venerdì, Luglio 1, 2022
HomeAC MonzaDe Cenco e Vita ci portano in finale!

De Cenco e Vita ci portano in finale!

BASSANO – MONZA 1-2

VITRUS BASSANO (4-3-3) Cano; Toninelli, Bertoli, Ghosheh, Bizzotto; Proietti (dal 53’ Mateos), Correa, Carteri; Ferretti (dal 69’ Furlan), Zizzari, Berrettoni (dal 53’Longobardi). (Ambrosio, Zanella, Stevanin, Gasparello). All. Rastelli (squalificato, in panchina Turato).

MONZA (4-3-1-2) Castelli, Franchino, Franchini, Cattaneo, Anghileri; Valagussa, Grauso, Vita (dal 89’ Laraia); Gasbarroni, Finotto (dal 64’ Morao), De Cenco (dal 79’ Ravasi).(Pazzagli, Bugno, Giorgi, Nitride). All. Asta.

ARBITRO: Sig.Pezzuto di Lecce (D’Apice – Berti). Quarto uomo sig. Piccinini di Forlì.

MARCATORI: 76’ De Cenco, 87’ Vita, 94’Mateos.

NOTE: giornata grigia, terreno in buone condizioni, spettatori 1.000 circa.

AMMONITI: Zizzari, Proietti, Ferretti, Longobardi, Carteri (B), Franchini, Grauso, Cattaneo (M).

Calci d’angolo 8-5

Recupero 1’+4′

BASSANO DEL GRAPPA – “dentro o fuori”, “tutto in 90”,” ne resterà soltanto una”: queste le espressioni che riassumono l’importanza del match odierno tra Virtus Bassano e Monza. Veneti e Brianzoli si affrontano nella semifinale play off di ritorno che sancirà quale delle due squadre contenderà al Venezia la promozione in Prima Divisione.

L’importanza della posta in palio richiama al Mercante qualche tifoso giallorosso in più rispetto alla media del campionato, mentre i biancorossi possono contare sul sostegno di circa 300 supporters giunti in Veneto con un pullman e tante auto private.

Il tecnico Rastelli, costretto a seguire i suoi dalla tribuna a causa del rosso rimediato al Brianteo, cambia tre elementi rispetto all’undici in campo sette giorni fa: Toninelli rileva l’infortunato Basso in difesa, mentre Proietti e Zizzari rilevano rispettivamente Mateos e Longobardi a centrocampo e in attacco.

Asta conferma invece la squadra che ha vinto al Brianteo, con Franchino e Gasbarroni in campo fin dal via nonostante qualche acciacco patito in settimana.

Ritmo, aggressività e cambio di passo sono le armi con le quali i biancorossi proveranno a “togliere ossigeno” ai tessitori di gioco giallorossi (i vari Correa, Berrettoni, Carteri…) che non mancano di tecnica ma che risultano meno incisivi quando aumenta la velocità del gioco.

Alle 16 puntuali il fischio del sig. Pezzuto avvia la contesa. I tifosi biancorossi scaldano subito la voce per sostenere Grauso e compagni. Buono l’avvio dei padroni di casa, che iniziano con il piede sull’acceleratore: al 3’ è bravo Cattaneo ad intercettare un suggerimento per Zizzari al limite dell’area . Il Monza replica con uno scambio ravvicinato Finotto – Gasbarroni al 7’, ma il numero 10 biancorosso scivola al limite dei 18 metri senza riuscire a chiudere il triangolo.

Al 10’ bella ripartenza di De Cenco che innesca Finotto: il biondo attaccante biancorosso da sinistra converge al centro e lascia partire un destro sporcato da Toninelli con il corpo. La gara è frizzante, con capovolgimenti di fronti frequenti ma senza conclusioni “pulite”: al 13’ invenzione di Ferretti che elude Anghileri e lancia Toninelli sulla fascia, ma il cross del giovane terzino sorvola l’intera area brianzola senza creare pericoli. La manovra del Bassano cresce di intensità: al 17’ filtrante di Correa per Berrettoni, Franchini si rifugia in angolo. Due minuti dopo splendido ricamo di Gasbarroni che ricama un pallone per Finotto. Servito a centro area, il numero 11 si muove con un attimo di ritardo consentendo a Cano di anticiparlo. Minuto 20: Proietti blocca con un braccio una ripartenza di Vita nella metà campo biancorossa: il seguente cartellino giallo, il secondo della gara dopo quello comminato a Zizzari, fa infuriare il pubblico di casa. Al 24’ ancora Gasbarroni in versione assist-man: filtrante per De Cenco che converge da sinistra al centro dell’area e conclude guadagnando un corner. Sul seguente cambio di gioco Franchini e Berrettoni si strattonano a metà campo, stavolta il giallo è per il monzese.

