Saugella, anche la rivincita con Novara è dolorosa

26.02.2018 18:30 di Roberto Della Corna Twitter:   articolo letto 180 volte
carica iniziale Saugella
carica iniziale Saugella

9^ giornata di ritorno Samsung Galaxy Volley Cup: IGOR GORGONZOLA NOVARA - SAUGELLA MONZA


Tabellino: Igor Gorgonzola Novara - Saugella Monza 3-1 (25-16, 25-15, 22-25, 25-19)


Igor Gorgonzola Novara: Piccinini 4, Gibbemeyer 9, Skorupa, Plak 19, Chirichella 13, Egonu 27, Sansonna (L), Enright 2, Zannoni, Vasilantonaki. Non entrate: Camera, Bonifacio. All. Barbolini.
Saugella Monza: Begic 8, Dixon 5, Hancock 4, Havelkova 10, Devetag 5, Ortolani 14, Arcangeli (L), Candi 5, Orthmann 1, Loda 1, Balboni, Bonvicini. Non entrate: Rastelli. All. Pedullà.

MVP: Katarzyna Skorupa (Igor Gorgonzola Novara)

Novara - Alla Saugella la rivincita fa male, forse più della prima volta.
Ad alleggerire il rammarico, però, c'è il pensiero che la diretta concorrente per il quarto posto, Busto Arsizio, abbia perso anch' essa per 3-0, lasciando così invariati i distacchi.
In quel di Novara, le monzesi sono sembrate più spente e meno aggressive del solito, un vero peccato, dato che sia all' andata che in semifinale di Coppa Italia le brianzole sono sembrate nettamente all' altezza delle piemontesi.
Come sempre, poi, nei momenti difficili del match ci ha pensato la corazziera Paola Egonu a districare la situazione, mettendo giù punti su punti, pesanti come non mai (alla fine saranno 27 per lei).
Per Monza, invece, la prestazione meno opaca è quella della solita Serena Ortolani, autrice di 14 punti.


La partita - Dopo un avvio equilibrato (5-5), Gibbemeyer firma il primo allungo novarese (9-5). Havelkova ci prova (13-8), ma Egonu riporta subito il divario com' era (15-8). Dopo il time-out, Devetag mura Piccinini (18-13), ma resta un fuoco di paglia. Novara, infatti, vola diretta sul 25-16 dopo l' errore di Dixon.

Secondo set subito in salita per le monzesi, che partono sotto 8-3 (Chirichella). Dixon accorcia sul 9-5, con capitan Ortolani che la imita poco dopo (12-8). Egonu replica prontamente agli attacchi avversari, scavando un solco quasi impossibile da ricucire (16-8). In effetti, così è: 25-15, chiusura Egonu.

Il terzo set è tutta unì altra storia per le brianzole: partenza sprint e 1-5 (ace Hancock). Le piemontesi si ritrovano, però, immediatamente, avvicinandosi in maniera perentoria alle avversarie: 7-8, Egonu. Novara spinge forte e perviene al sorpasso: 15-14. Ancora l' azzurra Egonu fa la voce grossa (19-15) con Novara che vola (21-16). La Saugella, però, è ancora viva e non molla (21-19, ace Begic) e, col perdurare della propria tenacia, aggancia e sorpassa l' Igor (22-23). Novara si spegne, Monza no. 22-25, chiusura-muro di Devatag.

Nuovo periodo e nuovo pareggio (5-5), con Gibbemeyer che lo spezza immediatamente a proprio favore (10-5). Candi tiene vive le brianzole (16-12), ma Egonu le distacca nuovamente in maniera decisa: 21-14. Ancora Candi, ultima a demordere, porta a 4 il divario (21-17), con l' ace di Hancock che lo ridurrà nuovamente (22-19). Purtroppo per Monza rimarrà l' ultimo punto, dato che l' Igor correrà inesorabilmente verso la vittoria: 25-19, muro Plak su Havelkova, e 3-1 finale.


Il futuro - Il prossimo impegno per le ragazze di coach Pedullà sarà contro la Liu Jo Nordmeccanica Modena in quel del PalaPanini di Modena.
Sfida in programma per domenica 4 marzo alle ore 17.
Match molto delicato per le biancoblu, in quanto la partita è un autentico scontro per il miglior piazzamento in campionato. Si lotta per il quarto posto, ed ogni pallone di queste ultime due partite sarà decisivo.


Roberto Della Corna