Berretti: basta un gol di Otelè per piegare la Pro Patria

06.04.2019 20:00 di Antonio Sorrentino   Vedi letture
Berretti: basta un gol di Otelè per piegare la Pro Patria

Pro Patria-Monza 0-1 (0-0)

Marcatore: 52 Otelè (M)

Pro Patria: Angelina, Apolonia (85' Candonio), Chiaromonte, Sana, Reale, Compagnoni, Persiani, Clerici (80' Propato), Amabile, Cogliati (70' Bruni), Scarati All. Scandoglio (Demaisa, Cova, Fogal, Girola, Scaglione)

Monza: Di Mango, Brusa, Belingheri (69' Pascale), Morlandi, Rudi, Tumino, Otelè (90' Morganti), Beu (69' Ippolito), Corti (69' Bertocchi), Marchesi, Rankovic (71' Sassi) All. Zenoni (Cavaliere, Brioschi, Cerrina, Mattiacci, Colombo)

Arbitro: Sig. Dania di Milano (Ferrari-Spada)

Ultima gara della stagione regolare per i ragazzi di Zenoni, chiamati a riscattare il risultato negativo di una settimana fa (Inter corsara al Monzello) coi tre punti e una prestazione solida in quel di Olgiate Olona: tra una settimana l'abbandono al campionato del Pro Piacenza garantirà il 3-0 a tavolino.

Dal canto loro i bustocchi, che vantano numeri migliori per quanto concerne l'attacco (42 reti) e che sono distanti sei lunghezze, sono anch'essi reduci dalla caduta (di misura) sul campo del Piacenza; nel Monza ci sono cinque cambi iniziali, ossia Di Mango tra i pali, Tumino in difesa e il trio Belngheri-Beu-Morlandi nel folto centrocampo.

Su un campo secco e piccolo la gara si riduce a contrasti e duelli sulle seconde palle: nei primi 45' gli ospiti impegnano a terra l'estremo difensore tigrotto con un tiro dalla distanza di Rankovic sul primo palo, invece un paio di punizioni della Pro Patria, che schiera una formazioni con molti classe 2000, non impensieriscono granché Di Mango.

Ennesime reti bianche (terze consecutive, quinte della seconda metà del campionato, in cui il Monza ha saputo mantenere inviolata la propria porta in sette occasioni) dunque in una prima frazione biancorossa.

La lieve pressione al rientro dagli spogliatoi frutta il gol di Otelè, al suo quinto centro: il resto del podio è appannaggio di Corti (6), Rapisarda (5) e Chilafi (4); progressione di Corti sulla sinistra, appoggio in mezzo e la sfera toccata di tacco da Belingheri si indirizza sul secondo palo, dove Otelè infila sottomisura.

Se da parte del Monza il lento giro-palla inibisce possibilità di raddoppio, da quella della Pro Patria l'ampio spezzone in superiorità numerica (espulso Rudi, reo di un fallo da ultimo uomo su un pallone a scavalcare brianzola) sottolinea la giornata difficile del reparto offensivo.

I cinque giocatori col maggiore numero di presenze iniziali infine sono Beu, Brioschi, Corti, Rudi e Tumino.

Cinque vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte: questo il bilancio esterno definitivo, condito dal +1 nella differenza-reti e soprattutto dal +8 rispetto al girone di andata; ora non resta che aspettare l'ultima giornata altrui.

Questa al momento la classifica delle quarte: Monza 42 punti (26 gare giocate), Catania 38 (21), Carrarese 35 (23), Ascoli 33 (20) e Triestina 31 (21).

Antonio Sorrentino