La partita è intensa e vivace, con il Bassano maestro nel far circolare palla guadagnando metri ed il Monza che si affida alle scorribande del suo tridente. Al 31’affondo di Valagussa a sinistra che vale un corner: dalla bandierina scambio Vita-Gasbarroni e centro di Cattaneo, la cui conclusione viene rimpallata dalla difesa di casa. Rapido cambio di gioco – ennesimo – e Ferretti scaraventa al centro un cross teso sul quale Zizzari è in anticipo e Berrettoni in ritardo. Finotto ancora protagonista al 33’, ma il suo colpo di testa su preciso cross di Franchino è troppo altro per impensierire Cano. Proteste dei padroni di casa al 38’, che vorrebbero un rigore per l’intervento di Anghileri in piena area che stoppa un cross dell’imprendibile Ferretti.

Pericolosissimi i padroni di casa al 43’, con Bertoli che manca di un soffio la zuccata su corner di Correa; il Monza chiude il tempo con uno scambio impreciso tra Vita e De Cenco al limite dell’area. I ragazzi di Asta hanno speso molte energie, peccato per un paio di occasioni che avrebbero potuto essere sfruttate meglio. Il Bassano si è segnalato per le folate di Ferretti, il migliore dei suoi come sette giorni fa al Brianteo.

La ripresa si apre con una clamorosa occasione sciupata dai veneti: preciso triangolo tra Correa e Carteri che, ricevuta la palla di ritorno nel cuore dell’area, calcia incredibilmente a lato di un immobile Castelli. Al 48’ replica biancorossa, con Vita che calcia dal limite chiamando Cano alla parata centrale. Al 52’ occasionissima sciupata da Gasbarroni che anticipa Ghosheh e supera Toninellli: purtroppo il suo esterno destro dai 18 metri si spegne di poco a lato strozzando in gola l’urlo dei monzesi.

Al 53’ Rastelli – tramite il suo secondo Turato – toglie dalla contesa Berrettoni e Proietti per Mateos e Longobardi, entrambi titolari nel match del Brianteo. Il match resta vibrante, con il Bassano che preme con continuità conquistando due corner in un minuto (58’). Giallo pesante al 61’ per Grauso, che era diffidato. Il Monza è in affanno, il Bassano è completamente riversato nella metà campo biancorossa: al 63’ gran botta di Bertoli, stavolta di piede, e gran risposta di Castelli che salva il risultato. Asta capisce le difficoltà dei suoi ed inserisce Morao al posto di Finotto per puntellare la mediana.

A metà ripresa Rastelli toglie Ferretti ed inserisce l’ex biancorosso Furlan. Il Monza soffre, Cattaneo è costretto alle maniere forti per fermare Zizzari e rimedia il giallo.Tra il 71’ e il 72’ due opportunità per Bertoli, che ci prova prima con un violento calcio piazzato, che termina alto, poi con un colpo di testa ampiamente fuori dallo specchio. Ben più pericoloso il tentativo orchestrato da Correa e concluso dallo stesso difensore Bertoli due minuti dopo: per fortuna dei biancorossi la conclusione è centrale.

Quando il Monza vive il suo momento più difficile ecco il sussulto che scompagina il match: minuto 61’, percussione di Vita sulla sinistra e scambio con Gasbarroni. Il talento biancorosso calcia con il destro dal limite dell’area e colpisce il palo più lontano: la palla carambola a centro area dove De Cenco è in agguato e, con il sinistro, firma il gol del vantaggio. L’attaccante brasiliano pazzo di gioia corre a festeggiare sotto la tribuna occupata dai supporter biancorossi.

Il Bassano accusa il colpo, e neppure un minuto dopo il Monza potrebbe raddoppiare. Vita salta secco Bizzotto e, dal lato corto dell’area, serve un perfetto rasoterra al centro: velo di Gasbarroni e palla per Morao, che tutto solo spreca mandando altissimo. Il vantaggio rasserena i biancorossi: al 84’ Cano prova a rilanciare il gioco velocemente, Grauso stoppa la palla in zona centrale e tenta un pallonetto che si spegne appena sopra la traversa. Ora si aprono molti spazi per i biancorossi: al 85’ conclusione di Vita parata da Cano, poco dopo lo stesso numero 7 non riesce a servire il neo entrato Ravasi con i veneti completamente sbilanciati in avanti. E’ il preludio al raddoppio, che realizza lo stesso Vita con un destro angolatissimo che fulmina Cano a due minuti dal fischio finale.

Al 4’ di recupero infortunio per Valagussa, costretto ad uscire in barella. Il Bassano calcia una punizione con Correa, bravo a servire Mateos che dal cuore dell’area supera Castelli e firma il 2 a 1. Il match non finisce: anche Cattaneo va ko ed i biancorossi chiuderanno in 9 uomini!

Dopo 7’ di recupero il fischio del sig. Pezzuto libera la gioia dei biancorossi: il Monza espugna il Mercante con una prova attenta e generosa e guadagna il pass per la finale play off contro il Venezia!

LUCA VISCARDI

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO