Gubbio-Monza: le due squadre escono tra i fischi, brianzoli in crisi

01.12.2018 14:10 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 9392 volte
Gubbio-Monza: le due squadre escono tra i fischi, brianzoli in crisi

(Servizio offerto da Aroma Caffè - Qui ogni informazione)

GUBBIO-MONZA 0-0

GUBBIO (4-2-3-1): Marchegiani; Tofanari, Schiaroli, Piccinni, Lo Porto (30'st Pedrelli); Benedetti, Malaccari (30'st M. Conti); Casoli (20'st Battista), Casiraghi, De Silvestro (20'st Campagnacci, 40'st Plescia); Marchi All. Galderisi (Battaiola, Paolelli, Nuti, Malaccari, Conti A., Ricci, Morlandi)

MONZA (4-3-1-2): Guarna; Giudici, Riva, Negro, Origlio; Palesi (25'st D'Errico), Guidetti, Barba; Iocolano; Reginaldo, Ceccarelli (40'st Tomaselli) All. Brocchi (Sommariva, Cavaliere, Galli, Giorno, Brero, Brignoli, Tentardini, Adorni, Otelè)

Arbitro: Sig. Panettella (Lencioni-Del Santo Spataru)

Ammoniti: Tofanari, Marchi, Conti M. (G) Riva (M)

Note: angoli 2-6; recupero: 0'+3'

Continua il momento negativo del Monza: per la seconda volta della gestione Brocchi la porta è inviolata, ma persistono la fatica nella costruzione di palle-gol e la libera inventiva dei talenti offensivi. Le (poche) occasioni sono nel numero distribuite con equilibrio, ma nel merito si denota maggiore cattiveria da parte umbra nella ricerca della marcatura. Un punto a gara è la scoraggiante media di Brocchi: meno di una rete a turno quella di una squadra sempre più nel tunnel

93' - Nessun sussulto nel recupero: un punto per Galderisi, uno per Brocchi

90' - Sfruttando un lancio preciso dalla sinistra, Tomaselli inzucca alto: la posizione era favorevole; saranno tre i minuti di recupero

88' - Ampliati gli spazi: Plescia sul più bello non riesce a servire Marchi da una parte, il Monza ottiene l'angolo numero sei distendendosi a destra

85' Appena entrato in campo, esce Campagnacci: Galderisi completa le sue sostituzioni gettando Plescia nella mischia; Tomaselli invece è la freccia lanciata sul terreno del Barbetti da Brocchi, fuori Ceccarelli

82' - Bel pallone dalla destra: Reginaldo è anticipato a ridosso dell'area piccola

81' - Entrano nel taccuino dei cattivi Riva e Marchi, quest'ultimo reo di aver simulato un fallo in attacco

80' - Alza il baricentro il Monza: pregevole cambio di gioco che innesca Giudici sulla fascia destra (murato), poi D'Errico con testardaggine cerca di sfondare a sinistra

75' - M. Conti e Pedrelli subentrano a Malaccari e Lo Porto: forze fresche per il Gubbio

72' - Sugli sviluppi del quinto angolo brianzolo, D'Errico cerca di seminare lungo il limite dell'area sinistro avversari (senza riuscirvi)

70' - E' il momento di D'Errico: saranno le sue giocate a trascinare il Monza?

68' - Guarna alza sopra la traversa il campanile prodotto dall'inzuccata di Marchi: bene anche l'uscita di pugno sul calcio d'angolo

65' - Campagnacci e Battista rilevano Casoli e De Silvestro quali esterni del terzetto alle spalle di Marchi: un attimo prima diagonale insidioso dei rossoblu dalla destra, autore lo stesso De Silvestro; vediamo come risponderà Brocchi

62' - Non ha alcun effetto neppure il primo tiro dalla bandierina eugubino, conquistato dall'umbro Marchi

60' - Se non sono i ritmi ad alzarsi, almeno le conclusioni ci sono: Guidetti da una ventina di metri lambisce il palo alla sinistra di Marchegiani; la battuta assume pericolosità, in quanto incoccia sul terreno dinanzi all'estremo difensore capitolino

58' - Ancora Marchi sfiora la rete: percussione a sinistra di Casoli, ma la palla servita a Marchi non trova la rete, bensì la ribattuta

56' - Un tiro a giro di Ceccarelli è alla fine un appoggio da fuori a Marchegiani

54' - C'è qualche tentativo di sviluppare gioco sugli esterni, ma ambedue le contendenti ricorrono a falli per fermare queste timide iniziative

51' - I rossoblu padroni di casa al Barbetti hanno pareggiato contro Ravenna, Albinoleffe, Fano, SudTirol e Giana, superando Fermana e Rimini: per il Monza le occasioni corsare si chiamano Verona e Fano

50' - Sanzionato con un giallo Tofanari: punizione decentrata per il Monza dai 30 metri

