Esclusiva - Antonelli: 'Ecco come ci muoveremo sul mercato. La Serie B? C'è il rischio che...'

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 1627 volte
Filippo Antonelli Agomeri
Filippo Antonelli Agomeri

Il ds del Monza, Filippo Antonelli Agomeri, ha rilasciato un'intervista a Monza-News tracciando un bilancio sul girone d'andata e parlando del mercato che si è appena aperto.

- Direttore, tracciamo un bilancio della prima parte di campionato dove il Monza è andato al di là delle più rosee aspettativa?  
'E' stato un girone d'andata molto positivo, al di là di qualche piccolo incidente di percorso. E' stato abbastanza lineare come cammino, non abbiamo mai perso due partite di file. L'obiettivo è di cercare di continuare con questo trend. Per farlo dobbiamo tenere la tensione alta, non dobbiamo mai sentirci appagati e dimostrare partita dopo partita che la strada è quella giusta'. 
- Da pochi giorni ha aperto ufficialmente il mercato: come pensa di migliorare una rosa che ha fatto così bene? 
'Non è facile migliorare questa rosa, anche perchè vogliamo  stare molto attenti agli equilibri. In questo momento stiamo pensando a qualche ragazzo che possa inserirsi in questo gruppo per programmare al meglio il futuro'.  

- In uscita ci conferma che partirà Palazzo? 
'Per ora dovrebbe essere soltanto lui in uscita, ha diverse richieste dalla Serie D, ma sta aspettando anche qualche offerta da alcuni club di C, deciderà il ragazzo'.   
- Chi invece ha già deciso di sposare a lungo il progetto Monza è Andrea D'Errico, unico superstite della prima gestione dell'era Colombo... 
'Lui crede in questo progetto, ma anche noi crediamo in giocatori come lui. Sono giocatori che vogliono arrivare in alto con la maglia del Monza. Con noi ha firmato un contratto triennale e penso che resterà a lungo in Brianza'. 
 - Vedendo com'è andata questa stagione, c'è la concreta idea di vedere il Monza già competitivo il prossimo anno per lottare con le primissime della classe? 
'Sono discorsi a cui non pensiamo. Il nostro lavoro è quello di di far capire ai nostri ragazzi che devono dimostrare di meritare questa categoria. Venti partite non bastano per capire se sei o no da serie C. Stiamo creando una mentalità, la strada verso la B è lunghissima. Vi posso fare l'esempio del Piacenza per capire cosa intendo: hanno fatto il nostro stesso percorso con un anno di anticipo, ma dopo i play off dello scorso anno, quest'anno stanno avendo tante difficoltà. Ecco, se cominciamo a pensare di essere forti e di arrivare in B il prossimo anno, corriamo questo rischio'. 
- Si parla tanto di futuro, ma poco del suo: resterà ancora a Monza o spera di fare il salto prima o poi? 
'Sono concentrato sul presente, per me conta solo quello che stiamo facendo qui a Monza. Vorrei che questo progetto andasse avanti e portarlo fino in fondo. in questo momento non sono attratto da altre situazioni'. 

Stefano Peduzzi