Ktm Protek Dama: ottimo Botero a Nalles, bene Gandola a Rosia

Per il team Ktm Protek Dama un ottima gara di Botero a Nalles
16.04.2016 02:59 di Donald Brioschi   Vedi letture
Fonte: Ktm Protek Dama
Ktm Protek Dama: ottimo Botero a Nalles, bene Gandola a Rosia

A Nalles, terza prova degli Internazionali d’Italia, KTM PROTEK DAMA è presente con i suoi specialisti del Cross Country.

Giornata di conferme per Jhonnatan Botero Villegas, nonostante non sia al meglio, ancora affaticato dalla lunga trasferta in Argentina, prova da subito a dettare il ritmo.

In testa con il gruppo dei migliori per tre giri, non riesce a rispondere allo scatto di un avversario e per i restanti giri transita in seconda posizione, al traguardo giungerà quinto, decisamente stanco, molto soddisfatto della gara disputata.

Buona la prova di Maximilian Vieider che rimane con il gruppetto dei primi per tre giri, una noia meccanica rallenta la sua corsa e termina in 17° posizione, seguito da Andrea Righettini, sfortunato nella parte centrale della gara in cui stava rientrando nei primi 10, cade malamente e perde tempo per rialzarsi e sistemare la su KTM Myroon Prestige Boost.

Tra le donne bene la brianzola Mara Fumagalli, giunge al traguardo dodicesima, fermata da un malore la Campionessa Italiana Under 23, Serena Tasca.

Al mattino si sono svolte le gare del Campionato Italiano giovanile di società, che vedevano impegnati gli Esordienti.

Nei primi 10 si classificano Filippo Colombo, settimo e subito dietro Mattia Beretta, solo quindicesimo Samuele Motta, incappato in due cadute causate da avversari che lo hanno ostacolato in tratti in discesa, Francesco Fumagalli, sempre tra gli Esordienti del secondo anno ritirato per problemi fisici.

Tra gli Esordienti primo anno Nicola Astuti, 49°, paga la poca esperienza.

A Rosia ( Si ) alla Gran Fondo Val di Merse buona prova dei nostri portacolori, Luca Gandola termina in quinta posizione assoluta, Santiago Arango Roman dopo essere stato terzo per lunghi tratti della gara, fino alla caduta in un tratto in discesa, si riprende ma purtroppo diversi bikers lo superano e non ha le forze andare oltre il settimo posto, Daniele Rainoldi, alle prime esperienze sulla lunga distanza, termina 21° Open.