Grande weekend di waterpolo alla Pia Grande: si vince anche imparando il massaggio cardiaco

Due intense giornate di pallanuoto a Monza con una doppia sfida: in acqua e contro la morte improvvisa per arresto cardiaco.

06.01.2018 07:00 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 137 volte
Grande weekend di waterpolo alla Pia Grande: si vince anche imparando il massaggio cardiaco

Oltre 100 giovani atleti categoria U15 di otto squadre provenienti da Lombardia e Veneto sono dalla mattina di sabato nella vasca della Piscina “Pia Grande” per la nona edizione del Torneo “Città di Monza”, da cinque anni dedicato alla memoria di Alessio Terraneo, il pallanuotista del Nuoto Club Monza mancato a 26 anni nel 2013 per un improvviso scompenso cardiaco non diagnosticabile. 

Durante la manifestazione atleti, genitori e pubblico potranno seguire i workshop dedicati alla rianimazione cardiaca curati dai medici specialisti e volontari di Brianza 3.0 e conoscere le attività dell’associazione Un amico in Te - promossa dai genitori, dagli amici e dai compagni di squadra di Alessio-  impegnata, tra i vari fronti, sulla prevenzione cardiovascolare e la formazione all’utilizzo dei defibrillatori. 

L’evento è patrocinato dal Comune di Monza

Le squadre partecipanti e il torneo 

Nuoto Club Monza Squadra 1, Nuoto Club Monza Squadra 2, Sport Management, PN Bergamo. Onda Blu Dalmine, Pallanuoto Treviglio, Varese ON, Vicenza Libertas.

La formula del torneo. Sabato: 2 gironi a 4 squadre di sola andata, tutti contro tutti. Domenica: Le prime due classificate dei due gironi si affronteranno per le semifinali e le finali. Le altre combatteranno per le piazze dal 5° all’8°.

Al miglior giocatore del torneo verrà assegnata la Coppa intitolata a Renato Vistola, indimenticabile animatore del Nuoto Club Monza scomparso pochi mesi fa. 

 

Alessio, il ricordo del capitano Matteo Dilernia

Le parole del capitano del Nuoto Club Monza: “Ale aveva tutte le caratteristiche fisiche e caratteriali per spaccare il mondo. Aveva una grandissima voglia di vivere e non perdeva istante per trasmettere a tutti questo suo senso di positività e di gioia di vivere”. 

Dalla morte del compagno di squadra, i pallanuotisti monzesi affrontano gli avversari con il nome di Alessio tatuato sul cuore.