martedì, Luglio 5, 2022
HomeAC MonzaAccadde oggi: 1 luglio 1979 il punto più alto del Calcio Monza

Accadde oggi: 1 luglio 1979 il punto più alto del Calcio Monza

1 LUGLIO

1965 Sono passati quarantasei anni da quando uno dei più grandi presidenti del Calcio Monza, Claudio Sada ha rassegnato le dimissioni dopo aver garantito alla squadra della sua città un altro campionato tra i cadetti.

Per il 1912 si prospetta un’estate difficile ma la tempra dei brianzoli consente ugualmente alla compagine cittadina di iscriversi al campionato 65/66 presentando in Lega un Comitato di Reggenza composto da Amico, Cazzaniga, Ferrazzi, Fumagalli, Gatti, Pavia, Radaelli, Rodino e Tagaliabue.

1979 serie B, spareggio promozione Pescara – Monza 2-0, nulla da fare, per il terzo anno consecutivo i ragazzi di patron Cappelletti mancano l’approdo alla serie A. Se però nelle stagioni precedenti la debacle avvenne inaspettatamente e contro ogni pronostico, oggi la resa dei Magni boys era nell’aria già durante i giorni immediatamente precedenti la contesa di Bologna. I freddi numeri hanno costruito l’altare sul quale è stato sacrificato l’agnello brianzolo: da Monza sono partiti un treno speciale, meno di dieci pulmann e alcune auto private per un totale di 5000 sostenitori, una cifra che oggi farebbe scalpore ma non 27 anni fa, quando da Pescara e da tutto il centro Italia sono confluiti nel capoluogo emiliano tre treni speciali, 200 pullman e centinaia di auto private per oltre 30000 scatenati tifosi biancazzurri ai quali si sono aggiunti 5000 spettatori bolognesi. All’ingresso in campo delle squadre la pur massiccia presenza biancorossa è stata soverchiata dal resto dello stadio petroniano brulicante di bandiere e vessilli pescaresi, tale supremazia ha notevolmente influenzato i giocatori avvilendo i nostri ed esaltando gli adriatici tanto che il Monza per tutto il primo tempo ha fatto da sparring partner agli avversari che si sono portati in vantaggio al 40’ grazie al più comodo dei colpi di testa di Pavone lasciato colpevolmente solo a tre metri da Marconcini. Negli spogliatoi Magni riesce a ricaricare i suoi uomini ma solo per il primo quarto d’ora della ripresa quando Silva e Ronco impegnano il portiere avversario finché Pallavicini, fino a quel momento tra i migliori, non serve involontariamente Cinquetti che appoggia in area a Nobili per la battuta a rete che trova Giusto sulla traiettoria, deviazione maligna, la palla s’impenna e supera beffarda l’incolpevole numero uno biancorosso. Il resto della gara serve solo ai canti dei tifosi abruzzesi inneggianti alla serie A che nemmeno un mese prima sembravano aver perduto irrimediabilmente e a Vincenzi che mima una pedata in faccia dell’attore Pavone fintamente dolorante e rotolante a terra, Monza in dieci e Pescara promosso

2 LUGLIO

1953 si riunisce al Teatro Villoresi l’assemblea dei soci del Calcio Monza chiamata a ratificare il nuovo direttivo dopo le dimissioni del presidente Peppino Borghi. Vengono eletti il comm. G.B. Pastori quale presidente, il dr. Massimo Brigatti ed Ettore Tagliabue quali vice. Il programma della nuova stagione pone come obiettivo la conquista della serie A con la conferma di Annibale Frossi in panchina

1961 Coppa delle Alpi, Monza – Bienne 4-1 il Simmenthal Monza ospita gli svizzeri del Bienne per il ritorno del turno eliminatorio schierando la seguente formazione: Cacciatori (Rigamonti), Tellini, Magni A., Dalio, Riva, Latini, Brugola (De Asti), Campagnoli, Regalia, Bersellini e Cignani.

Gli elvetici cercano il riscatto dopo la scoppola subita in casa in occasione della gara di andata ma il Monza si dimostra superiore e regola il Bienne con identico punteggio grazie alle reti di De Asti, Regalia e alla doppietta di Campagnoli

3 LUGLIO

1971 nasce a Milano Ruggero Radice terzino cresciuto nelle giovanili , dopo una stagione a Leffe ha vestito la casacca biancorossa dal 1992 al 1996 collezionando 116 presenze e 6 reti

6 LUGLIO

1958 Coppa Italia, girone eliminatorio, 5′ turno, Como – Monza 2-1 Fraschini

1967 nasce a Varese Stefano Pellegrini difensore proveniente da Varese ha giocato nel Monza nella stagione 87/88, coincisa con la promozione in B, quando disputò 29 incontri con la casacca biancorossa. In carriera ha giocato nella massima serie a Genova sponda blucerchiata, Roma con i lupacchiotti e Udine

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO