Le pagelle: Liverani, prodezza indimenticabile. Negro promosso all'esordio dal 1'

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 2138 volte
Le pagelle: Liverani, prodezza indimenticabile. Negro promosso all'esordio dal 1'

Monza - Pisa: le pagelle a cura di Luca Viscardi.

Liverani 10 – attento nel primo tempo – quando controlla due parabole velenose che volteggiano sulla sua testa – si dimostra molto sicuro nella ripresa respingendo due tentativi in sequenza di Maltese e Negro. La sua partita perfetta, da 8 in pagella, diventa indimenticabile nel finale: parare un rigore contro il Pisa, sotto la curva occupata dai tifosi ospiti, vale un punto e un meritatissimo dieci!

Carissoni 6 – Maicol Negro è giocatore frizzante e vivace, e il terzino monzese bada più che altro a contenere l’esterno pisano. Compito riuscito con piena sufficienza, visto che lo stesso Negro gli sfugge solo in due occasioni.

Negro 7 – in campo per l’infortunato Caverzasi, ricambia la fiducia di Zaffaroni con una prova ordinata e di sostanza. Si fa apprezzare per un paio di anticipi su un tipo tosto come Eusepi e per l’intervento che in avvio di ripresa toglie la sfera a un giocatore neroazzurro a pochi passi da Liverani. Promosso.

Riva 6,5 – meno appariscente di Negro ma ugualmente determinante, coordina al meglio una retroguardia che si fa sorprendere in pochissime occasioni. Preziosissimo un suo intervento ad impedire la battuta di Eusepi nel finale, nell’ultimo episodio di gara non sembra commettere fallo ai danni dell’attaccante neroazzurro.

Tentardini 6 – ad una partenza a ritmi bassi fa da contraltare una crescita evidente nella seconda frazione di gioco. Diligente e attento, ha sui piedi un’occasione ghiotta al 90’ per sbloccare la partita, ma probabilmente il mix di fatica ed emozione lo annebbia al momento della conclusione. L’impressione è che possa essere crescere ed essere più incisivo.

Giudici 6,5 – disputa un primo tempo piuttosto anonimo, nel quale resta ai margini del gioco. Nella ripresa invece cresce vistosamente, ricamando almeno due palloni interessanti per la coppia offensiva: purtroppo entrambe le sue intuizioni non vengono sfruttate al meglio.

Guidetti 6,5 – rimedia un giallo al 18’ per un fallo su Negro: forse questa ammonizione gli consiglia maggiore prudenza per il proseguimento della gara. Invece nella seconda frazione appare più tonico ed incisivo, consentendo ai biancorossi di essere ben più pericolosi rispetto ai primi 45’. Ottima la collaborazione con Giudici e Cogliati, da attestare la sua posizione in occasione del rigore: forse è il suo intervento quello reputato falloso dal sig. Zanonato.

Galli 6 – vince il ballottaggio con Perini e Palesi e contribuisce a dar man forte alla mediana biancorossa. Come tutta la squadra cresce nella ripresa, anche se risulta il giocatore meno appariscente della linea mediana.

D’Errico 6 – non è pomeriggio per giocatori tecnici: il numero 10 biancorosso impiega un po’ a “misurare” il terreno di gioco, e prosegue l’intera  partita viaggiando a corrente alternata. Protagonista dell’episodio dubbio in area pisana al 34’ del primo tempo, prova a impensierire Petkovic con un paio di conclusioni da fuori e per un soffio non arriva a correggere in porta un cross di Barzotti.

(Gasparri s.v. – scampoli nel concitato finale)

Ponsat 5,5 – altro giocatore che per caratteristiche tecniche ha sofferto molto il campo pesante. Tanto movimento ma poca incisività negli ultimi metri: sulla sua pagella pesa l’occasione mancata al 48’, la più nitida confezionata dai biancorossi.

(Cogliati 6,5 – impatto molto positivo sul match: al primo tentativo impegna subito Petkovic con un bel mancino, poi nel finale confeziona un pregevole assist per Tantardini. E’ vero, spreca anche un contropiede potenzialmente pericoloso, ma il suo ingresso dà una sferzata alla linea offensiva biancorossa.)

Barzotti 6 – affrontare “in campo aperto” la coppia Lisuzzo – Ingrosso è compito assai arduo. L’attaccante biancorosso prova allora a lavorare ai lati del bunker, facendo valere un po’ di astuzia: ci riesce con due belle intuizioni – al 48’ e al 72’ – che generano altrettante occasioni per Ponsat e Giudici. Nel complesso prova generosa e sopra la sufficienza, nonostante appaia un po’ macchinoso  e si macchi di qualche errore di misura: ha potenziale per fare di più!

(Palazzo s.v. – poco più di 10’ nel finale, ingiudicabile)

All. Zaffaroni 7 – tante le insidie di questa gara: un campo non adatto al gioco manovrato e al talento di esterni veloci, una squadra con valori tecnici ed esperienza superiore, qualche assenza … Il tecnico biancorosso propone una squadra accorta e ordinata, che riesce a creare almeno due occasioni importanti. Alle difficoltà in fase offensiva si contrappone la solidità della retroguardia, molto più difficile da strutturare: in prospettiva può essere soddisfatto della gara dei suoi.

Arbitro sig. Zanonato di Vicenza 5,5 – più di un dubbio: dalla tribuna il contatto tra D’Errico e un difensore pisano è parso netto, mentre il rigore assegnato in pieno extra time ad Eusepi (che rivolge le spalle alla porta con due biancorossi oltre a Liverani dietro lui) sembra piuttosto generoso.

Pisa – Petkovic 6; Mannini 6,5 (Birindelli s.v.), Ingrosso 6, Lisuzzo 6,5, Filippini 6; Izzillo 6 (Zammarini s.v.), Gucher 6, Maltese 6; Negro M. 6,5 (Di Quinzio 6), Eusepi 5, Masucci 5,5 (Giannone s.v.). All. Gautieri 6.

Commenta questa notizia sul forum!