Torregrossa e Campinoti sbattono contro un ottimo Gazzoli

Buone le prestazioni di Torregrossa e Campinoti, tuttavia il migliore in campo è il portiere degli ospiti, che blinda il risultato con almeno tre parate determinanti.
 di Luca Viscardi  articolo letto 767 volte
Torregrossa e Campinoti sbattono contro un ottimo Gazzoli

CASTELLI 6 – reattivo e puntuale nelle uniche due circostanze in cui è chiamato in causa, subisce una rete senza alcuna responsabilità.

ZENONI 6 – prestazione diligente anche se non sempre continua per intraprendenza e intensità: ha come attenuante la “giornata no” di Anghileri che lo costringe a dedicarsi principalmente alla fase difensiva.

ZULLO 6,5 – Il più sicuro e ordinato del pacchetto arretrato: disinnesca Zaza con una serie di anticipi puliti e tempestivi. Sarà un caso, ma il Viareggio passa in vantaggio proprio dopo la sua uscita dal campo.

BOSCARO 5,5 – uno spezzone con qualche sbavatura di troppo: non serve un liberissimo Iacopino in una proiezione offensiva e perde Cristiani (trattenendolo vistosamente) in occasione del gol: certo l’errore è dell’intero reparto, tuttavia si poteva fare meglio.

FIUZZI 5,5 – meno preciso e meno reattivo di Zullo, spazza l’area biancorossa badando al sodo sprecando qualche pallone di troppo. Sfiora il gol con una bella acrobazia, ma è in parte responsabile in occasione della rete avversaria.

CATTANEO 6,5 – nessuna incertezza nonostante venga schierato come terzino sinistro per la prima volta in stagione. Sicuro e ordinato, non concede spazio all’avversario diretto.

ANGHILERI 5 – Monguzzi gli concede una maglia da titolare dopo diverse presenze collezionate dalla panchina: purtroppo più ombre che luci in un pomeriggio nel quale spreca una buona occasione da rete e commette una lunga serie di errori anche banali.

RAVASI 6 - pochi minuti ma sufficienti per sfiorare la rete: solo una prodezza di Gazzoli gli nega il gol.

VALAGUSSA 5 – opaco e spento come raramente lo si è visto. Il talento biancorosso fatica a trovare una posizione in campo rimanendo ai margini del gioco per buona parte del match.

LEWANDOWSKI 6 – i suoi calci piazzati sono un’arma che consente al Monza di creare pericoli; in un primo tempo con troppe pause appare contratto e impreciso, mentre nella ripresa si rivela più tonico e attento.

CAMPINOTI 6,5 – il biancorosso più vivace nel primo tempo: libero da compiti difensivi  spinge con continuità sulla propria fascia mettendo la firma sulle principali iniziative biancorosse. Nella ripresa alza presto bandiera bianca.

TORREGROSSA 6,5 – ottimo il suo impatto sulla gara: confeziona due palle gol che soltanto uno strepitoso Gazzoli gli nega. Si candida ad un posto da titolare per la gara di ritorno.

IACOPINO 5,5 – schierato come attaccante in appoggio a Colacone partecipa meno del solito alla costruzione della manovra. Qualche buona iniziativa nel primo tempo – quando spreca anche un’occasione – ed un paio di punizioni nella ripresa non bastano per strappare una sufficienza.

COLACONE 5 – Un tiro (per giunta ribattuto) ed un cross velenoso in 90’: la squadra lo serve poco e male, tuttavia l’esperto attaccante fa poco per mettersi in luce.

All. MONGUZZI 6 – Se alcune scelte individuali paiono criticabili, è altrettanto vero che il suo Monza si rivela più vivace e reattivo rispetto a quello delle ultime esibizioni. Con un pizzico di fortuna in più sarebbe arrivato un pareggio, ma quest’anno il Brianteo è stregato per i colori biancorossi.


Arbitro FABBRI 5 – Otto ammonizioni in una partita tesa ma corretta sono troppoe. Fiscale nel primo tempo, nella ripresa sorvola su un paio di interventi al limite e lascia correre sull’evidente trattenuta in area di cui è vittima Anghileri.

Viareggio: Gazzoli 8; Fiale 6, Conson 6, Carnesalini 6,5; Pellegrini 5,5, Pizza 6, Berardocco 6 (Maltese s.v.), Cristiani 6,5, Martella 5,5 (Licata 6); Cesarini 5 (D’Onofrio 6,5), Zaza 6. All. Cuoghi 6.

Commenta questa notizia sul forum!