giovedì, Gennaio 27, 2022
HomeAC MonzaEramo è uno spettacolo. Giù Russo e Stefano

Eramo è uno spettacolo. Giù Russo e Stefano

Westerveld 7: Il portierone olandese sta tornando ad essere la saracinesca di inizio campionato. Sfida il freddo e la pioggia con una divisa a maniche corte, salva il Monza con una paratona su Zecchin che devia sul palo. Sempre abile nella rimessa lunga con i piedi. Sulla rete di Pisano non può davvero nulla.

Esposito 6: Dennis viene schierato al posto di Tuia per cercare di arginare la velocità  degli avanti ospiti. Non va mai in affanno però, un po’ intimorito, non riesce a dare continuità  alle discese sulla fascia. 

Fiuzzi 7: Con Cudini in appoggio ritrova la consueta abilità  nel tamponare gli attacchi avversari. Il temutissimo Ebagua si vede poco ed evidentemente il merito è anche suo. Nella seconda frazione due sue eleganti discese producono pericoli per la porta di Moreau. 

Cudini 7: Torna in campo dopo le due giornate di squalifica e la difesa biancorossa ne trae beneficio. Impeccabile nelle chiusure, aiuta i compagni anche nelle fasi più difficili del match ed inoltre ha il grande merito di segnare la rete del vantaggio del Monza. Cosa poteva fare di più? 

Barjie 6,5: Simon è un gladiatore ed un professionista esemplare. Va avanti ed indietro per la fascia mille volte senza mai accusare cali di concentrazione. Dopo tanta fatica ci si può aspettare anche qualche cross sballato ma il suo contributo è sostanzioso. 

Eramo 7,5: Se oggi al Brianteo ci fosse stato un osservatore della Sampdoria lo avrebbe riportato a Genova immediatamente. Quando gioca così è un piacere vederlo. Forma una diga davanti alla difesa, rincorre tutte le maglie bianche ovunque si trovino, calamita la palla sui suoi piedi, cerca due volte la rete con azioni personali e trova il gol del pareggio monzese con un tiro da lontano che Moreau ancora non ha visto. Giù il cappello! 

Iacopino 6,5: In quella posizione il capitano è troppo lontano dal cuore dell’area avversaria ma lui non fa una piega, si prende carico di ogni responsabilità  ed accompagna per mano la squadra suonando la carica dal primo all’ultimo minuto della gara. Da una sua iniziativa parte l’ azione del terzo gol di Samb.

Anghileri 6: Schierato a sorpresa dal primo minuto, nelle intenzioni di Cevoli deve dare una mano all’azione offensiva ed al tempo stesso arginare la velocità  di Zecchin. Parte intimidito ma con lo scorrere del tempo prende coraggio e rispetta le consegne del mister. 

Stefano 5: Dopo una discreta gara in quel di Crema, fa un passo indietro. In teoria la posizione di oggi dovrebbe essere la sua preferita ma non lo dimostra. Alterna buone giocate a marchiani errori finendo per essere poco efficace. Nel primo tempo non concretizza un sontuoso assist di Samb che lo mette davanti alla porta ma lui perde troppo tempo e si fa recuperare da Bernardini. 

Samb 7: Amadou è l’attaccante più pericoloso della squadra. Le sue incursioni danno sempre l’impressione di poter creare scompiglio ed infatti i difensori ospiti sembrano avere un occhio di riguardo per lui. Mette a segno una rete molto simile a quella realizzata contro la Cremonese. 

Russo 5: L’attaccante scuola Inter ancora una volta non incide. Finchè è in campo la difesa del Varese ha buon gioco e neutralizza comodamente la manovra biancorossa. Forse non è il modulo adatto alle sue caratteristiche, forse è ancora a corto di condizione. A sua difesa va detto che un ariete come lui avrebbe bisogno di cross dalle fasce infatti quando ne arriva uno giusto riesce ad impattare di testa, spedendo la palla di poco sopra la traversa. 

Campinoti s.v. 

Ravasi 6: Sbaglia il primo pallone toccato ma non si perde d’animo e torna a mostrare le belle cose che si erano intraviste in passato. 

Dimas 6,5: A Varese erano felici di sapere che il brasiliano sarebbe partito dalla panchina. Dicono che l’anno scorso contro di loro ha fatto vedere giocate sbalorditive. Sta entrando in condizione e quando entra prova la via del gol senza paura, subisce una caterva di falli e calcia alla brasileira la punizione dalla quale nasce il gol di Cudini. 

Cevoli 6: La vittoria nasce più dal cuore che dal gioco. Subito lo svantaggio non era facile scardinare la difesa ospite ed il mister sanmarinese decide di fare il camaleonte e cambiare più moduli a gara in corso. Con il Varese in dieci sceglie di rinforzare l’attacco ed azzecca i cambi. A tratti si è rivisto il bel gioco che avevamo ammirato fino a qualche domenica fa. Ora dovrà  mostrare tutte le sue qualità  ed approfittare di questa vittoria scacciacrisi.

Giudizio sul gioco: ***

Arbitro Donati 6: Un po’ incoerente nella gestione dei cartellini ma tutto sommato conduce la gara con piglio e personalità . 

Varese: Moreau 6,5; Pisano 6,5; Armenise 7; Bernardini 5,5; Buzzegoli 5,5; Camisa 6; Dos Santos 6; Osuji 5; Ebagua 5,5; Zecchin 6,5; Del Sante 5,5; Gentili 5,5; Gambadori s.v.; Momentè s.v. All. Sannino 5

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=calciomercato
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO