I risultati dell'8^: c'è una nuova capolista. Prima gioia Alessandria, la Giana risale la china

 di Antonio Sorrentino  articolo letto 659 volte
 I risultati dell'8^: c'è una nuova capolista. Prima gioia Alessandria, la Giana risale la china

I risultati dell'8^

Gavorrano-Arzachena 1-4 (giocata ieri)

Alessandria-Prato 1-0

Lucchese-Pisa 1-1

Viterbese-Monza 0-1

Giana-Pistoiese 3-0

Olbia-Siena 1-2

Pontedera-Piacenza 3-0

Pro Piacenza-Cuneo 1-1

Livorno-Arezzo 1-1 (in serata)

riposa Carrarese

ecco la classifica

 

La presentazione dell'8^

Subito in campo e quattro squadre ripetono la collocazione: Arzachena e Pistoiese di nuovo ospiti, Olbia e Viterbese ancora padrone di casa.

Come domenica i galluresi, che tornano in Toscana dopo il ko all'Arena Garibaldi, incrociano una pari grado, essendo il Gavorrano promosso dalla D: quest'ultimo è ancora alla ricerca del primo punto (si gioca sabato); Albè ha ritrovato solidità e grinta, per cui il ritorno al Comunale potrebbe portare la prima gioia interna, dopo i brillanti quattro punti racimolati tra Viterbo e Siena; il Nespoli ribollirà della passione bianca, essendo i ragazzi di Mereu sempre nei quartieri nobili (-2 dalla vetta), di fatto accanto alla formazione senese che rimane solida (imbattuta e forte di tre soli gol incassati), ma che per la seconda volta di fila è incappata nelle reti bianche al Franchi; al solito laziali dirompenti, anche se la vittoria (hanno vinto più match di tutti, assieme al Livorno) striminzita sul Pro Piacenza trova pari meriti nella produzione offensiva (ancora migliore attacco) e nella parata di Iannarilli sul rigore di Aspas. Per la fase difensiva di Zaffaroni, che sinora ha retto bene contro le favorite Alessandria, Carrarese, Piacenza e Pisa, prova di maturità.

Torna all'agonismo il Livorno, che durante la sosta (che tocca alla Carrarese, prima a segnare una cinquina: Biasci, Piscopo, Vassallo, doppio Coralli) ha mantenuto il primato: è derby tra amaranto, con gli ospiti cui Pavanel ha regalato il secondo successo di fila. Nella passata stagione l'Arezzo in nove strappò un pareggio al Picchi: lo storico è altrettanto equilibrato.

Pure al Porta Elisa toscane protagoniste: i rossoneri hanno espugnato Cuneo dopo essere stati corsari in terra aretina e paiono aver trovato il filo del gioco, in attesa delle migliori condizioni di elementi esperti quali Fanucchi e Nolè, mentre Gautieri, sempre senza punteggi roboanti (la giocata di Giannone ha regolato l'Arzachena poi rimasta in inferiorità numerica), è piombato sul gruppetto al vertice. Poker di vittorie servito, condito dall'imbattibilità di Petkovic.

Le emiliane hanno impegni alla loro portata: lupi (reduci anch'essi da quattro successi di fila, ultimo dei quali finalmente ampio) ricevuti dai granata e Pea che sfida le aquile delle Langhe, che tra le mura amiche continuano a collezionare delusioni. L'artigiano di Casalpusterlengo peraltro non centra i tre punti dal debutto.

Il programma è completato dalla gara tra grigi e lanieri: piemontesi ancora a bocca asciutta, toscani che hanno subito il doppio dei gol realizzati.

Cercheranno dunque il filotto settimanale Arezzo, Piacenza, Pisa e Viterbese: a caccia invece di tre risultati utili Olbia, Pistoiese e Siena, mentre è evitare il cappotto obiettivo di Gavorrano, Pontedera, Prato e Pro Piacenza. Quelle che il Monza deve sempre tenere a mente di doversi lasciare alle spalle: quelle che non ha ancora incontrato.

Antonio Sorrentino

Commenta questa notizia sul forum!