mercoledì, Giugno 23, 2021
Home AC Monza #ExMonza, numeri di un bomber alla ricerca della consacrazione definitiva!

#ExMonza, numeri di un bomber alla ricerca della consacrazione definitiva!

Quest’anno milita al Foggia in Lega Pro nel girone C e fino ad ora ha raccolto 11 presenze partendo una sola volta da titolare, senza però mai andare in gol. Non fa però mancare il suo contributo alla squadra pugliese perchè in Coppa Italia Lega Pro la sua media presenze reti ricorda un po’ quella di Cristiano Ronaldo e Messi: Con 5 goal in 2 sole apparizioni da titolare, infatti è il miglior marcatore della competizione e se il suo Foggia continua a giocare così, può vincere sia la Coppa sia il campionato. E’ la storia di Alessio Viola, il fratello di Nicolas che gioca nel Novara, che ha vestito la casacca biancorossa da febbraio a giugno 2010.

A MONZA: Arrivato nel mercato di gennaio, Alessio ha appena 19 anni ed è la prima volta che gioca a più di mille km da casa sua, ma questo non gli impedisce di fare delle ottime prestazioni con la casacca biancorossa, diventando subito titolare inamovibile dell’undici di Roberto Cevoli e raccogliendo 4 goal (i primi tra i professionisti) contro Figline (doppietta), Viareggio e Cremonese. Il Monza, soprattutto grazie a lui, chiude nono in classifica in Prima Divisione.

A fine anno fa ritorno a Reggio Calabria.

IN SERIE B: Dopo Monza, la Reggina lo manda ancora in Lega Pro, questa volta a Benevento e Alessio non la prende affatto bene, tanto che, dopo aver litigato con l’allenatore che lo manda in campo in sole 3 occasioni, fa ritorno in riva allo Stretto alla corte di Gianluca Atzori. E la scelta gli darà ragione, perchè con Bonazzoli formerà un tandem vincente che porterà la squadra amaranto a giocarsi i play off contro il Novara. In questa seconda parte Viola troverà i suoi primi 4 goal in Serie B. L’anno dopo, la Reggina decide di puntare sui giovani (tra cui l’ex Matteo D’Alessandro allora 21enne), Alessio rinnova il contratto e dopo essere partito con la B Italia (raccogliendo in 5 presenze 4 goal), troverà altre 4 reti in 18 gettoni con la formazione guidata prima da Gregucci (che ha creduto molto in lui) e poi con Breda, un goal più bello dell’altro che però non bastano a portare la squadra di nuovo ai play off. Stagione 2012/2013, ci sono molti cambiamenti ma il Bomber vuole rimanere a Reggio a tutti i costi, rifiutando la corte dello Swindon e della Virtus Entella. L’allenatore Dionigi, purtroppo, ha a disposizione Ceravolo, Comi, Fischnaller, Sarno e Campagnacci oltre ad Ale, facendosi "incantare" particolarmente da Comi e Fischnaller, lasciando spesso Alessio in panchina e mandandolo in campo appena 5 volte. In quelle 5 volte però, il tecnico Emiliano non si accorge dei goal che Alessio va a segno contro Padova e Ternana, e la sua "dormita", oltre a costargli l’esonero a febbraio, costringe Viola ad accettare la corte del Carpi a gennaio, scendendo per la terza volta di categoria.

IN LEGA PRO, DUE PROMOZIONI E RITORNO IN QUEL DI REGGIO… Nel 2013 va a Carpi e dopo un infortunio, contribuisce alla promozione in serie B della squadra Emiliana. Oggi la squadra allenata da Castori milita in Serie A, ma fino adesso l’ultimo goal su calcio di punizione degli Emiliani risale al 4 aprile 2013 e ha come marcatore proprio l’attaccante di Oppido Mamertina. A fine anno non viene però riscattato e la Reggina, proprietaria del cartellino, lo manda prima all’Albinoleffe (dove metterà a segno 2 goal in Campionato e 1 in Coppa Italia Lega Pro proprio contro il Monza) e poi al Frosinone. In Ciociaria, prima segna il goal del pareggio contro la Salernitana e poi chiude i conti contro il Lecce durante il ritorno della finale Play Off, venendo promosso in Serie B per il secondo anno consecutivo. La Reggina, appena retrocessa, si accorge finalmente di avere un talismano e decide cosi di fargli continuare con loro l’avventura in Lega Pro unica. La Reggina quell’anno si salverà per miracolo sul campo, cambiando ben 3 allenatori: Cozza, Alberti e Tedesco. Con Cozza non trova continuità, perchè l’allenatore di Cariati glipreferisce Louzada, Alberti invece si accorge troppo tardi di lui, mentre Tedesco ha capito bene che se vuole salvarsi non può permettersi di tenere Viola in panchina, quindi lo lancia dall’inizio, raccogliendo vittorie importanti contro Catanzaro e Martina Franca e le due vittorie contro il Messina ai play out. A fine anno, saranno 8 i goal fatti da Alessio e insieme a Roberto Insigne sarà il miglior marcatore degli amaranto. Con la mancata iscrizione in Lega Pro della sua squadra, Alessio trova l’accordo col Foggia, squadra che oggi lotta per andare in B.

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Antonio Scirtò
Antonio Scirtò
Antonio Scirtò nasce a Milano il 5 gennaio 1995. Da sempre appassionato di calcio, segue il Monza dal 2012 e collabora con Monza News dall'aprile 2015. Nel 2018 ha aperto un canale su youtube in cui commenta le partite del Monza e non solo

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO