Il punto sul girone: solo la Pro Patria risponde al Monza. La capolista è a +7 sulla seconda!

 di Antonio Sorrentino  articolo letto 13863 volte
Il punto sul girone: solo la Pro Patria risponde al Monza. La capolista è a +7 sulla seconda!

Si ricomincia con ventuno reti: cinque le vittorie casalinghe, mentre si sono imposti fuori casa Seregno e Darfo, al secondo e terzo successo di fila: si segna a rilento nei primi venti minuti (solo il Levico e lo Scanzorosciate, che porteranno in porto il vantaggio dando ulteriore pepe alla lotta salvezza), si viaggia quasi alla media di un gol a minuto nel finale delle partite (cambiano i risultati di Bolzano, Grumello, Olginate e Scanzorosciate).

La capolista senza bomber Ferrario si appoggia all'estro di D'Errico e alle certezze della difesa (che non prende gol per l'undicesima volta) per liquidare i gemellati lecchesi, prolungando a sei la striscia delle sue vittorie (undici nelle ultime dodici partite) e a cinque quella delle loro sconfitte.

Zaffaroni guadagna punti su tre rivali: la Pergolettese non va oltre le reti bianche al Legler contro un avversario in netto rallentamento (tre punti in sei gare), in una gara piuttosto bloccata nella prima frazione e con qualche equilibrato sussulto nella ripresa (Carletti di testa, Bodini e Piras in diagonale impegnano Pennesi, Ruggeri si fa respingere una conclusione ravvicinata da Leoni), mentre il Ciliverghe, reduce da quattro vittorie di fila, cade a Levico, dove Baido sigla in apertura di partita il solo rigore di giornata e in pieno recupero la prima tripletta del campionato. Solo il Monza aveva battuto Filippini nelle ultime dodici partite.

Non potevano ovviamente vincere entrambe allo Speroni: lo scontro diretto tra Bonazzi e Madonna, oltre a sancire il sorpasso dei tigrotti, che dimenticano in fretta lo scivolone di Darfo, potrebbe aver designato l'antagonista del Monza.

Dopo una fase di studio tra due squadre che giocano a specchio e l'infortunio muscolare di Santana, i padroni di casa trovano il doppio vantaggio con il sinistro di Piras dal limite dall'area e con Gherardi imbeccato da Disabato, vantaggio solo dimezzato nel secondo tempo da Germani, a segno per la terza giornata di fila, su errore di Monzani. Nonostante un paio di occasioni (Seck dalla distanza e Amodeo di piatto) e la vivacità di Morosini, i virtussini non impattano, mentre Gherardi sciupa il contropiede della sicurezza.

In coda lo Scanzorosciate vince nel finale il derby con il Ciserano (tredici punti raccolti nelle ultime otto partite) grazie a Fratus e sorpassa la Virtus Bolzano, che giusto negli ultimi minuti incassa la doppietta dell'ex biancorosso Spampatti, già a tre reti in maglia neroverde.

A metà classifica il giovane Dro cade al Libico, venendo così staccato dalla Grumellese al quarto successo nelle ultime cinque partite: i trentini invece, pur mantenendo un divario rassicurante sulla zona pericolosa, sono in decisa involuzione (terzo ko di fila e mezzo punto di media a partita nelle ultime otto giornate).

Completano il quadro le gare del Seregno e del Caravaggio, ancora troppo distanti dalla zona playoff per dare un altro colore al proprio torneo: i brianzoli si impongono a Lodi grazie al rasoterra di Lillo a inizio ripresa e al destro dal limite di Di Lauri a fine gara; per il Cavenago Fanfulla una crisi senza fine, nonostante una squadra stravolta dal mercato. Sette le sconfitte di fila dei lodigiani superati in classifica dal Levico. Bolis invece trova il terzo risultato utile consecutivo, anche se il pareggio bianconero nel finale lascia un po' di amaro in bocca.

Nel Girone A continuano i cambi in vetta: la Caronnese schianta la Bustese e supera il Chieri (2-2 a Casale) e il Varese, battuto all'Ossola dal Cuneo; ennesimi punti lasciati per strada da Delpiano (ripreso a Bra), mentre il Legnano degli ex Cochis (autore del gol-vittoria), Giussani (70' di buon lavoro per la squadra) e Testini vince per la prima volta in casa.

