#ExMonza – Top&Flop: Ravasi subito decisivo, mentre Palazzo…

06.12.2018 16:00 di Davide Villa  articolo letto 436 volte
Riccardo Ravasi
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Riccardo Ravasi

TOP

Francesco Margiotta (Losanna) Finalmente, dopo un digiuno lungo otto incontri, l’attaccante italiano ha ritrovato la via del gol tornando a buttarla in fondo al sacco contro l’Aarau. La sua euforia per il gol segnato lo ha portato a levarsi la maglia ma il cartellino giallo è stato il minore del mali. Ritrovato.

Ernesto Torregrossa (Brescia) Ancora una grande prestazione per l’attaccante delle Rondinelle che, con una doppietta, ha garantito i tre punti al Brescia. Il nostro ex ha aperto le danze al trentacinquesimo con una zuccata e poi ha poi arricchito il suo bottino personale con un tap-in vincente. La vittoria ha consentito al Brescia di salire in classifica, in quinta posizione, a quota 21 punti, a 5 punti dalla capolista Palermo. Trascinatore.

Caio De Cento (Sudtirol) Secondo risultato utile di fila per il Südtirol che, dopo la vittoria di domenica scorsa a Vicenza, ha conquistato un buon pareggio casalingo contro il Pordenone. Il risultato però ha lasciato un po’ di amaro in bocca visto che i biancorossi erano passati in vantaggio grazie al classico gol dell’ex realizzato proprio da De Cenco. Il centravanti carioca, prendendo il tempo al difensore, è stato abile ad incornare perfettamente mandando la palla a fil di palo. Quarta realizzazione stagionale per lui che, dopo un inizio un po’ sottotono, sta trovando con un certa regolarità la via del gol. Puntuale.

Riccardo Ravasi (Borgosesia) il Borgosesia è ritornato al successo e lo fa grazie al nostro ex appena arrivato dal Seregno. Ravasi è stato decisivo in entrambe le reti: prima ha servito un assist nell’azione del primo gol e poi ha realizzato personalmente la rete del raddoppio. La sua marcatura è giunta nei minuti di recupero quando il nostro ex si è avventato sul pallone dopo un calcio d’angolo. Acquisto azzeccato.

Carlo Emanuele Ferrario (Modena) I canarini hanno vinto il derby contro la Reggiana davanti a circa di 12mila persone sugli spalti. A decidere la sfida non poteva che essere il bomber principe del Modena Carlo Ferrario che, con una zampata al 66', ha  regalato i tre punti alla sua squadra. Micidiale.

 

FLOP

Andrea Padula (Chiasso) Giornata da dimenticare per il Chiasso che è stato travolto dal Servette capolista per 5-1. Davvero una prestazione scialba per il nostro ex che, come la sua squadra, non sta certamente vivendo un buon momento di forma… Travolto.

Mattia Maggioni (Arconatese) Il nostro ex portiere domenica ha difeso la porta dell’Arconatese sul campo del Sestri Levante, partita che ha visto prevalere i padroni di casa per 2-0. Nella rete che ha portato al raddoppio c’è stato un mezzo pasticcio tra un difensore e Maggioni che ha finito per favorire l’intervento dell’attaccante avversario il quale non si è fatto pregare rubando la palla per poi insaccare a porta vuota. Indeciso.

Ettore Mendicino (Monopoli) Contro il Matera l’attaccante si è mosso bene ma ha evidenziato poca concretezza. Il nostro ex ha fallito tante chance che avrebbero potuto spianare la strada ai suoi molto prima. L’errore più clamoroso è stato nella ripresa quando non ha sfruttato un'ottima giocata di un compagno fallendo clamorosamente… Sprecone.

Loris Palazzo (Team Altamura) Contro il Nola seconda sconfitta consecutiva per il club pugliese che ora è uscito anche dalla zona play off. Il nostro ex bomber ha deluso le aspettative non riuscendo mai a creare grattacapi al portiere avversario. Inoffensivo.

Giovanni Terrani (Perugia) L’attaccante è sparito dai radar dopo due campionati nei quali era stato utilizzato con una certa regolarità (48 presenze complessive). Nella stagione in corso ha giocato solamente 24 minuti e sicuramente a gennaio cambierà squadra, tra le pretendenti ci sono anche Triestina e Ascoli. In attesa di rilancio.