lunedì, Giugno 27, 2022
HomeAC MonzaCovid Serie B, Cellino (Brescia): 'Voglio impugnare la delibera sullo stop cadetto....

Covid Serie B, Cellino (Brescia): ‘Voglio impugnare la delibera sullo stop cadetto. In alcuni club decidono i funzionari, è il caso del Monza..’

Il presidente del Brescia Massimo Cellino ha parlato alla Gazzetta dello Sport, spaziando tra Covid e il suo Brescia:

“Non faccio mai interviste, ma adesso parlo perché ho tante cose da dire. Il calcio è cambiato, molti colleghi non ci sono più e non ho riferimenti. La A paga gli agenti quanto la B i giocatori: scherziamo? In Inghilterra le regole sono diverse, in Italia ce ne sono ma non si applicano: si prova solo a fregare l’altro con tante furbate. Ci hanno svuotato gli stadi e gli sponsor sono calati, ma ho dovuto pagare tutto lo stesso senza avere un euro dallo Stato. Sono spaventato, c’è chi sta peggio e tace. Chiudano pure il calcio, ma ci paghino i danni!“.

Vedo cose vergognose. L’anno scorso la Salernitana ha vinto a tavolino con la Reggiana che non partì per la trasferta e adesso si è fatta fermare dalla ASL. Sento gente che vuole rinviare le partite. Sa chi lo dice? Gli “impiegati”, non quelli che mettono i soldi. Io faccio calcio per professione, invece in altri club decidono i funzionari: è il caso del Monza. Voglio impugnare la delibera dell’assemblea che ha varato lo stop. Si è convocata quest’ultima senza menzionare l’ordine del giorno, quindi è nulla. Io ho chiesto se erano pazzi: avremmo potuto giocare solo noi, abbiamo preso soldi dalle TV per questo ed è stata un’occasione sprecata”.

Politica? Draghi deve capire che le società sono imprese. Siamo sull’orlo del fallimento e speriamo in un miracolo nascondendo i problemi. Ci sono migliaia di dipendenti, impegni sociali da rispettare. Il Premier deve capire che soffriamo. Ci sorprendiamo quando leggiamo di plusvalenze, fallimenti, come fossero una novità. Chi l’ha permesso? La Federazione! Le leghe non hanno più potere di controllo, si guardi la Salernitana”. 

Sono bastati 2-3 casi Covid per fermare alcune squadre, altre giocano con tanti positivi: è assurdo. A inizio stagione avevo 3 tesserati no vax, ho intimato loro di cambiare idea altrimenti non sarebbero venuti in ritiro. Ora tutti hanno la terza dose perché noi rispettiamo le regole. Ci vogliono le p***e per far vaccinare la gente”.

L’unica speranza per non fallire è la promozione, in tanti ci sperano dopo quelle di Venezia e Salernitana. Tutti si indebitano, abbiamo perso 50 milioni di incassi. Proprietà straniere? Voglio vedere chi sono, da dove arrivano i soldi. In Inghilterra ti vivisezionano, qui arrivano sconosciuti con denari di chissà dove. Quando sono arrivato qui pensavo Brescia fosse solo un hobby, invece mi sono affezionato. Mi trovo bene e ho investito tanto. La squadra è competitiva, possiamo vincere se i giocatori fanno quello che sanno. La bellezza della B è che possono trionfare in tanti, non solo chi spende”.

Mercato? Siamo in 28, giochiamo in 14. Dovremo vendere qualche giocatore anche bravo. Inzaghi vuole i trentenni ma io non sono d’accordo. Io ho messo in discussione il mister come metto in discussione sempre anche me stesso. Si sta formando ed è una persona perbene: gli allenatori mi stanno antipatici perché non hanno attributi, lui invece li ha. Ci scontriamo ed è deciso. Non voglio fare la formazione, ma voglio conoscere i motivi di certe scelte: se si perde, pago io. Entrambi vogliamo la A, ma dobbiamo fare una politica da Brescia spendendo quel che possiamo e valorizzando i calciatori. Il nostro settore giovanile produce talenti tutti italiani, qui la terra è fertile e non per mio merito. Inzaghi deve capire che col trentenne puoi vincere, ma col giovane vai lontano”.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Sandro Coppola
Sandro Coppola
Sandro Coppola. Collaboro dal maggio 2014 per la testata Monza-News.it, arrivando a produrre più di 5000 articoli nel complesso. Sono attivo inoltre, a partire da fine 2018, per Football Wikiscout, una pagina calcistica presente su Facebook, Twitter ed Instagram di analisi, statistiche ed approfondimenti sul mondo del calcio. Alcuni dei miei pezzi vengono poi utilizzati dal sito Football Scouting.it. Dal 2012 mi diletto inoltre come dirigente o collaboratore esterno per società calcistiche dilettantistiche del lecchese e monzese. Seguo il Monza da 25 anni ma amo il mondo pallonaro in generale dall'infanzia e sono affascinato dalla cultura calcistica olandese. Appassionato anche di tennis, hockey roller e volley, sci alpino, non disdegnando il basket europeo e Nba.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO