Finale Triestina-Monza: due calci di rigore a inizio ripresa affossano il Monza

09.02.2019 18:30 di Antonio Sorrentino   Vedi letture
Finale Triestina-Monza: due calci di rigore a inizio ripresa affossano il Monza

(Servizio offerto da Aroma Caffè - Qui le informazioni)

TRIESTINA-MONZA 3-1 (0-0)

Marcatori: 49' Granoche rig. (T) 59' Granoche rig. (T) 66' Steffè (T) 87' D'Errico (M)

Triestina (4-2-3-1): Offredi; Formiconi, Malomo, Lambrughi, Frascatore (40'st Pizzul); Steffè, Coletti (35'st Bolis); Beccaro (1'st Mensah), Hidalgo (1'st Petrella), Procaccio (30'st Bariti); Granoche All. Pavanel (Boccanera, Matosevic, Libutti, Maracchi, Codromaz, Pedrazzini, Costantino)

Monza (4-3-1-2): Guarna; Lepore, Marconi, Scaglia, Anastasio; Lora (15'st Ceccarelli), Fossati (25'st Palazzi), Armellino; D'Errico; Marchi, Brighenti (10'st Reginaldo) All. Brocchi (Sommariva, Cavaliere, Galli, De Santis, Tomaselli, Bearzotti, Negro, Tentardini, Di Paola)

Arbitro: Sig. Gariglio di Pinerolo (Massimino-Gualtieri)

Ammoniti: Fossati (M) Lambrughi (T) Palazzi (M) Pizzul (T)

94' - Il Monza, protagonista di buone giocate personali nella fase centrale dei primi 45', crolla a inizio secondo tempo: fatali i due rigori trasformati da Granoche nel primo quarto d'ora. Vola la Triestina, forte ora del migliore attacco del girone assieme a quello della capolista (su cui ha rosicchiato un paio di lunghezze). La gara di martedì sera contro il Vicenza, che ha fermato proprio il Pordenone, dirà di più sul Monza: sulle sue capacità di reazione alle difficoltà e sulla tenuta negli scontri diretti

90' - Ammonito Palazzi reo di aver commesso fallo su Steffè: ci saranno quattro minuti aggiuntivi

87' - Calcio di rigore per fallo di mano su traversone di Marchi: dagli undici metri D'Errico sigla il suo sesto centro stagionale

85' - Pavanel completa le sostituzioni a sua disposizione: Pizzul riceve il testimone da Frascatore

81' - Continua la messe di punti della Triestina tra le mura amiche: oltre due terzi del bottino giuliano è stato racimolato sul terreno di gioco casalingo

80' - Azione personale di Petrella, che conclude però molto alto. Coletti lascia intanto spazio a Bolis

75' - La partita ha poco da dire: Bariti rileva Procaccio che esce tra gli applausi, Monza proiettato verso il settimo ko del suo campionato (quarto esterno)

70' - Palazzi-Fossati: ecco il terzo cambio nelle fila brianzole

66' - Procaccio e Petrella avviano una combinazione letale dopo un calcio di rigore reclamato da D'Errico per fallo di Granoche: è Steffè a chiudere l'azione e con ogni probabilità il match

60' - Brocchi getta nella mischia Ceccarelli: l'esterno romano subentra a Lora

59' - Seconda opportunità dal dischetto per i rossoalabardati: Granoche cambia angolo, Guarna ci arriva senza però respingere a dovere. Il penalty è stato concesso per un dubbio fallo di mano di Scaglia

56' - Brighenti costretto a chiedere il cambio: l'ex capitano della Cremonese è vittima di uno scontro di gioco e viene sostituito dal brasiliano Reginaldo

54' - Provvidenziale Lora: la Triestina spreca un contropiede tre contro uno. Mensah serve un pallone impreciso verso il centro dell'area, pallone che non arriva (comodo poteva essere) sui piedi di Granoche. Gli ospiti paiono aver sentito il colpo e sono messi all'angolo, arrivando oltremodo sempre secondi sulle palle

49' - Il buon inizio dei locali porta al rigore conquistato da Procaccio per fallo di Marconi: implacabile dal dischetto Granoche, che spiazza Guarna depositando la sfera alla sua sinistra. Per il bomber sudamericano è il centro stagionale numero otto, gesto che bissa la rete del Brianteo

46' - Pavanel effettua una doppia sostituzione, tornando all'assetto solito: Petrella e Mensah rilevano Hidalgo e Procaccio

45' - Non vengono concessi minuti di recupero: partita piacevole che non regala occasioni in gran quantità. Dopo un inizio di marca triestina è il Monza a dipanare sul terreno di gara la propria classe, sfiorando per due volte, grazie a Brighenti e Lora, il gol del vantaggio. Anche nella seconda frazione di gioco sarà sfida tecnica e tattica tra le due squadre

43' - Procaccio sollecita di nuovo Guarna: il numero uno ospite non è troppo impensierito dal tiro

