Ecco 5 regali top sotto l'albero di Natale per il calcio giovanile

A cura di Alessandro Crisafulli, giornalista @pedateepalloni
Direttore generale Us Aurora Desio - Settore giovanile
 di Alessandro Crisafulli Twitter:   articolo letto 383 volte
Fonte: Alessandro Crisafulli
© foto di Federico De Luca
Ecco 5 regali top sotto l'albero di Natale per il calcio giovanile

Feste, fine dell'anno. Tempo di regali, buoni propositi, sogni. In Brianza anche tra le società dilettantistiche è un fiorire di party natalizi e scambio di doni.

Ecco allora 5 regali che io metterei sotto l'albero, in tema di calcio giovanile, per il bene di tutto il movimento (almeno secondo me...).

Un kit di bussole, da regalare ai Presidenti delle Società dilettantistiche. In modo che si possano orientare e, i molti che ancora non l'hanno capito, comprendano che occorre investire non solo e non tanto soldi, quanto idee, energie, nella giusta direzione: verso i Settori giovanili e non le prime squadre, che spesso sono solo “palle al piede”.

Una serie di lavagnette, da regalare ai mister della Brianza attivi nei vivai. Servono per “fare la formazione”, ma soprattutto per ricordarsi che la “formazione” più importante, determinante, è quella personale: solo aggiornandosi, arricchendo il proprio bagaglio culturale calcistico, studiando, aprendosi a nuove soluzioni e sperimentazioni, si può migliorare. Bisogna imparare tutti i giorni, anche dai bambini, e chi sente di sapere già tutto e va avanti con il paraocchi, meglio che cambi mestiere.

Una fornitura di temperini. Da regalare ai genitori dei baby calciatori. Per...stemperare le loro aspettative, le loro pressioni, le loro esagerazioni, le loro esaltazioni o depressioni. Per far capire loro che il gioco è dei bambini e bisogna restituirlo loro, senza impossessarsene e senza farne una ragione vita.

Una sveglia. Una enorme sveglia, da regalare a chi comanda il calcio italiano. Perchè realizzi finalmente che ogni sforzo va destinato alla base, che bisogna ricostruire il calcio italiano dalle fondamenta, con una nuova visione, altrimenti il giocattolo si rompe.

Una valanga di sorrisi. Da mettere sotto l'albero di ogni bambino e ragazzo che gioca a calcio in Brianza: per ricordare loro che donare un sorriso a un proprio compagno che ha fatto un assist, a un avversario che ha vinto o fatto un bel dribbling, un allenatore che ti ha dato un buon consiglio, un arbitro che ti ha sgridato, un genitore avversario perfino dopo un urlaccio o un insulto, è sempre...una splendida giocata.

E voi, quali regali mettereste sotto l'albero, per il calcio giovanile brianzolo?

Scrivete! alessandrocrisafulli@libero.it

Commenta questa notizia sul forum!