Balconi, la capitana della prima squadra che si onora di appartenere al club dal 1991.
La continuità, la fedeltà ai colori sociali, sono pilastri della linea societaria che da 14 anni organizza il torneo “Fiammamonza Ieri Oggi Domani” durante il quale le più festeggiate e ammirate sono le veterane che, magari ormai già mamme da tempo, rimettono volentieri calzoncini e scarpette per divertirsi con le più giovani in serie partita di calcio.
Non pochi dei  panathleti presenti si sorprendono della continuità del club, ormai il più “vecchio” sulla scena nazionale. Altrettanta sorpresa è per la rivelazione  che venticinque anni fa disputò un campionato di serie A all’ Arena di Milano. Per riconoscenza quell’anno la squadra cambiò denominazione in Fiamma Ambrosiana e la maglia divenne bianca con la grande croce rossa, come quella adottata ora dall’Inter per il Centenario.
Anche questi dettagli fanno la serietà di un club, tutti ne sono consapevoli e Franca Casati, abbracciando Natalina Ceraso (panathleta da una decina d’anni), la invita a riportare presto la sua esperienza nel nostro club.

 

Panathlon 10-06-2009