Il 2017 in pillole (parte 1): dal campionato stravinto al primo scudetto nella storia biancorossa

 di Giulio Artesani Twitter:   articolo letto 447 volte
Il 2017 in pillole (parte 1): dal campionato stravinto al primo scudetto nella storia biancorossa

Si chiude un 2017 memorabile per il Monza. Finalmente ritorna la vittoria in un campionato, anche se in serie D, che permette ai biancorossi di fare ritorno, dopo due anni, nel campionato professionistico. E poi c'è la ciliegina sulla torta: a Fermo il Monza si laurea campione d’Italia categoria dilettanti: è il primo scudetto conquistato nella storia ultracentenaria della società nostrana. Ecco il racconto, mese per mese, delle vicende che ci hanno accompagnato nell'anno della rinascita biancorossa.

GENNAIO

L’anno nuovo inizia con un Monza da record che al giro di boa del campionato vanta 5 punti di vantaggio sulla seconda; 44 punti, come i gol segnati e solo 7 subìti: miglior attacco e difesa dei campionati dalla serie A alla D! Impressionante il ruolino di marcia esterno: 9 vittorie in altrettante trasferte con 29 gol realizzati! Amichevole di lusso a Torino: davanti a 11mila spettatori Toro-Monza 1-0 con i biancorossi che tengono bene il campo. Monza-Lecco 2-0, salgono a 7 i punti di vantaggio sulla seconda. Darfo-Boario-Monza 0-0, si ferma a 9 il record di vittorie consecutive in trasferta. Virtus Bolzano-Monza 0-1. Big-match con la pro Patria. Il Monza non brilla, ma vince con merito 2-0 ed è sempre più primo, con 10 punti di vantaggio sulle seconde a 13 partite dal termine.

FEBBRAIO

Monza-Grumellese 1-0, il gol decisivo giunge in zona-Cesarini. Pontisola-Monza 0-0, il vantaggio della capolista ora è di 8 punti su Pergolettese e Po Patria, seguono Ciliverghe e Virtus Bergamo, poi il vuoto. Monza-Levico Terme 3-1,la porta di Battaiola viene violata dopo 6 partite.; il vantaggio sulla seconda torna a +10 a 10 giornate dal termine. Cavenago Fanfulla-Monza ­­1-2, Palazzo e D’Errico si confermano decisivi sotto rete. E’ un Monza da record: nessuna squadra ha il suo ruolino di marcia in tutta la serie D.

MARZO

Monza-Olginatese 3-0. All’ultima sosta di campionato il vantaggio sulla Pergolettese, che pare l’unica fra le inseguitici a mantenere il passo, si conferma a 10 punti. Zaffaroni non guarda alla classifica e predica concentrazione. Scanzorosciate-Monza 1-2, la concomitante sconfitta dell’inseguitrice fa sì che ora i punti di vantaggio sono 13. Il pres. Colombo: “La serie B? Ci piacerebbe, ma anche la Lega Pro è già un bel palcoscenico. Non prenderemo giocatori fuori dal nostro budget. Questo gruppo ha già valori importanti. E Zaffa è il nostro valore aggiunto”. Monza-Caravaggio 1-1, Ferrario al 94’ acciuffa il pareggio.

APRILE

Virtus Bergamo-Monza 1-1, il Ciliverghe batte la Pergolettese, ora è a -9 e rimane l’unico ostacolo fra il Monza e la vittoria del campionato. Monza-Ciliverghe 1-1, lo scontro diretto al vertice a quattro partite termina in parità. Ciserano-Monza 0-3, ora la promozione è ad un passo, anzi… a un punto! Il punto arriva in Monza-Seregno 2-2: si ritorna fra i professionisti! E si torna a vincere un campionato dopo 20 anni… In 2.000 al Brianteo festeggiano la promozione. Il presidente Nicola Colombo si sbilancia: “Vogliamo la B entro tre anni”. Pergolettese - Monza 1-2 si continua a vincere anche con la promozione già in tasca.

MAGGIO

Monza-Dro 0-1 ultima di campionato, il Monza schiera un po’ di seconde linee, perde la sua seconda partita in campionato e l’imbattibilità che durava da 21 turni; i trentini del Dro vincendo festeggiano la salvezza. Nella prima partita della poule scudetto il Monza espugna Cuneo 2-0: una vittoria pesante in chiave qualificazione alle finali di Fermo, che arriva puntuale grazie alla vittoria per 3-1 contro il Mestre, con Battaiola protagonista: il portiere para due rigori. Monza, Ravenna, Bisceglie e Sicula Leonzio compongono pertanto il poker da cui uscirà la regina della Serie D 2016-2017. In semifinale il Monza supera per 1-0 la Sicula Leonzio e vola in finale, chr disputerà contro il Ravenna.

GIUGNO

A Fermo il Monza batte il Ravenna 2-1 (con tre traverse colpite) e si laurea campione d’Italia categoria dilettanti: è il primo scudetto nella storia della società monzese. Ecco la storica formazione (4-4-2): Battaiola; Adorni, Caverzasi, Riva, Origlio; Gasparri, Palesi, Guidetti, D'Errico (89' Calviello); Ferrario (81' Palazzo), Santonocito (66' Barzotti). (Confortini, Costa, Guanziroli, Roveda, Stronati, Cazzaniga). All. Zaffaroni. Assente il difensore Ruffini per infortunio. Marcatori: 29' Selleri su rig. (R), 48' D'Errico (M), 62' Gasparri (M). Circolano i primi nomi per la campagna acquisti. Ruffini e Ferrario trovano l’accordo con formazioni in serie D.

Giulio Artesani