domenica, Maggio 29, 2022
HomeAC Monza#ExMonza- Il racconto di una promessa mancata passata anche da Monza

#ExMonza- Il racconto di una promessa mancata passata anche da Monza

Muove i primi passi nel settore giovanile nerazzurro dell’Inter Fabio Cinetti, centrocampista centrale milanese classe 1973 dai piedi buoni; fa parte della nidiata dei vari Marco Delvecchio, Dario Passoni, Stefano Bettarini, Paolo Orlandoni tra gli altri. L’Internazionale però decide di farne a meno e lui si fa le ossa nella vicina Brianza (stagione 92/93) nel Monza di Serie B, targato Trainini; ma per il talentuoso Fabio non è facile mettersi in mostra nella sua zona di campo, dovendo "sgomitare" con un altro giovane di belle speranze come Massimo Brambilla e giocatori più navigati come Saini, Cotroneo e Romano. Per questo motivo va a rimpolpare l’organico Primavera biancorosso che schierava tra gli altri Castellazzi, Bega, Francesco Rossi e nel Torneo Dossena a Crema di quell’anno sfida anche i pari età della "sua" Inter; a fine stagione si deve accontentare di un solo gettone in B, e i brianzoli decidono di mandarlo in prestito in C2 alla Vastese dove riesce a trovare continuità. L’anno successivo ritorna biancorosso, questa volta in C1, e colleziona 25 apparizioni nel Monza di Boldini che sfiora la B; nella stagione successiva (95/96) arriva la grossa chance all’Inter,con Moratti neo presidente, che decide di ricomprarlo per un miliardo delle vecchie lire. Il 15 ottobre 1995 Luis Suarez lo fa debuttare al minuto 63′, in sostituzione a Manicone, a Bergamo contro l’Atalanta ma nel prosieguo del campionato intascherà solo altre quattro apparizioni più una in Coppa Italia; per lui successivamente prestiti in cadetteria al Torino e al Chievo, il sogno di ritornare in nerazzurro svanisce presto mentre inizia una parabola discendente che lo porta a girovagare in C a Livorno, Como e Lecco senza grossi acuti. Nel 2000 arriva la vetrina transalpina per un possibile rilancio nel calcio che conta; il Nizza, all’epoca in Ligue 2, lo ingaggia e il milanese nella prima stagione si ritaglia notevole spazio, ma l’anno dopo alle soddisfazioni di squadra (salto in Ligue 1) non combaciano quelle personali (solo 5 presenze). Nel 2002/03 non mette mai piede in massima serie francese e nel gennaio 2004, dopo qualche mese da svincolato, firma col Seregno in D prima di tornare a Lecco e di militare ad Oggiono, nell’Olginatese e Caravaggese, dove chiude in C2. Nel giugno 2013 assume la carica di collaboratore tecnico del Lugano,seconda divisione svizzera, coadiuvando Salvioni, ma dopo le dimissioni di quest’ultimo lascerà anche lui la società elvetica.

Sandro Coppola

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=calciomercato
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Sandro Coppola
Sandro Coppola. Collaboro dal maggio 2014 per la testata Monza-News.it, arrivando a produrre più di 5000 articoli nel complesso. Sono attivo inoltre, a partire da fine 2018, per Football Wikiscout, una pagina calcistica presente su Facebook, Twitter ed Instagram di analisi, statistiche ed approfondimenti sul mondo del calcio. Alcuni dei miei pezzi vengono poi utilizzati dal sito Football Scouting.it. Dal 2012 mi diletto inoltre come dirigente o collaboratore esterno per società calcistiche dilettantistiche del lecchese e monzese. Seguo il Monza da 25 anni ma amo il mondo pallonaro in generale dall'infanzia e sono affascinato dalla cultura calcistica olandese. Appassionato anche di tennis, hockey roller e volley, sci alpino, non disdegnando il basket europeo e Nba.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO