Parola all'esperto di mercato - Schira: 'Il Monza ha il piglio della grande, come rinforzi...'

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 1145 volte
Schira con Pessotto
© foto di Pietro Mazzara
Schira con Pessotto

- Nicolò Schira, giornalista de 'La Gazzetta dello Sport'.  Nelle scorse settimane hai visto il Monza per la prima volta in questa stagione. Impressioni?  

'Assolutamente positive. Ho visto un Monza con il piglio da grande squadra. Solido in difesa e micidiale in attacco. Una squadra decisamente ben organizzata, in cui si vede la mano di un buon tecnico come Zaffaroni. Guardando Seregno-Monza ho avuto quasi la sensazione di assistere a una gara fra squadra di diverse categorie. Questo Monza, con tre-quattro innesti di livello, potrebbe dire la sua anche in Lega Pro'.ù


- Tu hai seguito in passato anche le vicende del Pavia Calcio. Hai visto delle analogie con questo accaduto al Monza dopo la gestione Armstrong e il seguente fallimento? 

'Le similitudini sono numerose, a partire dall'epilogo del fallimento. Al Monza è andata un filo meglio (ripartenza dalla D per i biancorossi, dall'Eccellenza per i pavesi), ma su entrambe le vicende si potrebbe scrivere un libro grottesco di barzellette per raccontare quanto accaduto. Mi auguro che in futuro personaggi come Armstrong e Zhu non compaiano più nel calcio. Servono imprenditori seri e non canta-storie che illudono i tifosi parlando di A o addirittura di Champions League come i cinesi a Pavia per poi sparire lasciando debiti a tutto spiano. A proposito di analogie, sia Armstrong che Zhu - in prossimità del fallimento - hanno scaricato i club a 1 euro a soggetti trash. Di Stanislao e Nuccilli sembravano usciti più da un film con Christian De Sica che dall'imprenditoria romana'.


- Sei un grande esperto di mercato. Che consigli daresti al Monza per il mercato che aprirà a gennaio? 

'L'organico mi sembra ben strutturato e a volte nel mercato invernale si rischia solo di minare gli equilibri. Zaffaroni sta gestendo bene il gruppo e ruotando tutti gli elementi della rosa. La difesa è in assoluto la migliore del girone e l'attacco ha tanti elementi di spessore. Forse prenderei un vice Guidetti in mezzo al campo. Per il resto mi aspetto solo due-tre operazioni in uscita da parte di Antonelli. Il grosso del lavoro è già stato fatto in estate e mi sembra che i risultati siano evidenti'.
 

- Qual è stato il giocatore del Monza che ti ha colpito maggiormente? 

'Mi ha colpito D'Errico ma non è una sorpresa. Lo conosco dagli inizi della sua carriera e sinceramente mi chiedo cosa ci faccia ancora in Serie D. Qualche anno fa sembrava pronto per il salto in B: lo voleva il Bari ma poi la trattativa è saltata e lui si è un po' perso nelle vicessitudini societarie della Pro Patria. Barzotti e Guanziroli, invece, mi hanno impressionato: confesso che conoscevo poco entrambi e a Seregno hanno disputato una grande partita'.

 

 

Commenta questa notizia sul forum!