C'è l'addio alla TdT: ecco come si evolverà. Uva: 'Società libere di revocare abbonamento a tifosi non graditi'

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 1441 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
C'è l'addio alla TdT: ecco come si evolverà. Uva: 'Società libere di revocare abbonamento a tifosi non graditi'

La tessera del tifoso – ha commentato oggi in conferenza stampa il capo dell'Osservatorio sulle manifestazioni sportive Daniela Stradiotto - evolve e nell'arco di tre anni deve diventare una carta di fidelizzazione quale strumento esclusivamente di marketing per le società. Solo per le partite ad alto rischio potrà essere richiesto il possesso della tessera per entrare negli stadi. Tamburi e megafoni saranno ammessi e seguiranno una disciplina conforme a quella prevista per gli striscioni”.

Con il Protocollo sottoscritto oggi – ha invece sottolineato il Ministro Marco Minniti vogliamo tutelare i tifosi e lo sport, facilitando l'accesso e la partecipazione dei tifosi sani e escludendo i violenti. Con i tifosi si può e si deve dialogare e lavorare, con i violenti deve esserci invece tolleranza zero. Gli obiettivi sono chiari: riportare al centro dell’evento calcistico la passione, il divertimento e la partecipazione attraverso il ritorno delle famiglie allo stadio, il contenimento dei costi sociali e il miglioramento dell’accessibilità e fruibilità degli stadi. Tutto ciò si svilupperà con la facilitazione delle procedure di acquisto dei biglietti e la valorizzazione degli steward e degli SLO (supporter liaison officer)”.

Il direttore generale della FIGC Michele Uva ha infine definito il protocollo d’intesa sugli stadi la “naturale evoluzione di un percorso intrapreso qualche anno fa che si articola su tre aree: l’impiantistica sportiva, l’organizzazione e la fruibilità. Sul ticketing c'è l'evoluzione della tessera del tifoso, con l'acquisto libero dei biglietti delle partite non a rischio e l'acquisto libero dell'abbonamento e l'introduzione del meccanismo del gradimento. Soprattutto, la società sarà libera di revocare l'abbonamento ai tifosi ritenuti non graditi".

Si concretizzano così le indiscrezioni rilanciate già nei giorni scorsi quando si parlava di probabile abolizione della tessera del tifoso. La decisione è stata comunicata dopo la riunione con il ministro dell'Interno, il capo della Polizia, il responsabile dell'Osservatorio sulle manifestazioni sportive e il ministro dello sport. L'anticipazione era stata data dal presidente del Coni Giovanni Malagò al termine della sua audizione alla Commissione antimafia. Secondo quanto riportato dall'edizione online di Repubblica, il primo provvedimento sarà quello di consentire la vendita dei biglietti allo stadio, anche qualche minuto prima dell'inizio della partita. 

Commenta questa notizia sul forum!