Berretti: terzo ko di fila per Zenoni nel galà milanese

09.12.2018 20:00 di Antonio Sorrentino  articolo letto 264 volte
Berretti: terzo ko di fila per Zenoni nel galà milanese

Inter-Monza 2-0 (2-0)

Marcatori: 5' Mancuso (I) 27' Confalonieri (I)

Inter: Tintori, Vaghi, Burgio (46' Cristiano), Mancuso, Mitrea, D'Amico, Giannelli (66' Chrysostomou), Krasniqi (81' Rossi), Sami (66' Attys), Confalonieri (86' Vezzoni) All. Corti (Cirenei, Ballabio, Bassi, Feltrin, Barazzetta, Zupperdoni)

Monza: Nocco, Ippolito, Sassi (46' Colombo), Cerrina (75' Rapisarda), Morganti, Andreoli, Otelè (71' Bertocchi), Mari (46' Brioschi), Corti, Beu (46' Riminucci), Belingheri All. Zenoni (Di Mango, Ferro, Brioschi, Rudi, Tumino, Morlandi, Riminucci, Colombo, Rapisarda, Bertocchi)

Arbitro: Sig. Pelaia di Pavia (Martucci-Pasquazzo)

Ammoniti: Vaghi, Giannelli (I) Ippolito, Cerrina, Belingheri (M)

Gara di lusso per i ragazzi di Zenoni, che devono destare una migliore impressione mentale rispetto all'altra domenica, allorché sul terreno di gioco di Zingonia incapparono nelle sei marcature orobiche.

I padroni di casa si sono ripresi nelle ultime gare (espugnando Alessandria prima e Piacenza poi), ma non vantano un bilancio brillante: tre successi, quattro pareggi e tre sconfitte, differenza-reti pari a zero; in Emilia a rete Mitrea, Ballabio, Krasniqi e Vezzoni, dopo lo spavento iniziale (rigore sventato).

Per Zenoni sei cambi rispetto allo scivolone interno contro l'Alessandria: con Cerrina salgono a venticinque i titolari, secondo gettone per il portiere Nocco e il terzino Sassi, dentro infine la mezzale Beu e le punte Corti-Otelè; fuori per infortunio Chilafi e Pascale.

Corti presenta (come il Monza) due 2000, con l'esterno offensivo D'Amico, in orbita Primavera, chiamato a spaccare la gara.

E' una partita poco emozionante: Otelè calcia un destro violento sul primo palo e poi il Monza sparisce come pericolosità per quasi tutto il resto della gara.

L'Inter quasi senza colpo ferire si ritrova avanti nel punteggio: su angolo dalla destra Nocco buca l'uscita e Mancuso a centro area è il più lesto a intervenire, appoggiando in gol.

Il raddoppio che manda negli spogliatoi le squadre è frutto dell'azione di Giannelli sulla destra: Sassi è superato e il lento cross rasoterra è impattato da Confalonieri, con nessuno della difesa pronto a rimediare in area piccola.

Nella migliore, pur se non trascendentale, prestazione della ripresa c'è il buon apporto dei panchinari Brioschi, Colombo e Riminucci, mentre Bertocchi e Rapisarda non riescono a incidere nell'assalto finale: è proprio quando mancano pochi minuti che il Monza crea il maggiore pericolo del pomeriggio, con Corti (tra i migliori assieme a Cerrina) che si accentra dalla destra evitando la marcatura e calcia verso l'incrocio. Buono il riflesso di Tintori.

Salgono così a cinque i turni senza vittorie, periodo in cui si è raccolto il solo punto contro l'Albinoleffe: il quartultimo posto ne è una tangibile conseguenza.

Settimana ventura ultima partita casalinga al Monzello (ospite la Pro Patria), prima che il girone di andata e l'anno solare siano chiusi dalla trasferta di Piacenza contro la sponda rossonera cittadina.

Antonio Sorrentino