Hrc Centemero Monza, trasferta agrodolce a Thiene

21.02.2016 08:37 di Redazione MonzaNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: Hrc Monza
Hrc Monza a Thiene
Hrc Monza a Thiene

Occasione sprecata dal Centemero Monza per chiudere definitivamente il discorso relativo alla salvezza con 6 giornate di anticipo e per consolidare l’ottava posizione che varrebbe la qualificazione ai play-off scudetto. La squadra guidata da Tommaso Colamaria non è riuscita ad andare aldilà di un pareggio per 3-3 in casa del Thiene penultimo in classifica, mancando dunque il poker di vittorie consecutive.

Se da una parte i biancorossoazzurri non hanno giocato una delle loro migliori partite, va dato atto ai gialloblù vicentini di aver disputato un’ottima gara, con grande determinazione, quella che ci vuole per tirarsi fuori da una situazione difficilissima, equivalente alla fine della regular season alla retrocessione in Serie A2.

Il tecnico dei brianzoli, che per la sesta volta di fila non ha potuto disporre di Andrea Camporese, infortunato a un ginocchio, ha presentato in pista il quintetto formato da Oviedo, Panizza, Compagno, Retis e l’argentino Martinez. L’allenatore-giocatore del Thiene, Giorgio Casarotto, ha schierato al suo fianco Comin, Sperotto, Brendolin e Piroli.

Gli ospiti ci hanno messo un po’ per uscire dagli spogliatoi con la testa: dopo 43″ avevano già subito il primo gol di Brendolin su assist di Piroli e dopo un’altra manciata di secondi avevano visto la pallina scagliata dal “bomber” locale stamparsi sulla traversa. Le distrazioni in difesa e i pasticci in varie zone del campo sono proseguiti per tutto il primo tempo, ma grazie soprattutto a Oviedo il punteggio non si è appesantito. Nell’ultimo minuto Dalle Carbonare ha trovato l’incrocio dei pali e con l’azione susseguente di contropiede Martinez ha pareggiato i conti delle reti.

La ripresa è stata più vivace anche perché il Centemero è sceso in pista più determinato, commettendo meno errori nei passaggi, ma lasciando spesso Oviedo in balia degli avversari. E così al 4’22″ e al 7’38″ il solito Brendolin ha portato a +2 la compagine di Casarotto, prima ribattendo in rete una respinta di Oviedo su un suo precedente tiro e poi beffando la retroguardia brianzola girando dietro la porta e insaccando con un alza-e-schiaccia. Tra il 12′ e il 13’ Martinez manda sulla traversa un tiro diretto e quindi accorcia le distanze approfittando della situazione di powerplay per l’espulsione temporanea di Casarotto. Tra il 18′ e il 19’ la sfortuna si accanisce contro il Centemero, capace di prendere in serie un palo con Martinez, una traversa con Compagno e una traversa con Brusa. Compagno, comunque, riesce a rimettere le cose a posto insaccando sottoporta. Al 21’ Oviedo e Comin respingono i tiri diretti di Brendolin e Martinez. Subito dopo Comin falcia Compagno in area e l’arbitro assegna il rigore espellendo per 2’ il portiere di casa per proteste. Pure “Checco”, però, si fa ribattere la conclusione dal dischettino. Nell’ultimo minuto Oviedo neutralizza un tiro diretto di Piroli e Retis si mangia un gol davanti a Dalla Vecchia.

In chiave play-off il punto rosicchiato al PalaCeccato consente ai monzesi di portarsi a 3 lunghezze di vantaggio sul Trissino, mentre in chiave classifica marcatori la doppietta di Martinez permette al “mendocino” di guardare ancora tutti dall’alto in basso grazie ai 42 centri.

Colamaria vede più il bicchiere mezzo pieno di quello mezzo vuoto: “Abbiamo portato via un punto in casa di una squadra che ha giocato alla morte avendo un bisogno disperato di punti per salvarsi. Ci dispiace non aver vinto, ma bisogna accettare il verdetto della pista. Oggi siamo stati imprecisi e sfortunati nelle conclusioni: abbiamo buttato via tante occasioni quante ne avevamo avute in tutto il resto del campionato. A qualche manciata di secondi dalla fine abbiamo provato a vincere la partita correndo seriamente il rischio di perderla. Comunque, nonostante la stanchezza fisica emersa durante la gara dovuta a una stagione logorante, abbiamo retto sino alla fine anche a livello mentale”.

Il prossimo match è un appuntamento storicamente irrinunciabile per la tifoseria monzese: mercoledì 2 marzo, anticipato di tre giorni a causa degli impegni in Coppa CERS della squadra avversaria, al PalaRovagnati di Biassono tornerà il derby lombardo “classico”, quello contro l’Amatori Lodi, ora Amatori Wasken Lodi. Sabato prossimo, invece, il campionato si fermerà per lasciare spazio alla final eight di Coppa Italia.

THIENE-CENTEMERO MONZA 3-3 (1-1)
THIENE: Dalla Vecchia, Brendolin, Dalle Carbonare, Sperotto, Piroli, Marangoni, Casarotto, Scuccato, Vanzo, Comin. All.: Casarotto.
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Mariani, Perego, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
ARBITRI: Carmazzi di Viareggio e Di Domenico di Modena.
MARCATORI: p.t. 00’43” Brendolin, 24’41″ Martinez; s.t. 4’22″ Brendolin, 7’38″ Brendolin, 11’20” Martinez, 18’56″ Compagno.
NOTE: falli di squadra Thiene 11, Centemero Monza 8; espulsi per 2′ Casarotto, Comin, Brusa e Martinez; spettatori circa 100.