domenica, Aprile 11, 2021
Home Altri sport IL Rugby Monza scende in piazza

IL Rugby Monza scende in piazza

Una piazza Duomo così non l’aveva mai vista nessuno a Monza. Venerdì 9 Settembre, alle 21 circa, la folla già presente e in attesa dell’inizio dello spettacolo previsto secondo la scaletta di Monza Più, si è improvvisamente trovata circondata da un gruppo di persone con indosso una maglietta rossa che ad un certo punto si sono messe a ballare sulle note del tormentone di questa estate: ‘Danza Kuduro’.

Il segnale di via che ha “scatenato l’inferno” è stato una palla da rugby lanciata da un bambino salito a sorpresa sul palco. Dopodiché un centinaio fra atleti del club, parenti, amici e simpatizzanti si sono scatenati in un balletto che ha incluso anche alcuni movimenti tecnici dello sport del rugby come le touche (l’azione in cui un giocatore viene sollevato da due compagni per prendere la palla lanciata da una rimessa laterale).

Il tutto è durato poco più di tre minuti, al termine dei quali Paolo Carcassi – Presidente del Rugby Monza – è salito sul palco per ringraziare i presenti e l’organizzazione di Monza Più che ha permesso al Club di allestire quello che è stato il primo e più grande flash mob a tema rugbystico in Italia e non solo.

“ Volevamo far conoscere la realtà del nostro club e dello sport del rugby in modo insolito, simpatico e che colpisse tanto la città così da farci ricordare a lungo. – spiega Paolo Carcassi – Gli spazi destinati alle associazioni sportive in centro a Monza nella settimana prima del Gran Premio costituiscono già di per sé un’ottima vetrina, ma non volevamo accontentarci di esserci come tutti gli altri. Il flash mob, per l’effetto a sorpresa, la capacità di raggiungere e incuriosire le persone che si trovano nel luogo in cui viene fatto senza sapere che ci sarà e anche per la sua forza comunicativa ci è sembrato l’idea migliore. Non è stato semplice convincere e coinvolgere gli atleti all’inizio, ma ben presto in molti sono stati contagiati dall’entusiasmo dei promotori dell’iniziativa e alla fine buona parte dei nostri giocatori si è prestata al ‘gioco’: dai piccoli del minirugby con i loro genitori, ai ragazzi e ragazze delle U14 e 16, alle seniores maschili e femminili, fino ai nostri appassionati e fedeli Old. E il risultato è stato un successo!”

Il flash mob di piazza Duomo era solo la punta di diamante della campagna di comunicazione ‘Senza sostegno non si avanza’ organizzata dal Rugby Monza per promuovere il rugby cittadino e portare tanti giovani alla palla ovale fin dai 5 anni per la stagione 2011/2012 ormai alle porte. Sempre nell’ottica di organizzare qualcosa che fosse fuori dagli schemi, nello spazio dedicato in area Cambiaghi, infatti, il Club ha allestito uno stand non solo con un piccolo campetto per le dimostrazioni di gioco, ma anche con due postazioni XBOX in cui venerdì e sabato è stato possibile giocare al nuovo Rugby World Cup 2011. Un modo innovativo per coinvolgere i più e meno giovani e invogliarli a scoprirne di più su questo sport che, rispetto ad altri, soffre un po’ di mancanza di attenzione ed è spesso vittima di ingiustificati timori da parte dei genitori, ma che in realtà può essere considerato una vera palestra di vita.

La campagna di comunicazione proseguirà anche la settimana prossima con l’Open Day organizzato al campo sportivo di via Rosmini 71 dalle 14.30 alle 19, dove sarà possibile assistere a dimostrazioni di gioco, provare in prima persona e richiedere tutte le informazioni necessarie per le iscrizioni al club

Ufficio Stampa Rugby Monza – stampa@rugbymonza.com

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO