mercoledì, Giugno 16, 2021
Home AC Monza Agosti (Giorno Lodi): "Gli errori dirigenziali hanno svantaggiato la squadra. Il Monza?...

Agosti (Giorno Lodi): “Gli errori dirigenziali hanno svantaggiato la squadra. Il Monza? Merita la promozione, ma la partita di oggi…”

Questa settimana, in vista della 25esima giornata di campionato, il Monza affronta il Cavenago Fanfulla, fanalino di coda del girone. I ragazzi di Mister Zaffaroni, dopo la vittoria in casa contro il Levico, si apprestano a una trasferta vicina ma non da sottovalutare: per mantenere i 10 punti di distacco dalla Pergolettese, dovranno scendere in campo con la mentalità giusta. Per conoscere un po’ di più l’imminente avversario del Monza, abbiamo intervistato il giovane giornalista del Giorno di Lodi, Nicola Agosti, grande appassionato di sport e soprattutto di calcio.

Nicola, tu segui il Cavenago Fanfulla e sei un giornalista: raccontaci come hai unito entrambi gli interessi.

Sono un collaboratore per Il Giorno edizione Lodi dai primi giorni di febbraio del 2016. Oltre a lavorare per il quotidiano sono uno studente al secondo anno di scienze storiche. Non so dirti cosa mi piaccia del mio lavoro perché mi piace tutto. Nonostante la fatica e i sacrifici è ciò che voglio fare e ne sono sempre più convinto. Al di fuori del giornalismo ovviamente sono un grande appassionato di tutti gli sport, predilezione per calcio e basket, di storia e politica. Per il giornale mi occupo, oltre al Fanfulla, di pallavolo, basket e tutti gli altri sport considerati ‘minori’, anche se per me sono tutti allo stesso livello. Inoltre mi occupo di cronaca bianca e, talvolta, di nera.

Cosa ne pensi quest’anno del girone in cui è stato inserito il Fanfulla?

Il girone B? Molto tosto. Secondo me è uno dei più completi. Nonostante sia uno di quelli che predilige l’utilizzo dei giovani per farli crescere, penso che la regola che ne impone l’utilizzo abbassi leggermente il livello tecnico. Non dico che i giovani visti fino ad ora non meritino di giocare in D, ma molte volte gli allenatori sono costretti a dover lasciare in panchina giocatori fondamentali per il loro gioco per far spazio ad un giovane. Tornando al girone però, penso che ci saranno ancora tante sorprese da qui al termine della stagione perché ogni domenica abbiamo almeno un risultato sorprendente.

Perché il Fanfulla si trova in ultima posizione secondo te?

Per il Cavenago Fanfulla è la classica annata storta. Ci sono stati degli errori a livello dirigenziale, e questo penso lo abbiano capito tutti, però molte volte c’è stata davvero tanta sfortuna. Ovviamente poi una squadra giovane quando continua a cadere fa fatica ad alzarsi, ma con l’arrivo in panchina di Solimeno sto vedendo una squadra diversa, più ordinata, con più voglia e che sicuramente lotterà fino all’ultima giornata. A mancare però è soprattutto un attaccante di categoria, quello che ti fa 10/15 gol. Purtroppo l’esperimento Spampatti, nonostante le qualità che il giocatore ha, non ha funzionato e Galtarossa praticamente è un nuovo acquisto visto i problemi fisici di inizio stagione. Adesso Spiranelli come punta centrale, supportato da un ‘raccordo’ tra centrocampo e attacco, sta funzionando bene, ma anche Forbiti, che ha caratteristiche diverse dal primo, potrà dare tanto giocando prevalentemente di sponda permettendo così agli esterni di penetrare. Dietro è fondamentale la tenuta dei centrali Boi-Anelli, mentre con Alvitrez a centrocampo, affiancato da D’Errico o i vari Di Cesare Ferrari che sono giocatori di rottura, i bianconeri hanno trovato un giocatore ordinato che imposta bene il gioco.

Oggi la squadra ospiterà il Monza: un giudizio sui biancorossi?

Sul Monza c’è poco da dire. è la squadra migliore del girone, la più completa e i risultati ottenuti fino ad ora sono più che meritati. La rosa è quasi completamente composta da giocatori di una categoria superiore e la promozione se dovesse arrivare (vorrei dire che ormai è più che una formalità ma non vorrei attirare le ire di qualche scaramantico) è davvero più che meritata per una società storica del nostro calcio.

Quindi pensi che i verdetti siano già scritti o ti aspetti ancora qualche sorpresa?

A mio avviso per quanto riguarda i playoff non ci saranno grandi sorprese. Le squadre che vi parteciperanno sono le quattro virtualmente qualificate al momento e non penso ci saranno cambiamenti. Bisogna solo capire chi sarà la seconda (come favorita vedo la Pro Patria seguita da Virtus Bergamo e Pergolettese per concludere con il Ciliverghe). Pontisola, Caravaggio e Seregno, nonostante non abbiano distacchi incolmabili e ottimi giocatori, le vedo troppo discontinue per sperare in un miracolo. Per quanto riguarda invece retrocessione diretta e playout si rimarrà con il dubbio fino all’ultima giornata. Non so al momento dire le due squadre maggiormente accreditate alla retrocessione diretta, ma sono sicuro che ci saranno delle sorprese. Il Lecco è in gran ripresa, il Levico Terme ha ottime potenzialità e come detto il Cavenago Fanfulla è in ripresa. Sono curioso di vedere se il Dro riuscirà a dare uno strappo decisivo o dovrà sudare fino all’ultimo per non passare dai playout.

Che partita ti aspetti di vedere oggi?

Nonostante sia il classico testacoda, nonostante il Monza sia praticamente imbattibile e il Cavenago Fanfulla non vinca da più di tre mesi, oggi sono convinto che non sarà una partita scontata. Già all’andata i bianconeri hanno dimostrato di poter rimanere in partita dopo la prima mezz’ora di smarrimento (e una formazione totalmente sbagliata). Difficile pensare ad una vittoria degli uomini di Solimeno, ma per il Monza non sarà una passeggiata e sono sicuro che questo gli ospiti lo sappiano e in settimana si siano preparati nei minimi dettagli. Non escludo sorprese.

Marta Nava

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Marta Nava
Marta Nava
Marta Nava, da sempre antichista ma dal cuore biancorosso. La passione per il Monza Calcio viene ereditata dal padre e dal fratello che la introducono al Brianteo quando lei era ancora adolescente. Segue assiduamente il Monza dalla stagione 2006/2007 e versa lacrime amare quel famigerato 17 giugno, giorno in cui promette a se stessa di tifare per sempre Monza e di riversare lacrime copiose come quel giorno ma di gioia. Laureata in Lettere Classiche, inizia a collaborare con Monza-News 7 anni fa nella gestione del forum e successivamente le viene affidata una rubrica che si occupa di intervistare i membri delle società avversarie in vista delle partite in campionato. Il suo sogno biancorosso nel cassetto è vedere il Monza in serie A contro Inter, Milan e Juventus.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO