lunedì, Luglio 4, 2022
HomeAC MonzaDELBUE: "UNO SMOTTAMENTO DIETRO L'ALTRO. ECCO COM'E' ARRIVATA LA RETROCESSIONE"

DELBUE: “UNO SMOTTAMENTO DIETRO L’ALTRO. ECCO COM’E’ ARRIVATA LA RETROCESSIONE”

Monza-News ha chiesto il parere dei giornalisti della stampa nazionale e locale sulla retrocessione dei biancorossi. Partiamo Parte con un’analisi di Matteo Delbue (giornalista della Gazzetta dello Sport e de L’Esagono)

Chi l’avrebbe mai detto ad inizio anno, quando la dirigenza

biancorossa prospettava ai tifosi un campionato a ridosso dei playoff?

La retrocessione non è certo figlia della mazzata di ieri. A portare il

Monza in Seconda Divisione sono stati i tanti, troppi errori commessi

in questa stagione dall’entourage monzese. Tutto ha inizio un anno fa,

quando la società decide senza dare troppe spiegazioni di separarsi da

mister Cevoli al termine di una stagione non esaltante, ma sicuramente

positiva. Seguono decisioni sbagliate a ripetizione: l’ingaggio di

allenatori non all’altezza della situazione (Verdelli su tutti), le

cervellotiche decisioni del governatore ombra Clarence Seedorf (assente

nel giorno del fallimento sportivo del suo progetto), l’assenza di

dirigenti con solide competenze calcistiche, gli pseudo-rinforzi

invernali come Masini e Vignaroli. Uno smottamento dopo l’altro. Non è

bastata la chiamata (tardiva) di un vero allenatore come Motta per

salvare il Monza dal baratro…

Matteo Delbue

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO