Il punto dopo Arezzo-Monza: playoff centrati, ora l'obiettivo..

17.04.2018 15:50 di Antonio Sorrentino  articolo letto 4175 volte
Il punto dopo Arezzo-Monza: playoff centrati, ora l'obiettivo..

Monza sesto: posizione incredibile da ipotizzare ad inizio stagione, essendo una matricola tutt'altro che rinforzata da nomi altisonanti, ma meritata per la continuità delle prestazioni e per la quadratura collettiva, in particolare della difesa.

La Pistoiese, che al momento detiene l'undicesima piazza, ultima utile per i playoff data la casella liberata dalla Coppa Italia, è a -9, col vantaggio degli scontri diretti.

Il Monza vanta inoltre otto lunghezze sull'Olbia, avversario dell'ultima di campionato, che vale l'attuale nono posto: due pareggi consentirebbero ai ragazzi di Zaffaroni di disputare per lo meno il primo playoff regionale al Brianteo (col vantaggio di uscire dai 90' con un pareggio).

Detto che è stata superata l'Alessandria (ciò può interessare in modo relativo vista la probabile conquista da parte dei mandrogni della Coppa della categoria), il Monza ha ora nel mirino Viterbese e Carrarese, rispettivamente a una e due lunghezze: i tusci in particolare sarebbero a portata di sorpasso, dovendo riposare giusto sabato.

Oltremodo a parità di punti il Monza avrebbe anche in questo caso scontri diretti a favore: lo stesso infine con gli apuani, che nelle ultime giornate vivranno tre derby, contro Pistoiese, Livorno ed Arezzo.

(qui la classifica)

La presentazione della 35^

Al Picchi, violato per quattro volte (Alessandria, Cuneo, Pontedera e Monza) nelle ultime cinque occasioni (ma la gara più importante, quella contro il Siena, è stata appannaggio labronico; vedremo se un arrivo appaiati favorirà le triglie), è ospite il Pisa, per quella che qualche mese fa si presumeva essere la gara promozione: sul terreno di gioco nerazzurro il gol di Eusepi illuse il proprio pubblico, accorciando a -5 e levando ai rivali l'imbattibilità.

Trentacinque i precedenti di una rivalità lunga un secolo: il Pisa espugnando Livorno pareggerebbe i meri conti, ma soprattutto quasi azzererebbe le ambizioni dei cugini; Petrone ha vinto due gare su due, levando le briglia all'attacco e regalando una gioia agli astanti dell'Arena Garibaldi dopo circa due mesi.

Sottil nel frattempo è tornato in sella.

Un derby impegna pure la prima della classe: le trasferte sono state di recente indigeste (ko a Monza, Livorno e Pontedera) ai ragazzi di Mignani, escluso il recupero del Garilli sponda rossonera. Occhio al Cavallino Rampante che ha di recente castigato Olbia e Livorno.

Poi due gare al Franchi, contro Cuneo e Piacenza, e la possibile festa di Prato.

Per l'Arezzo martedì ci sarà un altro impegno tra le mura amiche: ospite il Monza, appiedato dal calendario; deferimento (con penalizzazione) e asta le priorità parallele al campo, leva per mantenere entusiasmo sulla piazza.

Si intreccia alla zona playout pure la gara dei tusci: per Sottili (che ha esordito per la seconda volta ancora contro l'Alessandria, poi affrontata nella finale di andata di Coppa) trasferta al Fratelli Paschiero, dove il Cuneo gioca la seconda partita di fila, cosa che farà l'Olbia al Nespoli.

La sfida tra sarde e toscane è completata dalla trasferta smeraldina al Melani: Lucchese e Pro Piacenza completano il quartetto delle squadre tra playoff e playout.

Alessandria (di scena domenica) e Carrarese invece giocano la prima in casa, la seconda in trasferta: per Marcolini, reduce dal terzo pareggio consecutivo, è l'occasione di vendicare il crollo dell'andata, dove era in doppio vantaggio al 63'. Letali Corazza, autore di una doppietta sabato, e Romero.

Invece sono tre le vittorie di fila degli apuani, che hanno già raggranellato otto lunghezze in più del girone di andata.

Come per l'Arzachena (fermata dalla doppietta di Fanucchi sabato), secondo incontro esterno per il Gavorrano: la Piacenza di Pea sarà terra di conquista, dopo aver ceduto allo Stadio dei Marmi?

Per i minerari è l'ultimo treno per la salvezza diretta.

Completa il quadro l'incrocio in Lombardia tra Albè e Lopez: sarà poker gorgonzolese nei confronti diretti, a conferma dell'1 a 0 firmato da Okyere un anno fa? Le sette reti incassate dei lombardi in due match alimentano invero qualche dubbio.

Completati poi martedì i recuperi, mentre il terzetto Viterbese-Lucchese-Pisa sarà l'ultimo man mano a riposo.

Tra i marcatori, dietro Tavano (diciotto gol) fermo ai box ci sono Vantaggiato (quindici) e Ragatzu (quattordici).

Antonio Sorrentino