Parla l'ex Riva (Albinoleffe): "Vi racconto la mia esperienza in biancorosso. E sulla partita di domani, credo che..."

19.04.2019 11:00 di Marta Nava Twitter:    Vedi letture
© foto di Alberto Mariani
Parla l'ex Riva (Albinoleffe): "Vi racconto la mia esperienza in biancorosso. E sulla partita di domani, credo che..."

Tre giornate alla fine, nove punti ancora in gioco, tutto ancora da decidere. Tre squadre, tre avversari da affrontare: Albinoleffe, Fermana e Sudtirol. Brocchi ha ancora a disposizione queste giornate prima di disputare la finale di Coppa Italia e i playoff. Chiudere bene la stagione deve essere l'obiettivo principale e raggiungibile per D'Errico e compagni. Domani sera Albinoleffe-Monza, partita importantissima per entrambe le squadre: la compagine bergamasca ha bisogno di una vittoria per poter uscire dalla zona playout, trovandosi 17esima a quota 37 punti. Per il Monza sarà invece una trasferta delicata e importante, da non sottovalutare visto che tra gli avversari avrà due volti noti. Il primo è quello di Sasha Cori, attaccante classe 89, approdato in biancorosso nella stagione 17/18, autore di 10 gol su 42 presenze. Il secondo è quello di Ruggero Riva, difensore classe 90, arrivato nel Monza nella stagione 16/17 collezionando ben 89 presenze in biancorosso. A gennaio, dopo la rivoluzione Monza, è approdato all'Albinoleffe fino a giugno 2019 e si presta ad affrontare una gara contro la sua ex squadra. In occasione della partita, siamo riusciti ad intervistarlo per capire quali sono le emozioni e le sensazioni che prova in vista di domani. 

Ruggero, da dove nasce la tua passione per il calcio? C'è un giocatore a cui ti ispiri?

Il calcio è sempre stato un hobby fin da piccolo ma, con l'arrivo in Prima Squadra ai tempi della Tritium, ho trovato degli esempi importanti che mi hanno fatto capire che impegnandomi e lavorando sodo tutti i giorni avrei potuto provare ad avere un futuro nel mondo del calcio. Partendo da questo, il giocatore a cui mi sono sempre ispirato è Alessio Dionisi, attuale mister dell'Imolese, che mi ha preso sottobraccio nei primi anni da professionista e che anche fuori dal campo mi ha sempre trasmesso dei valori importanti.

Parlaci un po’ della tua esperienza in biancorosso.

Il bilancio in biancorosso è sicuramente positivo: in due anni e mezzo ho saltato solo una partita e quindi penso di aver dato un contributo importante alla squadra e di aver lasciato un buon ricordo ai tifosi del Monza.

Il momento più bello che ti è rimasto impresso nella memoria?

Il momento più bello è stato sicuramente quando abbiamo vinto 2-0 a Livorno lo scorso anno, che ha confermato l'importante percorso iniziato l'anno prima dalla Serie D e che ci ha permesso di riaffermarci come identità biancorossa. Domani che effetto ti farà giocare contro la tua ex squadra? Sicuramente non sarà una partita come tutte le altre, però in questo momento devo pensare solo all'AlbinoLeffe e cercare di ottenere un risultato importante per il nostro finale di stagione.

Che partita sarà quella contro il Monza?

Per noi sarà la partita della vita contro un avversario che ha dimostrato tutta la sua forza raggiungendo la Finale di Coppa Italia. Auguro loro la vittoria della Coppa per il blasone della società e per i tifosi che meritano di gioire.

Parliamo della tua attuale squadra. Il girone vi ha penalizzato secondo te?

La classifica è oggettiva e dimostra quanto il nostro girone sia equilibrato. Soprattutto in queste ultime partite è evidente come tutti possano vincere contro tutti. Speriamo di fare risultato anche contro una squadra fortissima come il Monza.

Hai un sogno nel cassetto? Se si, quale?

Sono arrivato in una società importante, che merita più della posizione di classifica in cui ci troviamo. Spero di poter raggiungere la salvezza, per poter continuare il mio percorso professionale in una splendida realtà come quella dell'AlbinoLeffe

Marta Nava