Le partite della 18^

Cavenago Fanfulla-Seregno 0-2 50' Lillo (S) 87' Di Lauri (S)

Grumellese-Dro 1-0 81' Piantoni (G)

Levico-Ciliverghe 4-2 5' Baido rig. (L) 22' Filippini (L) 42' Baido (L) 85' Galuppini (C) 90' Chinelli (C) 94' Baido (L)

Monza-Lecco 2-0 32' Marcone aut. (L) 66' D'Errico (M)

Olginatese-Caravaggio 1-1 25' De Angelis (C) 91' Ferrari (O)

Pontisola-Pergolettese 0-0

Pro Patria-Virtus Bergamo 2-1 30' Piras (P) 37' Gherardi (P) 61' Germani (V)

Scanzorosciate-Ciserano 2-1 15' Pellegris (S) 45' Iori (C) 90' Fratus (S)

Virtus Bolzano-Darfo 0-2 90' Spampatti (D) 91' Spampatti (D)

Classifica: Monza 47, Pergolettese 40, Pro Patria 38, Ciliverghe-Virtus Bergamo 37, Seregno 29, Caravaggio 27, Pontisola 26, Darfo-Grumellese 24, Ciserano-Dro 21, Olginatese 19, Scanzorosciate 17, Virtus Bolzano 15, Levico 14, Cavenago Fanfulla 12, Lecco 11

____________________________________________________________________________________________________

La presentazione della 18^

Olginatese e Lecco ripetono il terreno di gara: casalingo i bianconeri (vittoriosi senza problemi sullo Scanzorosciate), in trasferta i blucelesti, che dopo aver incassato tre reti dalla seconda della classe sono al cospetto della capolista che ha alla portata il sesto successo consecutivo, dopo quelli su Ciliverghe, Ciserano, Seregno, Pergolettese e Dro.

Alle spalle del Monza la Pergolettese deve dare il proprio meglio per espugnare il Legler, dove è passata sinora la sola Virtus Bergamo: Curti non ha ancora pareggiato e, visti i passi falsi dei blu tra le mura amiche (pari con il Seregno e appunto la gara con la Virtus Bergamo) dopo il filotto di sei successi, potrebbe essere questo il risultato. Si sfidano il secondo migliore attacco casalingo (diciannove reti) e il secondo migliore attacco esterno (quindici reti).

Deve approfittare del calendario (proprio turno favorevole, avendo il Levico conseguito un solo punto in casa, tra l'altro nella sola gara in cui il suo attacco è rimasto a bocca asciutta) il Ciliverghe del capocannoniere Galuppini: quattro le vittorie di fila dei bresciani, sei nelle ultime sette giornate; Filippini deve approfittare del calendario anche perché per il podio si gioca allo Speroni, dove la Pro Patria, fermata dopo otto vittorie consecutive, tenta il sorpasso ai danni dei ragazzi di Madonna. All'andata le due squadre, che dovrebbero contendere al Monza la promozione, pareggiarono 2-2.

In coda deve fare punti il Cavenago Fanfulla, reduce da sei sconfitte di fila (quattro delle quali con un solo gol di divario) e a -1 dalla retrocessione diretta, ma la nuova gestione Andreoletti sinora vanta un pareggio e una vittoria: invece lo Scanzorosciate, che in questo lasso di tempo ha raddoppiato i propri punti, è atteso dal solo incrocio provinciale di giornata. Il Ciserano non pareggia da sei gare. La Virtus Bolzano, che sembra aver trovato qualche garanzia realizzativa da Khedim, a segno da tre giornate consecutive, ha conquistato i due terzi del proprio punteggio al Druso, ma ha segnato in casa meno che tutti, tranne la Grumellese: Lomi inoltre ha perso quattro volte nelle ultime cinque esibizioni.

Completa il programma la partita del Libico: giallorossi euforici, visto che in due terzi di campionato hanno settuplicato i propri punti, ma ancora timidi davanti ai propri tifosi, che hanno assistito a sole due vittorie e soprattutto gioito solo per tre gol.

Otto le partite con due rigori trasformati, sei quelle senza marcature: quale dato toccherà la decina per primo?

Antonio Sorrentino

Commenta questa notizia sul forum!