Franzini: 'Partita sempre sotto controllo, abbiamo sofferto solo in nove: lì i minuti...'

16.05.2018 12:22 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 446 volte
Arnaldo Franzini
Arnaldo Franzini

Vi proponiamo la conferenza stampa di mister Arnaldo Franzini, tecnico del Piacenza, al termine della vittoria di Monza.

- Mister, è stata una vera battaglia.
"Ci voleva una grande prestazione e lo sapevamo perché quando sei sfavorito, con un risultato solo fuori casa contro una squadra che ha fatto molto bene, è complicato. Ci vogliono quindi personalità, condizione e prestazione: direi che abbiamo fatto tutto questo".

- La condizione è stata ottimale, soprattutto quando il Monza sembrava potesse crescere: è venuto fuori il Piacenza.
"L'unica sofferenza l'abbiamo avuto in nove. La partita è stata sotto controllo, non stavamo rischiando niente, non abbiamo sofferto: le due punte tenevano tutti i palloni che giocavamo in avanti. Poi siamo rimasti in dieci e subito in nove, lì i minuti diventano un'eternità. Peccato perché sull'espulsione di Taugourdeau stavo facendo il cambio e non me l'hanno consentito per il colore di un calzettone. L'arbitro ha fatto ripartire l'azione e l'ha espulso. Ma è stata una grande partita e una squadra che non finisce di stupirmi: di guerrieri e di ragazzi che si sono sacrificati l'uno per l'altro. La squadra ha avuto carattere e personalità e negli ultimi tre mesi ha fatto una serie di risultati incredibili".

- Ci arrivate con una mentalità diversa alla fase nazionale.
"L'anno scorso siamo arrivati col Parma e ci siamo arrivati decimati e stanchi dal punto di vista fisico. Quest'anno ci arriviamo solo decimati e spero solo per una partita. Ce la giocheremo con tutti perché c'è una consapevolezza importante. Ma ora godiamoci per pochi giorni la vittoria, poi pensiamo alla prossima".

- L'espulsione di Della Latta?
"Se non cresce su queste cose diventa dura per lui. Fa partite di grandissimo livello, fisico e mentale, poi le rovina così. E' ancora giovane ma neanche troppo: deve capire alla svelta"