Brocchi: 'Bello aver visto la reazione dopo il gol subito. Chiuso un ciclo devastante: dal 19 gennaio...'

16.02.2019 18:00 di Redazione MonzaNews Twitter:    Vedi letture
Brocchi: 'Bello aver visto la reazione dopo il gol subito. Chiuso un ciclo devastante: dal 19 gennaio...'

Vi proponiamo la conferenza stampa di mister Cristian Brocchi al termine del pari del 'Bonolis' contro il Teramo.

- Mister, probabilmente il pari non è il risultato che vi aspettavate.
"Noi non ci aspettiamo mai alcun risultato perché devono essere sempre conquistati sul campo. E' normale che la volontà è quella di vincere, ma questa ce l'aveva anche il Teramo. E' stata una partita interpretata bene da noi all'inizio, quando abbiamo espresso una buona qualità di gioco e abbiamo creato almeno 3 palle-gol. Una squadra come la nostra deve riuscire a finalizzare. Invece non ci siamo riusciti. Nella ripresa è diventata una partita sporca, giocata sui duelli e sulle seconde palle. Abbiamo sofferto un po' questo e non siamo più riusciti ad esprimere un buon calcio. Ci siamo quindi messi a battagliare, ma abbiamo preso gol su un episodio. La cosa bella è che abbiamo reagito subito: è anche bello per un allenatore vedere questa reazione dopo un errore o un gol preso".

- Nel girone di ritorno ancora non avete vinto fuori: la preoccupa questo andamento lento fuori casa?
"Tutti pensano che il Monza debba vincere tutte le partite, io dico che se andiamo a guardare tutte le squadre presenti nel campionato non è facile trovarne che vincono sia in casa sia fuori. Oggi si chiude un ciclo devastante per noi: è dal 19 gennaio che giochiamo una partita ogni 3 giorni. Nella ripresa un po' di stanchezza è logico che venga fuori. Io penso che nel campionato di Serie C non si possano vincere tutte le partite, ma bisogna cercare di farlo. E' quello che vogliamo fare anche noi".

- Dopo il pareggio ha creduto nella vittoria?
"Io credo sempre di poter vincere. Deve essere quella la nostra volontà. Poi bisogna fare i conti con gli avversari che mettono in campo voglia e carattere e a differenza nostra possono anche accontentarsi di un punto".