#ExMonza - "Ciccio" Artistico in attesa di...

08.04.2015 13:00 di Sandro Coppola Twitter:    Vedi letture
#ExMonza -  "Ciccio" Artistico in attesa di...

Ve lo ricordate Edoardo Artistico biancorosso? Correva l'annata 1992/93, il Monza di Trainini aveva bisogno di un rapace d'area per ottimizzare e concretizzare il sontuoso lavoro di rifinitura sulla trequarti di Anselmo Robbiati; per la verità nel parco attaccanti brianzolo erano già presenti l'esperto Alessio Brogi e il promettente, quanto deludente, Eupremio Carruezzo (che negli anni successivi nella serie C1 trovò l'habitat giusto per andare spesso in doppia cifra), ma non bastava. Ecco allora che, nella sessione di mercato novembrina, arrivò Edoardo Artistico (1969) reduce da poco più di due stagioni positive col Vicenza in C1 (21 reti); il Monza aveva bisogno di gol per raggiungere la salvezza e la punta romana soddisfò da subito le esigenze biancorosse (esordio il 15 novembre a Venezia), segnando gol pesanti (8 reti in 24 partite) con la preziosa assistenza di "Spadino" Robbiati.  -> TUTTO SUGLI EX MONZA -<

Quel Monza arrivò 13°, due punti sopra la zona retrocessione, e "Ciccio" venne riconfermato anche nella stagione 93/94; tuttavia le cose non andarono per il verso giusto, il Monza (privo ormai di Robbiati) retrocesse con Nedo Sonetti (ultimo con soli 23 punti) e l'attaccante mise a segno solo 4 gol. Da qui la partenza verso i lidi adriatici: due anni di Cadetteria tra Pescara e soprattutto Ancona dove, nonostante le sue 20 reti, non evitò la retrocessione in C1 per i dorici nel 1996. Dopo quell'annata disgraziata a livello collettivo arrivarono momenti felici visto che vinse due campionati di B (con Salernitana e Torino) e collezionò 11 presenze e 3 gol in A, tra Perugia e lo stesso Toro; proprio sotto la Mole subì un gravissimo infortunio che lo tenne fuori per 14 mesi, ma al rientro contribuì con qualche realizzazione a riportare i granata di Camolese in massima serie. Edoardo Artistico mosse i primi passi nel Maestrelli, prima di passare nelle giovanili della Lazio a 13 anni e in seguito a titolo definitivo alla Cynthia di Genzano, a 16, mettendosi subito in mostra in D e diventando di proprietà del Vicenza che lo girò poi alla Primavera della Roma. Dopo solo una stagione in giallorosso i veneti lo fecero maturare per due anni in C con Perugia e Frosinone prima di riportarlo alla base; già menzionata l'esperienza brianzola, la carriera di Artistico (ormai 31enne) proseguì a Crotone, brevemente a Napoli (soprannominato "Ciccio Pasticcio" per via del basso rendimento realizzativo), a Pistoia (C1), a Verona e infine con il Latina in C2 nel 2005/2006. Il bomber laziale ha avuto il merito di gonfiare le reti in tutte le categorie dalla A alla D, e ha concluso il suo percorso con un rispettevole score realizzativo in B (78 in 232 match). Attualmente ha voluto staccare dal mondo del calcio per qualche anno, ma ha conseguito il patentino B di allenatore (può allenare fino in D) ed è in attesa di una chiamata per intraprendere il nuovo percorso da mister, sia a livello giovanile che di Prima Squadra. Nel dicembre 2014 ha tenuto uno stage presso la scuola calcio "Primavera" di Salerno per scovare talenti dal '96 al 2004.

Sandro Coppola