Serie D, il punto su poule scudetto e play off

 di Redazione MonzaNews Twitter:   articolo letto 3413 volte
Serie D, il punto su poule scudetto e play off

In serie D si è tornati in campo oggi. Il Monza ha guardato con attenzione la sfida tra Mestre e Cuneo, giocata alle ore 15 e terminata sul 2-1 (succede tutto nella ripresa: dopo l'iniziale vantaggio piemontese ad opera dell'uomo-promozione, i padroni di casa ribaltano il risultato nel quarto d'ora finale, decisivo il neo-entrato Bussi); per effetto di questo risultato domenica 21 si disputerà Cuneo-Monza, mentre mercoledì 24 Monza-Mestre chiuderà il gironcino. Nel Girone 2 gara del tutto anonima nella serata di ieri: secondo tempo contrassegnato da maggiore ritmo, ma comunque minime occasioni, coi romagnoli che puniscono i ragazzi di Destro sr. all'ultimo guizzo; netto successo pugliese al Pirina invece nel Girone 3, con Montaldi che si fa perdonare una svirgolata da buona posizione precedente e neroazzurri che, come il Ravenna, riprenderanno il loro torneo con tre punti e le mura amiche.

Poule Scudetto

G1) Mestre-Cuneo 2:1 68. Papa (C) 75. Sottovia (M) 87. Bussi (M)
G2) Fermana-Ravenna 0:1 82. Broso (R)
G3) Arzachena-Bisceglie 0:2 49. Montaldi (B) 62. Petta (B)

________________________________________________________________________________________________________

Le ex rivali del Monza si affrontavano invece nelle semifinali per l'accesso alla graduatoria dei ripescaggi: le formazioni ospiti erano chiamate a prevalere sulle padrone di casa entro il 120', ma in nessuno dei due campi sono serviti i tempi supplementari; come accennato in sede di presentazione, favorite dalla condizione delle ultime settimane erano Ciliverghe e Virtus Bergamo, favorite lo sono state in modo concreto, in quanto bresciani e alzanesi hanno conquistato col medesimo punteggio di 2-1 la finale.

Al Voltini gara subito in discesa per i cremaschi, a rete con Manzoni, abile nel freddare Cavalieri dopo un preciso triangolo con Dimas: dopo pochi giri di orologio i bianconeri replicano con l'esperto Porcino, libero di battere Leoni su cross di Seck. Decide la sfida, dopo qualche occasione non trascendentale su entrambi i fronti, l'ex biancorosso Magrin, a segno sul finire della prima frazione con una pregevole punizione sul primo palo; a parte un'uscita su Dimas lanciato a rete e una respinta su Pedrabissi i ragazzi di Madonna non rischiano poi granché. 

Allo Sterilgarda sono invece confermati i valori delle trentaquattro giornate, in cui i bustocchi avevano subito due sconfitte e undici lunghezze ad opera del Ciliverghe: la punizione di Galuppini, capocannoniere del torneo ancor di più decisivo, incoccia il palo e va in buca dopo una prima metà frazione guardinga e calda. La partita, che aveva perso il secondo protagonista (Bertazzoli) dopo l'argentino Santana, ai box causa adduttori, si accende quanto a ritmo e punteggio, con Disabato a rete a inizio ripresa dopo un paio di azioni sul finire del primo tempo; la Pro Patria sfiora il vantaggio con Gherardi e Disabato, sollecitando Lancini sino alla frittata difensiva che esalta Chinelli. Nel finale espulsi il tigrotto Colombo e mister E. Filippini.

Nel Girone A la finale sarà Varese-Gozzano: all'Ossola la partita si dipana piacevole, per la qualità degli interpreti e la quantità delle chances da rete: decide la rovesciata iniziale di Viscomi, protagonista a inizio secondo tempo di un salvataggio sulla linea prealpina; Caronnese in dieci per il doppio giallo a Galli, ma sprecona con Caputo che a colpo sicuro trova solo l'esterno della rete. Nel Varese che non chiude la contesa con Scapini (fermato anche dalla traversa) c'è gloria per l'ex Berretti del Monza Zazzi. Dal derby in Piemonte emerge il Gozzano: Borgosesia espugnata per la prima volta stagionale.

Play Off - Girone B
Ciliverghe-Pro Patria 2:1 26. Galuppini (C) 47. Disabato (P) 68. Chinelli (C)
Pergolettese-Virtus Bergamo 1:2 5. Manzoni (P) 9. Porcino (V) 44. Magrin (V)

Antonio Sorrentino

Commenta questa notizia sul forum!