Saugella, ma cosa ti succede? Il sogno continua a gara-3!

26.03.2018 16:00 di Roberto Della Corna Twitter:    Vedi letture
ingresso Saugella
ingresso Saugella

Gara-2 quarti di finale Play-Off Samsung Galaxy Volley Cup: SAUGELLA MONZA - UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO

 

Tabellino: Saugella Monza - Unet E-Work Busto Arsizio 1-3 (10-25, 25-17, 15-25, 18-25)

Saugella Monza: Ortolani 6, Begic 16, Dixon 5, Hancock 1, Havelkova 10, Devetag 7; Arcangeli (L), Candi 6, Orthmann 1, Balboni, Loda. N.E. Rastelli, Bonvicini. All. Pedullà.
Unet E-Work Busto Arsizio: Gennari 10, Stufi 10, Orro 1, Bartsch 20, Berti 7, Diouf 10; Spirito (L), Piani 1, Botezat, Dall'Igna, Negretti. N.E. Wilhite, Chausheva. All. Mencarelli.

MVP: Michelle Bartsch (schiacciatrice Unet E-Work Busto Arsizio)

 

Monza, 25 marzo - Saugella, ma cosa ti è successo? Così proprio non va!
Davanti ad una buona cornice di pubblico (quasi 3500 spettatori) ed alla presenza di ospiti illustri, quali il CT della Nazionale Mazzanti, il Sindaco Allevi e l' Assessore allo Sport di Monza Arbizzoni, il team monzese surclassa innanzi a quello più esperto bustocco, venendo sopperita in poco più di un' ora e mezza di gara.
Dopo un primo set inesistente e chiuso a 10, Monza si riprende e conquista bene il secondo, ma è solo un fuoco di paglia. Negli altri due seguenti, infatti, la squadra di Pedullà non riesce a replicare quanto di buono visto nel secondo parziale, lasciando vita facile alla Unet E-Work Busto Arsizio, la quale si aggiudica gara-2, portando i quarti di finale alla "bella".

La partita - Il match parte con Busto che preme subito sull' acceleratore, trovando l' immediato break col muro di Bartsch su Devetag (2-5). Nonostante la stessa centrale tenti di stare in scia, le bustocche scappano imperterrite, obbligando coach Pedullà a chiamare i due time-out sul 3-8 e sul 6-13. Essi, però, non svoltano l' inerzia del set, il quale si chiude senza troppi patemi per la squadra ospite: 10-25, chiusura Diouf.

Dopo il pari iniziale (5-5, Havelkova), Monza trova il +2 con l' ace della stessa (7-5). Gennari pareggia immediatamente a quota 7, con Begic che stacca nuovamente le bustocche ed obbligando Mencarelli al TO (11-7). Il riposo funziona, e la Yama si riporta al solo punticino di distacco con Diouf (11-10). La Saugella, però, crede nelle proprie capacità e vuole portare il computo set sulla parità, fuggendo con Dixon (17-11). Piani riporta un filo di speranza tra le sue (18-14), la quale, però, svanisce in fretta: 25-17, errore finale di Gennari.

Monza non si accorge che la partita reinizi, lasciando a Busto via libera: 3-8, errore Ortolani. Un' invasione a rete riporta sotto le brianzole (7-11), le quali, però, si bloccano inspiegabilmente. Busto, così, scappa diretto verso il set (8-20, invasione Orthmann), che si chiuderà con Gennari sul 15-25.

Nel quarto parziale Stufi mura e trova subito il break sul 5-7, per poi scappare a gambe levate sino al 9-16 (out Ortolani), dove Pedullà chiama il tempo. Esso, però, non risolve la situazione. Monza, infatti, ritrova un po' di gioco, ma ormai il divario è troppo ampio: 18-25, errore Ortolani ed 1-3 Unet.


Il futuro - Ora per la Saugella ci sarà la "bella" con la Unet E-Work Busto Arsizio.
La partita decisiva (gara-3) si giocherà mercoledì 28 marzo alle 20.30, presso il PalaYamamay di Busto Arsizio.
Non serve descrizione alcuna per questa gara. In campo, oltre alle 7, dovranno scendere in gioco cuore ed orgoglio, lottando su ogni pallone. Solo così, si può continuare a coltivare il sogno.


Roberto Della Corna