Hockey - Quanto è forte il Centemero: ora Monza rivede i play off! Le immagini di Monza-Forte dei Marmi

06.04.2016 16:30 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 401 volte
Fonte: http://www.hrcmonza.it/
Il Centemero esulta
Il Centemero esulta

Il Centemero Monza “ammazzagrandi” fa fuori anche il team campione d’Italia in carica, e capolista del campionato, del Forte dei Marmi, un mese dopo aver preso lo scalpo all’Amatori Wasken Lodi, anch’esso in testa alla graduatoria prima di venire “matato” dalla matricola terribile allenata da Tommaso Colamaria.   (qui per vedere le immagini) 

La prestazione “super” di tutta la squadra, innanzitutto dell’intramontabile portiere Juan Oviedo, ha prima disorientato i versiliesi, poi li ha illusi e infine li ha storditi. Grazie a questo straordinario successo i biancorossoazzurri hanno ridotto a 1 solo punto il distacco dal Trissino, l’ottava e ultima formazione che in questo momento si qualificherebbe per i play-off scudetto e per le coppe europee della prossima stagione.

Quello tra Centemero Monza e Forte dei Marmi è stato l’unico posticipo della terzultima giornata per via dell’impegno casalingo di sabato scorso dei toscani contro gli spagnoli del Vic, gara di ritorno dei quarti di finale di Eurolega. I rossoblù da 2 anni campioni d’Italia si sono qualificati per la prima volta nella loro storia alla final four della massima competizione continentale.

La squadra allenata da Pierluigi Bresciani ha iniziato la contesa di Biassono col quintetto composto da Stagi, dal Nazionale italiano Pagnini e dal tris d’assi spagnolo formato da Torner, Cancela e Pedro Gil, quest’ultimo 7 volte campione del mondo. Il Centemero Monza ha risposto con Oviedo, Panizza, Compagno e la coppia argentina Roca-Martinez. Per Oviedo, Martinez e Compagno, quest’ultimo in prestito mirato dal Breganze, si è trattata della prima partita giocata dopo l’accordo raggiunto con la dirigenza monzese, e con la società vicentina relativamente al Nazionale Under 23, per la permanenza in biancorossoazzurro nella prossima stagione. Da evidenziare che col recupero completo di Andrea Camporese il tecnico Colamaria è tornato a disporre a pieno servizio di tutta la rosa, evento che non si verificava dallo scorso 21 novembre.

Per 20′ si assiste allo show dei due estremi difensori, che parano davvero di tutto, il toscano anche un tiro diretto di Martinez assegnato per fallo da cartellino blu di Pagnini. A sbloccare il risultato è Compagno con una staffilata su punizione. Un minuto dopo anche Martinez mette il suo sigillo, ma quando ormai si sta per riprendere il gioco il secondo arbitro Fronte convince il primo arbitro Galoppi ad annullare la segnatura per un presunto bastone troppo alto del “mendocino”. A causa di questa decisione il capocannoniere della Serie A1 con 50 gol, di cui 3 segnati nella gara di andata a Forte dei Marmi persa 6-3, è rimasto a secco, non riuscendo ad allungare il vantaggio di 6 reti sul più immediato inseguitore. A 1’39” dal termine del primo tempo ci pensa Retis a sorprendere la retroguardia ospite schiacciando una pallina a mezza altezza rimbalzata a un metro dalla porta.

Nella ripresa la compagine versiliese prende decisamente in mano il pallino del gioco e in meno di 8′ perviene al pareggio, prima finalizzando un contropiede con Pagnini (assist di Gil) e poi segnando con lo stesso fuoriclasse spagnolo in diagonale. Poco dopo il palo respinge una gran botta da lontano di Motaran, altro Nazionale italiano. Colamaria chiama un time-out e il Centemero si riprende dallo choc tornando a giocare con molta attenzione soprattutto in difesa. Il match sembra avviarsi verso il pareggio quando a 2’28” dal suono della sirena Roca ghermisce una pallina vagante sulla tre quarti offensiva, avanza e batte Stagi facendo esplodere il palazzetto in un boato assordante. Al triplice fischio i tifosi biancorossoazzurri intonano “Vinceremo il tricolore”, un sogno che resta tale innanzitutto perché c’è da battere sabato prossimo, alle ore 20.45, la Pieve010, sempre al PalaRovagnati di Biassono. Per l’occasione l’incasso sarà interamente devoluto in beneficenza all’Associazione Lele forever Onlus, a sostegno della lotta contro la leucemia.

“È stata una partita molto equilibrata – commenta Colamaria – tra due squadre pericolose in egual misura. Se dopo il 2-2 avessimo subito un gol forse finiva il match. Il fatto di non disunirsi, di non scomporsi, è stato importante per fare il colpaccio. Dobbiamo ancora crescere perché abbiamo patito troppe azioni di contropiede a causa di errori tattici banali, però ormai esprimiamo un gioco apprezzabile e divertente. Ho la fortuna di avere a disposizione giocatori veri che prima di tutto sono uomini veri. Ci mancano due curve alla fine della corsa e ora siamo a ruota del Trissino. Il loro calendario è più difficile, ma i risultati di queste ultime giornate dimostrano che gli equilibri si spostano molto a seconda delle motivazioni”.

CENTEMERO MONZA-FORTE DEI MARMI 3-2 (2-0)
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
FORTE DEI MARMI: Stagi, Motaran, Orlandi, Gil, Pagnini, Mattugini, Torner, Cancela, Maremmani, Caglioti. All.: Bresciani.
ARBITRI: Galoppi di Follonica e Fronte di Novara.
MARCATORI: p.t. 20’49″ Compagno, 23’21″ Retis; s.t. 4’52″ Pagnini, 7’33″ Gil, 22’32″ Roca.
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 5, Forte dei Marmi 6; espulso per 2’ Pagnini; spettatori circa 500.