Passo e chiudo - RIP Davide Astori, il tragico destino che mi ha riportato alla mente la morte di Morosini

04.03.2018 19:00 di Gabriele Passoni  articolo letto 6582 volte
Passo e chiudo - RIP Davide Astori, il tragico destino che mi ha riportato alla mente la morte di Morosini

Ci ha lasciato il capitano della Fiorentina Davide Astori,31 anni, colto da malore in albergo nel ritiro di Udine. Così come accaduto il 14 aprile di sei anni fa quando mori' Piermario Morosini sul campo di Pescara, il campionato si è fermato in segno di lutto e rispetto per questa tragica morte.

Quel giorno io ero a San Siro per vedere il Milan e ricordo una volta nello stadio che mi dissero che la partita non si sarebbe giocata perche' era morto un calciatore del Livorno. Oggi si ripete la stessa storia che accomuna due grandi professionisti ben voluti da tutti. Davide aveva iniziato nel Ponte San Pietro in provincia di Bergamo, poi era passato al Milan che lo aveva girato prima al Pizzighettone e alla Cremonese per poi fare il grande salto in seria A col Cagliari che poi lo riscatto'. Rimase in Sardegna diversi anni per poi passare alla Roma per una stagione ed infine alla Fiorentina dove era diventato leader e capitano indiscusso.

Conta 14 presenze in Nazionale (era in panchina nello spareggio con la Svezia) e il suo unico gol con la nazionale lo ha fatto in Confederation Cup contro l'Uruguay in finale nel 2013. Ultimo gol di un giocatore del Cagliari quarant'anni dopo il precedente fatto da un certo Gigi Riva.

Questo professionista rispettato e ammirato da tutti, lascia una moglie e una figlia Vittoria di due anni a cui siamo vicini. Riposa in pace

Gabriele Passoni