Play off pallanuoto, l'avventura di Monza è già finita: ecco com'è andata con Genova

09.06.2018 19:20 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 269 volte
Play off pallanuoto, l'avventura di Monza è già finita: ecco com'è andata con Genova

NC Monza - Sturla 0-12

(0-3/0-3/0-1/0-5)

NC Monza: Costa, Bommartini, Orsenigo, Catalano, Bolzoni, Ingegneri, Mazza, Dilernia, Montrasio, Erbicella, Borghin, Celli, Squintani. 

Sturla: Ghiara, Sgherri (1), Laisi (2), Foroni Lo Faro, Giusti S., Bosso (1), Gattorno, Rivarola, Oneto (2), Bonomo (3), Parodi (1), Nani (1) Giusti R. (1).

Spettatori: circa 300, con la presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Monza Andrea Arbizzoni

E’ finita di fatto oggi pomeriggio con un secco 0-12 l’avventura play-off per il Nuoto Club Monza. Alla “Pia Grande" l’esperta Sturla, squadra genovese che ha stravinto il Girone 1 di serie B, ha subito spezzato i sogni di A2 dei Granchi, scesi in acqua con una rasatura propiziatoria collettiva - scommessa di gruppo per aver raggiunto gli spareggi promozione - ma anche con quel minimo di emozione che pagano già nei primi minuti di gara.

Lo 0-3 del primo tempo è lo specchio del match: i monzesi si prendono due rigori - uno dei quali decretato per un’uscita anzitempo dal pozzetto, erroraccio da esordienti - e si pigliano la terza rete dopo aver dimenticato un avversario completamente solo davanti alla propria porta. 

Nel secondo tempo Sturla raddoppia il risultato con i ragazzi di Frison si fanno finalmente vedere sotto la rete avversaria, protetta come una saracinesca dal genovese Ghiara che para anche un rigore a Mazza. Dove non arriveranno le braccia dell’estremo difensore ligure, ci penseranno per cinque volte pali e traverse a fermare le speranze monzesi di limitare i danni. 
Nel terzo tempo la truppa ligure allunga ancora di una rete per poi infilarne altre 5 nell’ultimo quarto nella porta dell'under 20 biancorosso Costa, preferito per l’occasione tra i pali al solito titolare Cozzi. Finisce 0-12. Il ritorno a Genova fra sette giorni diventa una formalità per le due squadre.

Coach Fabio Frison: “Sturla si è confermata completa e molto forte, ci ha fatto pagare tutti i nostri errori. Il portiere avversario è stato bravissimo. Alla fine con i suoi interventi ha demotivato anche i nostri che hanno tirato con sempre meno convinzioni Se fossero entrati almeno un paio di gol si poteva tentare di giocare una partita diversa. Sabato prossimo andremo a Genova per onorare in ogni caso la calottina e sperare di fare almeno qualche gol da lasciare agli annali. Dopo scioglieremo le righe e ci godremo le meritate vacanze.” Il capitano Matteo Dilernia: “Probabilmente eravamo appagati già dal fatto di essere arrivati fin qui. In acqua non è scattata la molla. Ci tenevamo a fare bene davanti al nostro pubblico pur conoscendo il divario tecnico tra le nostre squadre. A Genova giocheremo senza pressioni per il risultato e contiamo di non lasciare il nostro tabellino a secco. In questo momento è proprio il nostro "zero" reti a lasciarmi di più l'amaro in bocca."