#ExMonza – Vi sveliamo che fine ha fatto Zizì Roberts!

 di Davide Villa  articolo letto 828 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
#ExMonza – Vi sveliamo che fine ha fatto Zizì Roberts!

Dopo anni di senza notizie sul suo conto abbiamo scoperto che fine ha fatto il nostro ex attaccante liberiano Kolubah Roberts detto "Zizi", giocatore che viene ancora ricordato con simpatia dai supporter del Monza.

Nella prossima stagione sarà uno degli allenatori delle giovanili dell’Atlanta Silverbacks, infatti il club statunitense ha annunciato che Zizi farà parte dello staff tecnico per la stagione 2017. L’Atlanta Silverbacks è un club statunitense in fase di sviluppo per formare giovani calciatori. Alvin Glay, uno dei manager dei Silverbacks, ha affermato che avere qualcuno come Zizì a disposizione è un'opportunità che pochi club nel loro campionato possono avere, e sono estremamente entusiasti di questa situazione. La squadra attualmente milita nella National Premier Soccer League, una lega calcistica calcistica statunitense che opera come campionato di quarta divisione nazionale. 

Ricordiamo che la sua carriera nel mondo del calcio di Zizì Roberts cominciò in Liberia nelle fila del  Junior Professionals. Il giocatore, ancora minorenne, contribuì a portare il club nella massima serie e poi addirittura alla vittoria del primo scudetto nella storia, meritandosi anche la convocazione Nazionale con la quale esordì nel 1996 contro il Gambia

Il primo impatto dell’attaccante con Italia avvenne col Castel di Sangro in B dove però fu scartato dopo un provino. Nell'estate del '97 però, grazie all' intercessione di George Weah, il Milan lo aggregò al gruppo nel ritiro e nelle amichevoli pre-campionato. La società rossonera lo girò poi in prestito gratuito al Monza, dove trovò mister Gigi Radice. Zizì salì agli onori della cronaca il 14 settembre 1997, in occasione del suo primo gol ufficiale in Italia contro il Venezia. L’attaccante liberiano, che aveva rischiato di non raggiungere lo stadio per colpa del pisolino dopo pranzo, stese la squadra di Novellino con un colpo di testa nel finale su cross dalla sinistra di ModicaZizì poi dedicò il gol ai tifosi del Monza per ringraziarli di averlo accolto con grande calore fin dal primo giorno.
Nelle partite successive, si dimostrò ancora po’ acerbo: "Ha scatto, un forte tiro e due piedi buoni, ma a volte in partita si perde e si lascia andare a qualche ingenuità …”  così lo descriveva mister Bolchi, subentrato a Radice ai primi di ottobre. Zizi a Monza giocò in tutto 27 presenze, di cui la maggior parte da subentrato, diventando un bomber part-time e tutte le reti cinque realizzate le siglò partendo dalla panchina. Al termine de campionato fece ritorno al Milan che lo girò, sempre in prestito, al Ravenna. Qui mister Santarini rovesciò il suo ruolo in campo trasformandolo in un terzino di spinta, ed in quel ruolo si mise subito in mostra sfoderando con grandi prestazioni. La sua stagione però fu contrassegnata da eccellenze e disgrazie in fasi alterne: riuscì a rifilare una splendida rete al Napoli con un sinistro da 30 metri ma poi però le sue prestazioni calarono fino a perdere il posto in squadra. Concluse il campionato collezionando 18 presenze e quella fu la sua ultima esperienza in Italia, nel 1999 passò al Bellinzona in Svizzera mentre l'anno seguente si trasferì in Grecia. L'avventura ellenica di Zizi iniziò nello Ionikos e poi al Panionios, dove concluse il campionato realizzando ben 13 reti che gli valsero il trasferimento all'Olympiakos, neo-campione dei Grecia. Con la casacca biancorossa del club greco esordì anche in Champions League e chiuse la stagione realizzando 5 reti per poi decidere di chiudere l'esperienza in Europa e cimentarsi nella Major League Soccer, con i Colorado Rapids. In meno di un biennio, Roberts segnò nove reti ma fu bersagliato dai continui guai al ginocchio e ripetute operazioni tanto che nel 2004, alla scadenza del contratto, fu costretto a concedersi una lungo periodo per  ristabilirsi fisicamente. I guai fisici non lo abbandonarono e, dopo una breve avventura nel Nord Irlanda col Coalisland Na Fianna, appese gli scarpini al chiodo.

Con la sua nazionale ha preso parte a due edizioni della Coppa d’Africa (1996 e 2002) collezionando in tutto con 31 presenze, segnando 9 gol e vincendo il titolo di  "Calciatore liberiano dell'anno 2003".

Commenta questa notizia sul forum!