La Saugella illude anche a Busto: 3-1 per la Yamamay

 di Roberto Della Corna Twitter:   articolo letto 293 volte
La Saugella illude anche a Busto: 3-1 per la Yamamay

10^ giornata Samsung Gear Volley Cup: UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - SAUGELLA TEAM MONZA


Tabellino: Unet Yamamay Busto Arsizio - Saugella Team Monza 3-1 (28-30, 25-21, 25-11, 25-17)

Unet Yamamay Busto Arsizio: Martinez 18, Pisani 7, Diouf 20, Fiorin 17, Stufi 9, Signorile; Witkowska (L). Moneta 1, Berti, Negretti. N.E. Cialfi, Spirito (L), Sartori. All. Mencarelli
Saugella Team Monza: Segura 5, Aelbrecht 12, Dall’Igna 2, Eckerman 15, Candi 9, Nicoletti 17; Arcangeli (L). Begic 8, Smirnova, Balboni, Lussana, Bezarevic. All. Delmati

MVP: Brayelin Martinez (Unet Yamamay Busto Arsizio)
Spettatori: 2.551


Busto Arsizio, 17 dicembre - Il Saugella Team Monza esce sconfitto per la sesta volta consecutiva. Nonostante la buona prestazione offerta nel primo set e mezzo, infatti, il team monzese non riesce nell' impresa di strappare almeno un punto alle molto più ben quotate avversarie bustocche.
In quel di Busto Arsizio, oggi si è vista una buona prova corale e di spirito all' inizio della gara, ed infatti i risultati si sono visti. Quando ormai il primo set sembrava avviato al peggio, infatti, le brianzole hanno tirato fuori un carattere speciale, andandosi a prendere un set insperato. Questa, però, è andata via via scemando, con la Yamamay che ha avuto vita facile nel corso degli altri parziali.
Un vero peccato, in quanto oggi si è vista una buona Saugella, specie con l' ottimo apporto della Nicoletti (migliore delle sue assieme a Candi, ultime ad arrendersi), finalmente nello starting six iniziale, ed autrice di ben 17 punti complessivi (best scorer delle sue). Un bel passo in avanti rispetto a Bolzano, insomma, ma alla fine il risultato non sorride ancora in casa Vero Volley, proprio come contro Novara: in vantaggio, ma poi rimontata e sconfitta. Si dovrà migliorare questo aspetto per le gare a venire; la concentrazione e la determinazione dovranno rimanere sempre al massimo (e non solo in alcuni set) e si dovranno eliminare, soprattutto, i set "nulli" come il terzo di quest' oggi (oltre che altri in campionato) al fine di strappare più punti possibili per una salvezza tranquilla. 


La partita - La gara inizia all' insegna della parità, dove le squadre si equivalgono fino all' 8-7 Busto. Le ospiti in maglia rosa hanno uno sprint non da ridere, così allungano sulle avversarie, portandosi sull' 11-7 dopo 3 punti consecutivi. Le bustocche, però, non si arrendono di certo innanzi al divario creatosi, così si avvicinano sempre più alle brianzole, portandosi fino al -1 sul 12-11, grazie agli attacchi di Diouf (top scorer del match). La Saugella tenta di rispondere allo schiaffo subito con Segura, ma Diouf e Martinez (MVP della partita) hanno una marcia in più, capace di riprendere e superare le monzesi (15-13). Si va avanti passo passo fino al 16-16 timbrato Aelbrecht, ma poi le farfalle volano di nuovo avanti fino al 21-18, il quale costringe Delmati al time-out. Eckerman e Nicoletti tentano la ripresa, ma la Unet allunga nuovamente: 24-22. Il set sembra ormai incanalato nelle cantine bustocche, ma un grande cuore tutto made in Brianza riesce prima a pareggiare i conti, i quali rimangono pari fino al 28-28, e poi a chiuderli sul 30-28 con tutta la grinta della Nicoletti.

Il secondo set vede la situazione di parità andare avanti fino all' 11-11, dove la Saugella è capace di breakkare le farfalle bustocche di 2 punti, grazie ad un muro della Candi su Diouf ed ad un attacco della Eckerman: 13-11. Le brianzole volano sulle ali dell' entusiasmo, il quale le porta fino al 17-13, trainate dalle giocate di Eckerman, Nicoletti e Candi, condite delle ottime difese di Arcangeli e delle ottime smistate della capitana Dall'Igna. Busto, però, da grande squadra quale è, non si arrende facilmente, e si riporta sotto fino al -1, dopo un filotto di ben 4 punti consecutivi. Diouf porta al pari ed al sorpasso: 21-20 e tempo tecnico chiamato da Delmati. La stessa nazionale italiana porta la Unet fino al 23-21, agguantando un distacco tale da permettere la vittoria del set per 25-21, chiuso da un attacco dell' ottima Martinez.

Il terzo parziale vede una Saugella inesistente, con Busto che ha vita facile fin dagli inizi: 6-2. La Unet vola, ma la Saugella no, così il divario aumenta sempre più, arrivando fino al 10-4. Delmati prova a mischiare un po' le carte nel sestetto, ma il risultato non cambia fino alla fine del gioco, il quale viene vinto in scioltezza dalle padrone di casa per 25-11, dopo il punto conclusivo della Martinez.

Il quarto periodo vede le monzesi nuovamente sul pezzo, capaci di tenere testa alle avversarie: 4-4. La Yamamay, trascinata da Martinez, piazza il break portandosi sul 7-5, ma le brianzole, con pazienza e cinicità, raggiungono nuovamente il pari sull' 8-8. Busto avanti nuovamente sul +3 sul 13-10, distacco che rimane invariato sino al 18-15, dove Nicoletti cerca di tenere a galla le sue. Diouf & CO., grazie all' apporto di esperienza e bravura, riescono a scavare un bel solco tra le due compagini, arrivato fino al 21-15. Monza non riesce nell' impresa del primo set, e così il gioco si chiude sul 25-17 assieme alla partita per 3-1, dopo un attacco della festeggiante Moneta (26 anni oggi per lei).  


Il futuro - Ora il Saugella Team Monza sarà impegnato a S. Stefano (26 dicembre, h. 17.00) contro il Club Italia al Palasport di Monza. Per la brianzole sarà un' ottima occasione per rompere finalmente la maledizione della sconfitta, la quale perseguita il team guidato da Delmati da ben 6 giornate consecutive. La partita, inoltre, sarà ottima al fine di poter allungare su di una diretta concorrente quale la mini-Italia, allontanandosi così dalla zona calda. Per riuscire a sconfiggere le azzurrine, però, Dall'Igna & Co. dovranno esprimere la miglior pallavolo possibile, assieme al giusto innesto di esperienza (stavolta favorevole alle brianzole) e carattere, visti splendidamente nel primo quarto di partita quest' oggi.


Roberto Della Corna

Commenta questa notizia sul forum!