41' - Pavanel cerca una nuova quadratura tattica: avvicendata la posizione tra Hidalgo e Beccaro nel terzetto dietro Granoche, proprio Beccaro manca l'inserimento (bene Guarna) su appoggio dell'intraprendente Frascatore

37' - I giuliani cercano di spingersi in attacco, ma il Monza sfoggia una fase difensiva ordinata, per poi ripartire in contropiede. Quando il Monza però si getta in attacco pare poter essere più pericoloso, difatti il pubblico del Rocco non è del tutto soddisfatto della prestazione dei propri beniamini

35' - Anche la Triestina può vantare un Torneo Anglo-Italiano in bacheca: ventisei però le partecipazioni dei rossoalabardati, che hanno l'orgoglio di un loro giocaore a rete in una finale mondiale (Colaussi firmò una doppietta in Italia-Ungheria 4-2 nel 1938), nella massima serie. In tre annate ha fatto parte dei giuliani il Ds biancorosso Antonelli

30' - Il capitano dei giuliani è costretto al fallo tattico su Marchi poco dopo la metà campo: dunque una ammonizione a testa

27' - Su assist di Marchi, al solito chiamato a favorire gli inserimenti dei compagni, Lora si infila tra i centrali della Triestina e supera Offredi con un pregevole pallonetto respinto però dalla traversa

25' - Giallo a Fossati per un intervento in ritardo su Beccaro sulla trequarti difensiva biancorossa: sugli sviluppi del calcio piazzato sterile tentativo di esterno da parte dell'argentino Hidalgo

21' - Splendida uscita bassa di Offredi su Brighenti all'altezza dell'area piccola: il Monza, con lanci precisi preferiti alla manovra di aggiramento lungo l'intero arco dell'attacco (fatta dalla Triestina), costruisce la migliore occasione della gara

16' - Il Monza, che ha la classica maglia rossa con banda bianca, ha riconquistato metri grazie al lavoro del centrocampo. La curva locale omaggia Davide Pieri con uno striscione onorando il gemellaggio coi monzesi

14' - Gran giocata sull'out mancino di D'Errico: servizio col contagiri che Brighenti dovrebbe solo spingere nel sacco, ma l'ex carpigiano Frascatore è in anticipo e spedisce la sfera in un corner che non sortisce sviluppi

10' - Qualche idea sul binario salentino Lepore-Armellino invece per gli ospiti: in avanti Marchi detta i passaggi. L'ex rossoalabardato, già vittorioso al Rocco in stagione col Gubbio, effettua un bel cross dalla destra respinto nell'occasione da capitan Lambrughi

8' - Possesso palla a favore della Triestina, oggi in divisa bianca con fascia rossa sul petto: la manovra è orchestrata da Coletti, con i movimenti in attacco affidati alla sapienza di Beccaro

4' - Il Monza replica con una punizione di Anastasio: Offredi, giunto nel mercato dal SudTirol, si oppone coi pugni

2' - Scambio tra Procaccio e Beccaro: destro che Guarna blocca distendendosi alla sua destra

1' - Partiti, dopo aver omaggiato Stefano Furlan a 35 anni dalla sua scomparsa e le dieci giovani vittime del Flamengo

La gara di andata fu l'esordio della proprietà Fininvest (presente Silvio Berlusconi) al Brianteo: al gol di Negro replicò un penalty nel finale dell'uruguagio Granoche. Solo sette anni fa invece la Triestina, che celebra quest'anno il Centenario, militava in Eccellenza: ambizioso ora il progetto del triestino d'Australia Biasin

Per i giuliani, che operano quattro cambi (fuori Pizzul-Maracchi-Petrella-Mensah, dentro Frascatore-Beccaro-Hidalgo-Procaccio) sono cinque le gare senza sconfitte: il Fano vinse al Rocco a Santo Stefano.

Nelle fila rossoalabardate Hidalgo e Procaccio hanno vinto i ballottaggi con Petrella e Mensah: saranno loro a supportare assieme a Beccaro il temibile Granoche. Quest'ultimo sabato ha regalato ai giuliani tre punti e una rimonta incredibile, in virtù del rigore trasformato nei minuti di recupero, nei quali già la truppa di Pavanel aveva impattato (con Maracchi che parte dalla panchina) la gara di Verona. Questo l'elogio dell'allenatore al suo gruppo: "Non abbiamo mai mollato e se ti prendi responsabilità sei un uomo libero"

Rispetto agli undici che hanno superato all'ultimo secondo la Sambenedettese grazie all'eurogol di Anastasio c'è la sola novità di Lora: l'ex Cittadella comporrà la mediana assieme a Fossati ed Armellino, liberando per capitan D'Errico la casella sulla trequarti, stante l'assenza di Chiricò

Scontro ad alta quota per continuare la serie utile e scalare la classifica: il Monza di Brocchi, che dopo il mercato ha conseguito tre successi in casa e il pareggio di Meda, cala sul prestigioso terreno di gioco del Rocco, da cui sinora solo Ternana, Vicenza, Gubbio ed Albinoleffe sono uscite imbattute e il Fano corsaro

Antonio Sorrentino