lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeAC MonzaBerretti - Gli episodi condannano Monguzzi: la Giana Erminio vince di misura

Berretti – Gli episodi condannano Monguzzi: la Giana Erminio vince di misura

- Advertisement -

Giana Erminio-Monza 3-2 (1-0)

Marcatori: 36’ Maspero rig. (G) 63’ Ahmetaj (M) 69’ Fumagalli (G) 79’ Brusa aut. (M) 81’ Ahmetaj (M)

Giana Erminio: D’Aniello, Benatti, Stanzione, Brambilla, Marcandalli, Caferri (71’ D’Elia), Bonella, Arnanno (71’ Carlini), Fumagalli, Maspero (90’ Martelli), Ferrigno (50’ Cereda) All. Chiappella (Rovelli, Besana, Ausanio, Colleoni, Di Lernia, Nappo, Cobucci)

Monza: Cristini, Falzoni, Perego (74’ Robbiati), Bernacchi, Principi, Tumino (46’ Brusa), Ranzetti (62’ Ahmetaj), Calabrò, Locati (62’ Barra), Pioloco (62’ Longo), Corti All. Monguzzi (Landi, Sacchini, Caronni, Zito)

Arbitro: Sig. Bassi di Cremona (Arcaini-Pizzamiglio)

Ammoniti: Stanzione, Marcandalli, Ferrigno (G)

Brusa, Caronni, Dalmiglio e Longo sono avvicendati da Bernacchi, Ranzetti, Pioloco e Locati: queste le mosse tattiche (e non solo) di Riccardo Monguzzi, che cerca di rimettersi in carreggiata dopo il ko interno col Renate, ma che sarà superato 3-2.

I padroni di casa, schierati col 5-3-2, si affidano a lanci lunghi per ripartire, rilanciando Fumagalli (classe 2000, al rientro nella categoria dopo un inizio stagione in panchina nella Prima Squadra) e Maspero, mentre il Monza prova a fare la partita, specie sull’asse di destra, con Ranzetti, Falzoni e Pioloco: la coppia Corti-Locati è invece chiamata a battagliare contro i cinque marcatori della difesa biancazzurra.

Equilibri che si rompono con un rigore dubbio, assegnato per la trattenuta commessa da Calabrò probabilmente fuori area: il classe 2001 Maspero lo realizza, mandando il pallone da una parte e Cristini dall’altra.

Seconda frazione col Monza che prova a spingere con maggiore decisione, essendo Ahmetaj, Barra e Longo scelte offensive: è bravo però Cristini a sventare il raddoppio della Giana Erminio, pericolosa con Ferrigno, lesto a rubare la palla a Principi e ad involarsi verso la porta brianzola.

Ahemtaj entra poi (sesto della rosa) nel tabellino marcatori, piazzando di prima intenzione sul primo palo il puntuale appoggio di Barra, e il Monza in seguito cerca di premere soprattutto col tecnico Falzoni sulla fascia destra, ma è letale il contropiede milanese: il sinistro non irresistibile di Fumagalli batte Cristini, distesosi in tuffo.

Il Monza pare frastornato e una decina di minuti dopo un pasticcio difensivo chiude i conti: retropassaggio di Brusa, entrato a inizio secondo tempo, e Cristini si trova preso in contropiede.

Ahmetaj alimenta di nuovo la speranza di fare risultato, con un interno sul primo palo che supera D’Aniello: il passaggio di Robbiati era stato spostato con la giusta rapidità; sono infine Longo e Robbiati a mancare nel finale il rocambolesco 3-3, che avrebbe consegnato al Monza il primo pareggio della stagione.

Comunque sarà una sconfitta di cui fare tesoro: occorre accrescere il mestiere, migliorando nella finalizzazione, per rimanere per esempio al passo di formazioni come Como e Giana Erminio, risultate vincitrici, ma delle quali il Monza è parso all’altezza. Dopo non aver per la prima volta racimolato punti esterni, si torna finalmente a casa: il Gozzano sarà tra una settimana, prima della sosta, accolto al Monzello.

FONTE FOTO: COPPOLA

Antonio Sorrentino

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Antonio Sorrentino
Antonio Sorrentino
Antonio Sorrentino, Umanista e storico di calcio. Collaboro con Monza-News dal 2014: ho iniziato dalla Berretti e poco dopo mi sono ritrovato operativo in Tribuna Stampa a raccontare le gesta della Prima Squadra. Nel corso degli anni ho presentato avversari e turni, aggiornando risultati e statistiche. Dal 2018 ho cominciato a scrivere sulla carta stampata (Giornale di Monza e testate Netweek) Collaboro con Sprint e Sport. Altre passioni: leggere noir, scrivere canzoni e collezionare Subbuteo. Il motto: «Rotola», perché come l'acqua, l'amore è la nebbia il calcio si rinnova. Giri la pagina e ci sono altre partite: il calcio è emozione immediata, ma richiede senso critico perché possa essere memoria dell’Agorà. C'è strada sotto le scarpe, le luci dell' U-Power Stadium sono accese: scambio di gagliardetti.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO