sabato, Luglio 2, 2022
HomeCalcioCriscitiello duro: 'L'Italia del pallone va a rotoli, ecco chi c'era ieri...

Criscitiello duro: ‘L’Italia del pallone va a rotoli, ecco chi c’era ieri da Lotito…’

“L’Italia del pallone va sempre più a rotoli e chi ci comanda non sta facendo nulla per interrompere questa emorragia”. Così Michele Criscitiello, direttore di TMW, sulla situazione del calcio italiano oggi nel suo editoriale. Che prosegue.

“Gabriele Gravina, Presidente della Figc, è rimasto sulla sua poltrona dopo il fallimento mondiale. Si è piazzato dietro Mancini a fungere da scudo ma il flop Nazionale non è mai stato affrontato. Polvere sotto al tappeto e via. Il conto, quando arriverà novembre, però sarà sempre più salato e da italiani non possiamo dimenticarci il danno che questa Federazione ha procurato a tutto il Paese. Gravina e Mancini sono ancora lì ma la speranza di un futuro diverso non c’è. E’ morta insieme al sogno mondiale. Gravina sta consumando troppe energie con le battaglie personali. Quelle che a noi non interessano e non servono neanche ai tifosi. Prima le strategie sui fondi, poi il sogno di portare i play off in serie A, la battaglia per togliere la Salernitana a Lotito, con un futuro tutto da scrivere in tribunale, adesso il prosieguo con la doppia proprietà tra Napoli e Bari e i tentativi di trovare un acquirente alla Sampdoria, quando Ferrero era al gabbio. Questi non sono problemi di Gravina. I suoi problemi devono essere altri. Anche sull’indice di liquidità ha perso la sua battaglia e dalla Fifa ha perso la stima dei vertici. Insomma, non siamo messi bene in campo ma neanche dietro la scrivania. La Federazione avrebbe bisogno di fare una bella pulizia ma, dopo Palermo, nessuno si è assunto le proprie responsabilità. Il solito gioco a nascondino che non porterà benefici a nessuno. Intanto ieri sera Infantino ha rovinato la settimana a Gravina. Il numero 1 della Fifa, quindi del calcio mondiale, è andato a far visita a Formello a Claudio Lotito, nemico numero 1 del Presidente della Figc. C’era anche Joe Barone della Fiorentina. Incontri non casuali testimoniati in esclusiva su Sportitalia. La presenza di Infantino di domenica sera a Casa Lotito è un segnale chiarissimo. La Fifa è contro la FIGC e nella guerra made in Italy ha preso posizione. Un bel problema per il nostro calcio se Infantino si schiera in questa maniera così evidente. Forse la strada che abbiamo preso, come Figc, non è proprio quella giusta. E la colpa non è solo del Mondiale in Qatar” ha concluso Criscitiello.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO