#GPitalia2018 - Delirio rosso a Monza, prima fila tutta Ferrari

Prima fila tutta rossa per il Gran Premio d'Italia di Formula Uno. Tifosi in delirio
01.09.2018 17:10 di Cristiano Mandelli  articolo letto 160 volte
#GPitalia2018 - Delirio rosso a Monza, prima fila tutta Ferrari

Non poteva terminare meglio di così la sessione di prove di qualificazione in vista del Gran Premio d’Italia di Formula Uno. Un boato incredibile ha accompagnato il passaggio delle rosse nell’ultimo giro del Q3, dopo aver rischiato di vedere Lewis Hamilton davanti a tutti.
In effetti l’inglese, sempre dietro durante tutti i turni di prove, nel Q3 si è esaltato e nel primo tentativo ha tenuto dietro sia Raikkonen che Vettel. Sembrava un film già visto negli ultimi Gran Premi, nonostante la pioggia questa volta non sia arrivata a bagnare l’asfalto. Nell’ultimo tentativo Hamilton ha pure migliorato il proprio tempo, staccando un incredibile 1’19”294, ma dietro a lui è arrivato Sebastian Vettel che per soli 14 millesimi di secondo gli ha soffiato il miglior tempo. Un boato si levato al cielo, ancor prima del passaggio di Raikkonen che ha stupito tutti migliorando il tempo della pole in 1’19”119 a 263 kmh di media. Ebbene sì, è stato battuto il record di Juan Pablo Montoya che resisteva da una decina d’anni ad una velocità media incredibile, la più veloce di tutto il mondiale! Confermando ancora una volta che Monza è “Il Tempio della Velocità”

Raikkonen, con questo risultato, si è quasi guadagnato la conferma anche per la prossima stagione. Se domenica poi aiuterà il compagno a recuperare più punti possibili su Lewis Hamilton, allora la riconferma, a nostro parere, diventerà certezza!

Il popolo rosso sogna e ne ha tutte le ragioni. Il passo gara è ottimo, le vetture sembrano affidabili ed entrambi i piloti sono in palla. La Mercedes è lì vicino, anche se Lewis Hamilton ci sta mettendo molto del suo per colmare il gap con la rossa, visto che il compagno Valtteri Bottas è staccato di oltre mezzo secondo e probabilmente è lui che mette in luce le vere potenzialità delle Frecce d’Argento.

Il Gran Premio vivrà tutto sulla rivalità tra il duo Ferrari, che partirà appaiato dalla prima fila, e Lewis Hamilton. Se al via non accadranno scossoni particolari in classifica, ci si dovrà aspettare un Raikkonen nella versione guardaspalle di Vettel, in modo che la corsa possa scivolare come nei sogni di tutti i tifosi a bordo pista.

Detto della grande prestazione della Ferrari e di Hamilton, e della prova piuttosto incolore di Bottas, da segnalare ancora una volta la grande prestazione di Verstappen, che comunque è distanziato di circa un secondo e mezzo, e quella di Grosjean, che a Monza disputa sempre prestazioni molto positive, anche grazie al motore Ferrari della sua Haas. Hanno stupito anche il nono posto di Pierre Gasly con la Toro Rosso, preceduto solo da Ocon (Force India) e Sainz (Renault), e il decimo di Lance Stroll, probabilmente all’ultimo Gran Premio con la Williams prima di passare alla Racing Point Force India.

Sfortunato ancora una volta Daniel Ricciardo, fermo ai box già nella Q2 in quanto dovrà partire dall'ultima fila per il Gran Premio. Grande delusione in casa Alfa Sauber, con entrambi i piloti fuori nella Q1, come pure la Racing Point Force India di Sergio Perez.

A seguire le interviste ai piloti.