In Autodromo si apre la stagione agonistica con il Blancpain GT

Si inaugura la stagione endurance della serie SRO. Oltre cinquanta rombanti Gran Turismo di dodici prestigiose case.
19.04.2018 18:30 di Cristiano Mandelli  articolo letto 84 volte
In Autodromo si apre la stagione agonistica con il Blancpain GT

Il folto emozionante gruppo delle vetture Gran Turismo del Campionato Blancpain sarà anche quest’anno una delle indelebili immagini che rimarranno impresse negli occhi degli appassionati a suggellare l’inizio della stagione sportiva 2018 del Monza Eni Circuit. Oltre cinquanta vetture, 54 per la precisione, di dodici case (Ferrari, Lamborghini, Audi, Mercedes, Porsche, BMW, Lexus, McLaren, Nissan, Aston Martin, Bentley, Jaguar) si daranno infatti battaglia nella prima gara endurance, di 240 minuti, della Serie organizzata dall’SRO Motorsport Group di Stéphane Ratel.

Un campionato con dieci prove equamente suddivise fra breve e lunga durata, apertosi ad inizio aprile a Zolder con una gara sprint e che si chiuderà a fine settembre a Barcellona con l’ultima endurance, due mesi dopo la 24 Ore di Spa di fine luglio.

Nella prima tappa in terra belga si sono messe in mostra in particolare l’Audi, vincitrice, con l’equipaggio Attempto Racing formato dall’olandese Steijn Schothorst e dal sudafricano Kelvin van der Linde, della main race, e la Lamborghini, che si è imposta nella qualifying race con la Huracan del Grasser Racing Team guidata dai campioni assoluti 2017, il nostro Mirko Bortolotti e il tedesco Christian Engelhart (primi al traguardo, assieme ad Andrea Caldarelli, con grande vantaggio, nella tre ore monzese dello scorso anno). Bortolotti, che nel mese di gennaio si è imposto nella 24 Ore di Daytona, a Zolder ha fatto segnare inoltre la pole position nella seconda sessione di qualifica. In evidenza, nella gara più lunga, anche le Mercedes dell’Akka ASP Team, seconda (con Raffaele Marciello e il britannico Michael Meadows) e quarta con il britannico Leonard Stuart e l’olandese Robin Frijns.

Le ritroveremo tutte molto agguerrite a Monza, a partire dalle Huracan. Bortolotti, Engelhart e Caldarelli ricomporranno, infatti, il trio vincente a bordo della numero 63. L’argentino Ezequiel Perez Companc (Huracan del Team GRT), a podio a Zolder con Caldarelli, condurrà con Raffaele Gianmaria e Marco Mapelli la numero 19. Molta attesa per alcuni debutti. Fra le 24 vetture Pro seguiremo con particolare attenzione le prestazioni della nuova Bentley Continental del Team M-Sport, campione dell’Endurance Cup, che schiererà la numero 7 con i britannici Steven Kane, Guy Smith e il francese Jules Gounon, e la numero 8 con lo spagnolo Andy Soucek, il belga Maxime Soulet e il francese Vincent Abril. Altra new entry assoluta sarà la Nissan GT-R Nismo, mentre la Lexus RC F avrà il suo battesimo nella Endurance Cup.

Complessivamente si batteranno per la classifica assoluta e per le classifiche di serie (Pro, Pro-Am, Am, Silver) tredici Mercedes AMG, nove Lamborghini – otto Huracan e una Gallardo, sette Ferrari 488, sette Audi R8 LMS, tre Aston Martin V12 Vantage, tre Bentley Continental, tre BMW M6, due McLaren 650 S, due Lexus RC F, due Nissan Gt-R Nismo, due Porsche 911 e una Emil Frey G3 Jaguar.

Ben 158 sono i piloti che compongono la entry list, fra cui 20 di nazionalità italiana. Oltre ai sopracitati Bortolotti, Caldarelli, Marciello, Gianmaria e Mapelli, vanno menzionati innanzitutto il campione del mondo GT 2017 Alessandro Pier Guidi e l’evergreen Giancarlo Fisichella che nella sua carriera può vantare 231 gare in Formula 1 con 3 vittorie e 19 podi: a loro verranno affidate due Ferrari 488. Con loro la pattuglia azzurra può schierare Alex Frassineti, Fabrizio Crestani, Stefano Gattuso, Michele Beretta, Gabriele Piana, Andrea Rizzoli, Federico Leo, Davide Rigon, Mauro Ricci, Lorenzo Bontempelli, Giuseppe Cipriani, David Fumanelli, Andrea Bertolini.

Nel lotto dei partenti spiccano inoltre il portiere campione del mondo 1998 e d’Europa 2000 della nazionale francese di calcio Fabien Barthez, al suo attivo anche tre partecipazioni alla 24 Ore di Le Mans, e il conduttore di Top Gear Chris Harris.

Il fine settimana inizierà in pista per le vetture Blancpain nella giornata di venerdì con i Bronze Test (dalle 17.20 alle 18.20), per proseguire sabato con le Prove libere (dalle 11.35 alle 13.05) e la sessione di Prequalifica (dalle 17.00 alle 18.30). Domenica, infine, Qualifiche (dalle 9.45 alle 10.45) e la Gara della durata di 180 minuti con partenza alle 15.00.

Non vi sono però solo le Gran Turismo Blancpain nel weekend monzese ma anche altre tre prestigiose serie di supporto. Alla sua decima edizione, nuove emozioni con il Super Trofeo Lamborghini (due gare di 50 minuti sabato con partenza alle 15.10 e domenica alle 12.20): tappa inaugurale (sei in tutto i fine settimana) per la serie europea che presenta una nuova Huracan in versione Evo con oltre venti team per circa cinquanta vetture. Confermato lo Young Drivers Program alla caccia di nuovi talenti under 26.

E parlando di giovani promesse confermata nel week end Blancpain la formativa Formula Renault 2.0 Eurocup che in passato ha sfornato tanti campioni (due gare di 30 minuti + 1 giro: il via sabato alle 14.05 e domenica alle 13.40).

Tappa inaugurale della stagione infine anche per il Blancpain GT Sports Club, serie che dal 2015 rappresenta un avvincente campo di battaglia per i gentlemen drivers: gara di 40 minuti, con semaforo verde la domenica alle 11.10.

Potete trovare tutti gli orari di test, prove libere, qualifiche e gare sul sito dell’Autodromo www.monzanet.it e su www.blancpain-gt-series.com. Biglietti 10 euro il sabato (ridotto 8 euro), 14 euro domenica (ridotto 10 euro). Parcheggio interno gratuito per auto e moto.