Lega Pro, Criscitiello boccia la final four: 'Ecco come bisogna cambiare'

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 818 volte
Michele Criscitiello
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Michele Criscitiello

Il direttore di Tmw, Michele Criscitiello , ha scritto una riflessione sulle final four di serie C:  'Provare qualcosa di nuovo è sempre stimolante ed è giusto provare. Solo vedendo il risultato finale possiamo capire se l'esperimento sia andato a buon fine oppure no. In questo caso la nuova formula, lo diciamo senza polemica ma con spirito critico, non ci è piaciuta. Onore a Gravina e Ghirelli che hanno provato un qualcosa di nuovo ma, in futuro, meglio cambiare. Così come hanno fatto bene a tornare al vecchio nome: serie C! La Lega Pro sembra un altro sport. Il significato dei play off è importante e se lo raggiungono 20 società perde il fascino della sfida spareggi. Troppo lunghi e noiosi. Anche il vino si può allungare con l'acqua ma poi dobbiamo essere consapevoli che il gusto è completamente diverso. La parte peggiore, però, sono state le final four. Giocare in uno stadio di 30.000 posti e avere due terzi dello stadio vuoto è un peccato e un danno di immagine. Siamo passati dal calore e dai pienoni di Pisa e Foggia, ad una mezza curva piena dell'Alessandria e una curva quasi piena del Parma. Complimenti ad entrambe le tifoserie, giunte in massa, ma capite che geograficamente raggiungere Firenze non era il massimo. Figuriamoci in settimana per le semifinali. Se ci fosse stata una finale Pordeone-Catania sarebbe stata da mani nei capelli. E non è detto che il prossimo anno non ci sia. In semifinale accendevi la tv e vedevi i vuoti sugli spalti, su tre partite una l'abbiamo saltata, la finale l'abbiamo giocata davanti a 9.000 spettatori in uno stadio da 35.000 posti, con un caldo asfissiante alle ore 18.00. Complimenti alla Lega di serie C per l'esperimento. Ci hanno provato ma non è riuscito. Adesso, al prossimo anno, torniamo alle vecchie e buone abitudini portando le finali nelle città che si sono meritate quelle partite e non penalizziamo ulteriormente i tifosi con due viaggi, in tre giorni, di centinaia e centinaia di chilometri. In caso di finale, il tifoso del Pordenone avrebbe dovuto fare Pordenone-Firenze, Firenze-Pordenone, Pordenone-Firenze e Firenze-Pordenone in 3 giorni. Champagne. Ci vuole il fisico ma anche i soldi. Vogliamo fare il campo neutro perché è più figo? Bene, scegliamolo dopo aver saputo le finaliste. Parma-Alessandria? Giochiamola a Genova o a Bergamo. Non a Firenze perché è la sede istituzionale della Lega'.

Commenta questa notizia sul forum!