Volley - Un grande cuore non basta al Vero Volley contro i campioni del mondo

25.12.2018 17:00 di Roberto Della Corna Twitter:    Vedi letture
ingresso Vero Volley Monza
ingresso Vero Volley Monza

12^ giornata Superlega Credem Banca: VERO VOLLEY MONZA - ITAS TRENTINO

 

Tabellino: Vero Volley Monza – Itas Trentino 2-3 (25-22, 20-25, 25-21, 36-38, 8-15) 


Vero Volley Monza: Dzavoronok 21, Beretta 4, Orduna 4, Plotnytskyi 21, Yosifov 9, Ghafour 14; Botto (L). Calligaro, Arasomwan, Giannotti. N.e. Buti, Galliani, Rizzo. All. Soli. 
Itas Trentino: Vettori 6, Russell 20, Candellaro 7, Giannelli 7, Kovacevic 19, Lisinac 13; Grebennikov (L). Van Garderen 4, Nelli 9, Cavuto. N.e. Daldello, De Angelis (L), Codarin. All. Lorenzetti. 

MVP: Simone Giannelli (palleggiatore Itas Trentino) 

 

Monza - Davanti al folto pubblico della Candy Arena, il Vero Volley Monza va vicinissimo all' impresa contro i campioni del mondo della Itas Trentino.

Gara combattutissima tra le due compagini, tanto che la gara risulterà essere la più lunga mai disputata nella massima serie nazionale, con tanto di record di durata per un singolo set (57' nel 4°, 2 pre e 45' totali).
Un vero peccato per la compagine brianzola, dato che il colpaccio sembrava davvero ad un passo. Lo splendido gioco ed il grande cuore messo in campo, infatti, sembravano avere la meglio sui grandi nomi trentini, fino alle fasi concitate della fine 4° set, quando è cambiata l' aria a favore degli ospiti. A far sì che la prova sia stata maiuscola, inoltre, c'è da sottolineare il fatto che i monzesi abbiano giocato con un libero non di ruolo (Iacopo Botto), dato il forfait all' ultimo secondo di quello titolare (Marco Rizzo).
Per chiudere una nota amara: come spesso accade, la maggior parte degli appassionati presenti alla Candy Arena tifava per la squadra ospite e non della propria città, ma, il dato che più fa amarezza è il fatto che nei momenti chiave del 4° set sia arrivato anche qualche fischio contro i giocatori di casa, per far sì che sbagliassero in battuta.


La partita - Il match si rivela molto equilibrato sin dai primi scambi del primo set, quando le squadre si equivalgono sino al 17-17. Qui Trento sbaglia con Vettori, regalando il primo break ai brianzoli (19-17), ma Monza commette un' ingenuità con l' invasione di Ghafour, rimettendo in sesto tutto (20-20). L' ace di Plotnytskyi ed il muro di Dzavoronok, poi, fanno volare i padroni di casa (24-21), che chiuderanno poi con lo stesso ceco: 25-22.

Il secondo set trova subito l' allungo trentino col muro di Lisinac (5-8) col suo compagno Vettori che non contraccambia, regalando il pari a Monza (11-11). Ancora Lisinac allunga col suo primo tempo (14-17), con Plotnytskyi che mette il fiato sul collo sul 17-18. Il Vero Volley va in black-out e concede agli avversari di fuggire nuovamente (17-21, invasione), il che permette agli ospiti di pareggiare il computo set: 20-25.

Monza si porta avanti con Ghafour nel terzo (7-4), col vantaggio che si allunga fino alle 5 lunghezze dopo l' errore di Kovacevic (16-11). Il time-out serve solo relativamente ai trentini (21-18, difesa-punto del libero Grebennikov), tanto che il set si chiude senza ulteriori patemi sul 25-21 (out Kovacevic).

Il quarto parziale sembra prendere la giusta piega per i brianzoli, col vantaggio che si impenna fino al +6 dopo l' ace di Dzavoronok (12-6). Sembra appena, però. I minuti passano e Trento pressa (18-16, mani-out Van Garderen), fino a trovare il pari sul 18 col muro di Kovacevic. Yosifov ed il suo primo tempo sembra ritrovare la giusta via per i rosso-blu (23-20), ma Kovacevic porta con sè la pipe del nuovo pari: 24-24 e vantaggi. Questi sono interminabili e si chiuderanno solamente sul 36-38, con l' errore di Dzavoronok che regala agli ospiti il tie-break.

Il tie-break finale vede scappare subito Trento col muro di Lisinac (4-7), con Monza che fa fatica a stargli dietro (6-11, Russell). Il divario ormai è ampio, perciò Nelli decide di chiudere i conti con la sua parallela personale: 8-15 e 2-3.


Il futuro - Il prossimo impegno per i ragazzi di coach Soli sarà mercoledì 26 dicembre a Verona contro la Calzedonia dell' ex De Pandis.
La sfida sarà giocata alle ore 16.00 e sarà visibile anche sul canale Rai Sport + HD in diretta esclusiva.


Roberto Della Corna