46' - Squadre che riprendono il campo nei medesimi effettivi

E' un primo tempo senza emozioni particolari quello del Barbetti: i padroni di casa, che hanno riaffidato a Galderisi la panchina da cui aveva portato ai playoff i rossoblu un po' di stagioni fa, sono ordinati e si affidano a contropiedi che danno spesso l'impressione di poter essere importanti; quanto meno alla loro fluidità di manovra non difetta la precisione. Il Monza invece è ancora alla ricerca del bandolo della matassa: concesse le attenuanti delle assenze, ai biancorossi pare mancare sia forza fisica negli inserimenti (Reginaldo è volenteroso, ma solo), sia la consapevolezza delle proprie qualità tecniche, in particolare ai creativi Iocolano e Ceccarelli

45' - Nessun minuto aggiuntivo concesso: è la corretta fotografia di 45' disputati in modo timoroso e senza buone individualità

43' - Angolo conquistato da una bella sortita di Origlio a sinistra: sui suoi sviluppi (cross di Ceccarelli dalla trequarti) mischia che non crea grattacapi

40' - Su una giocata di Guidetti prima e di Palesi poi, Gubbio costretto a spazzare: il liscio di Lo Porto è indice della bruttezza di questa prima frazione di gioco

35' - Ritmo soporifero e tecnica latente: gara poco divertente, il Monza non registra miglioramenti sul piano del gioco (e del cinismo)

31' - Bella la manovra eugubina: dalla destra teso il traversone di Casiraghi, l'intervento di Marchi nell'area piccola è immediato e potente, per fortuna di Guarna la sfera esce alla sua sinistra

30' - I portieri non scaldano i guantoni: sugli sviluppi dell'angolo Marchi si immola sulla velleitaria conclusione di Guidetti

28' - Altro cross potenzialmente pericoloso, ma l'esterno di Iocolano dal fondo della fascia mancina ha la misura errata; aumenta intanto l'intensità dei contrasti a centrocampo

25' - Al solito volenteroso Reginaldo, a bersaglio domenica: una sua azione sulla destra viene sventata da Benedetti, il quale evita la battuta violenta a rete da buona posizione di un compagno del brasiliano

23' - Il Monza non batte al meglio (stavolta con lo specialista Ceccarelli, tra l'altro a segno a Fano) i calci piazzati: così il figlio d'arte Marchegiani risulta del tutto inoperoso

21' - Il duello al momento più interessante è quello tra Marchi e Riva sulle soglie dell'area di rigore monzese

16' - Il copione è assodato: Monza che fa la partita, senza spiccare in pericolosità, Gubbio invece a ripartire spesso uomo contro uomo; sono tre i cambi operati da Brocchi rispetto al faticoso e gagliardo pari contro l'Imolese, ossia Giudici in difesa e il duo Barba-Palesi in mediana (fuori Caverzasi, Galli e D'Errico)

13' - De Silvestro lasciato libero sul vertice destro dell'area ospite: il tiro è murato dalla difesa, che alla fine non concede nemmeno il primo tiro dalla bandierina

10' - Alza il baricentro la squadra di Brocchi: ottenuto il giro-palla, si segnalano due traversoni interessanti, prima di Riva dalla sinistra, poi di Giudici dalla destra

8' - Reginaldo conquista una punizione sul vertice sinistro dell'area di rigore: Guidetti calcia sulla barriera, poi Palesi impatta alzando troppo la mira dalla lunetta

7' - Dalla sinistra Piccinni imbecca a centro area Marchi, il cui colpo di testa è bloccato senza problemi da Guarna: azione però invalidata per fuorigioco

5' - Si comincia al piccolo trotto: lieve predominio territoriale del Monza in questo pomeriggio freddo e soleggiato

1' - Partiti: calcio d'inizio per il Monza, oggi nella divisa da trasferta bianca con banda rossa; i locali sfoggiano la maglia rossoblu, con pantaloncini e calzettoni blu
 

Tra gli eugubini riluce la stella di bomber Marchi, autore di 75 reti tra B e C e in particolare di buone stagioni alla Pro Vercelli: nel giorno del suo debutto Nanu Galderisi, vincitore di quattro scudetti in carriera, non stravolge gli undici-base del suo vecchio capitano Sandreani, esonerato in settimana e dopo 16 stagioni ora lontano dai colori rossoblu. Solo due le novità: Lo Porto per Pedrelli dietro, De Silvestro per Plescia nella cintola superiore.

Il Monza cerca una vittoria tanto importante quanto difficile: sarebbe la seconda della gestione Brocchi e della proprietà Fininvest, ma sarebbe in simultanea il primo ko degli umbri al Barbetti, dove hanno conquistato undici dei loro dodici punti.

Con le punte Cori-Jefferson ai box e Caverzasi appiedato dal Giudice Sportivo, Brocchi è costretto a scegliere da una rosa decimata: si aggiunge in parte alle defezioni D'Errico, che parte dalla panchina dopo una settimana di allenamenti difficile. Desta curiosità il modulo di approccio alla gara: vedremo come i brianzoli si schiereranno nelle prime battute di gioco.

Antonio Sorrentino