L'analisi - Un Monza aggressivo e col giusto approccio rende facile la sfida col Rimini e ottiene i playoff matematici

16.04.2019 09:30 di Sandro Coppola Twitter:    Vedi letture
L'analisi - Un Monza aggressivo e col giusto approccio rende facile la sfida col Rimini e ottiene i playoff matematici

Vittoria larga per il Monza contro il fanalino di coda Rimini nella 35^ giornata di campionato, secondo successo con tre gol di scarto della stagione dopo il 3-0 alla Giana dell'andata. Grazie all'affermazione coi romagnoli, i brianzoli staccano il pass per i playoff con tre giornate d'anticipo. Sono ora 43 i punti in 27 gare nell'era Brocchi con sole tre sconfitte nelle ultime ventuno partite. Nel 2019 15 reti subìte in 20 match di tutte le competizioni, mentre sono 27 le reti realizzate. Sesto clean sheet per il portiere Enrico Guarna nell'anno corrente, mentre i riminesi augustei si confermano squadra allergica alla trasferta con soli 7 punti conquistati in 18 incontri disputati lontano dalle mura amiche.

Monza che parte subito aggressivo e con convinzione nel tentativo di sbloccarla rapidamente e di metterla sui binari giusti nel più breve tempo possibile. Brocchi schiera contemporaneamente Brighenti, Ceccarelli (MvP del match) e Reginaldo, con una mediana a tre più solida e difensiva nel complesso (Armellino, Galli e Palazzi). L'imprinting del match è a completo appannaggio del 1912 che passa dopo sette minuti su angolo disegnato perfettamente da un positivo Lepore e Marconi che incorna indisturbato (non sarà l'unica volta nei 90 minuti). I brianzoli sono attenti e ben efficaci sulle seconde palle ed elargiscono costante pressione nella metà campo avversaria. I romagnoli (classico 4-4-2 per Petrone) subiscono costantemente la propulsione dalla destra dei padroni di casa, con i dirimpettai Petti e l'ex Candido notevolmente sollecitati) e a metà tempo si ritrovano in dieci per il rosso per doppio giallo al mediano macedone Alimi che atterra Reginaldo in zolla di campo interlocutoria. La percentuale di salita per gli ospiti si eleva ulteriormente dopo la mezzora quando Ceccarelli dalla distanza batte Scotti con una conclusione che impatta il palo interno prima di gonfiare la rete. I Bagaj hanno il controllo di tutti i reparti e dell'iniziativa e potrebbero anche triplicare col Puma che, dopo una pregevole giocata di smarcamento, coglie in pieno la traversa.

Per rivivere il live: (clicca qui)

Nella ripresa Petrone irrobustice la mediana inserendo Palma e Badje per l'esterno Candido e l'attaccante Piccioni. I ritmi calano, i monzesi gestiscono senza alcun patema il doppio vantaggio e l'uomo in più, collezionando ulteriori corner. Dopo il quarto d'ora giunge il secondo gol consecutivo dello "Squalo" Brighenti che di testa concretizza un cross del laziale Ceccarelli, sempre più decisivo nell'economia dell'incontro. Il prosieguo ha poco da chiedere, mister Brocchi da metà seconda frazione regala minutaggio a Tentardini (per dare respiro allo stakanovista Anastasio), Lora, Chiricò, De Santis e il recuperato Marchi.

Per rileggere le pagelle: (clicca qui)

Una vittoria indiscutibilmente meritata per il Monza che l'ha resa immediatamente facile approcciando positivamente al matchup, con persuasione e temperamento. Si è lottato su tutti i palloni sin da subito è si palesata la voglia di sbloccare le ostilità in fretta, l'eleven ha concesso il nulla in fase difensiva e ha fraseggiato favorevolmente in transizione positiva, con le giuste distanze e idonee tempistiche di scarico sfera. Tre punti che spingono il Monza in sesta piazza avvicinando il Sudtirol, dopo il posticipo Imolese-Feralpi; vincere aiuta a vincere, nonostante l'avversario non fosse dei più pericolosi e quindi non ideale cartina di tornasole. Un'affermazione utile al morale in avvicinamento alla finale di Coppa e allo sprint di campionato; in tal senso sarà fondamentale gestire al meglio il discorso fisico-nervoso, oltre che di minutaggio degli interpreti, per ciò che concerne il lungo roster a disposizione. 

Per le immagini salienti del match: (clicca qui)

Sandro Coppola