Serie C, girone A: rinviata una partita

 di Antonio Sorrentino  articolo letto 1791 volte
Serie C, girone A: rinviata una partita

Ultim'ora: rinviata per maltempo la partita tra Livorno e Lucchese. 

La presentazione della 3^

Il secondo turno è passato agli archivi con tre formazioni a punteggio pieno (Carrarese-Olbia-Viterbese, raggiungibili dalla Pistoiese) e tre a quota zero (Gavorrano-Giana- Piacenza, il Gavorrano peraltro vi rimarrà, riposando): perciò per cinque squadre la terza di campionato può rappresentare una rampa di lancio ulteriore, o il primo snodo caldo; il calendario vuole altresì che quattro queste cinque squadre si sfidino, a Viterbo e Olbia.

Al Cucchi è ospite, per la prima volta beneficiata da una giocata di Tavano, la Carrarese: sfiderà l'unica squadra vittoriosa con due reti di scarto domenica (ci era riuscita già al debutto, come doppiettista capitan Celiento ha ricevuto il testimone da Tortori), replicando il successo in terra sarda conseguito in Coppa Italia. Per la Carrarese, nonostante la maggioranza di toscane, non ci sono ancora derby: saranno di fronte il miglior attacco e una delle tre squadre ancora inviolate (le altre sono Siena e Pistoiese, vittoriosa dopo undici stagioni al debutto).

Dopo aver ceduto il terreno di gioco alla cugina biancoverde, il Nespoli torna zeppo di vessilli bianchi, vessilli che ormai sventolano alti dopo che il successo sul Pisa è stato ribadito (da capitan Pisano in rapina e da Geroni su punizione da lontano) in terra maremmana: per il Piacenza l'impegno è duro, considerati i primi mugugni della piazza e una organizzazione di gioco ancora incompiuta.

Il Città di Arezzo apre le porte agli anticipi: il derby tra amaranto e arancioni (che sarà anche sfida tra bomber, essendo reduci da buone prove Cutolo, Moscardelli e l'italo-argentino Ferrari) non è il solo, visto che al Picchi saranno di fronte Livorno e Lucchese, entrambe al terzo incrocio regionale. I labronici hanno conquistato nel finale tre punti contro Gavorrano e Prato, sempre grazie a Pedrelli, invece i rossoneri si sono rialzati dopo il ko al debutto (sempre di misura).

Le lombarde sono pure loro impegnate contro una toscana: il Monza ha dimostrato una certa quadratura anche nella sconfitta del Melani, perciò deve affrontare con serena determinazione la sentita sfida col Pisa (dotato di talento, ma gravato dallo scarso filtro in mediana), mentre se c'è stata una conferma nel pirotecnico anticipo contro l'Arezzo, è stata negativa (sei reti incassate costituiscono il dato difensivo peggiore) per la Giana. Anche il Pontedera ritrova i propri beniamini, dopo aver ospitato il Prato nella sfida contro il Livorno.

Torna in campo l'Alessandria, che invece non ha ancora visto il terreno del Moccagatta: Pea, che non ha sfigurato al cospetto della Carrarese, continuerà a proporre una squadra il più possibile ordinata e volta alle ripartenze.

Il guizzo di Dell'Agnello ha regalato un successo non del tutto meritato al Cuneo, ma tornare con tre punti dal Garilli aumenta non poco l'entusiasmo dei piemontesi, proprio perchè matricole: il Prato dei giovani è alla portata, in una gara che dovrebbe essere uno scontro diretto della zona calda.

Completa il programma la gara di Siena: i bianconeri hanno imbrigliato la qualità offensiva del Pisa, al cospetto di un pubblico da grandi occasioni, sfiorando più dei nerazzurri la vittoria; per l'Arzachena è un altro test di livello in trasferta, dopo aver fatto saltare il banco aretino.

Nel dominante equilibrio (tre soli successi con due reti di divario, sette squadre senza vittorie e sette imbattute) logico calo delle marcature: solo una per squadra la media di qualche giorno fa.

Le partite della 3^

Arezzo-Pistoiese 1-2 4. Moscardelli (A) 45. Ferrari rig. (P) 92. Ferrari (P)

Cuneo-Prato

Livorno-Lucchese

Monza-Pisa

Olbia-Piacenza

Pontedera-Giana Erminio

Pro Piacenza-Alessandria

Robur Siena-Arzachena

Viterbese-Carrarese

riposa Gavorrano

Antonio Sorrentino

Commenta questa notizia sul forum!