martedì, Giugno 28, 2022
HomeAC MonzaFranchini: "Condannati a vincere ma senza paura. Un piacere giocare davanti ad...

Franchini: “Condannati a vincere ma senza paura. Un piacere giocare davanti ad un pubblico così caldo”

Vi proponiamo le dichiarazioni del difensore biancorosso Luca Franchini, al termine della finale di andata dei play-off.

– Luca, quest’anno hai giocato poco ma hai avuto l’occasione di scendere in campo in queste gare più importanti. Sei apparso nettamente in crescita.

"Oggi abbiamo fatto una buona partita dietro, soprattutto nello stare alti. Sapevamo che loro sono bravi nel gioco aereo, quindi più lontani dall’area stavano meglio era. Quello che ci permette di stare tanto alti è l’atteggiamento di chi aggredisce il pallone, cioè centrocampisti ed attaccanti. Come sempre i meriti di un reparto vanno condivisi con quelli dell’altro".

– Lo 0-0 è vissuto come una delusione?

"Noi veniamo fuori da questa partita con molta consapevolezza, quella che abbiamo costruito da settembre ad oggi. Siamo tranquilli e consapevoli del nostro valore. Quella di essere condannati a vincere è una costante, abbiamo sempre dovuto inseguire in classifica per via della penalizzazione e non ci spaventa. Siamo anche consapevoli che statisticamente in trasferta abbiamo vinto molto e ci è ugualmente facile vincere in trasferta così come in casa. Dopo la vittoria di Bassano non abbiamo esultato negli spogliatoi, ma l’abbiamo subito messa da parte per pensare al Venezia. Il nostro obiettivo è la partita di domenica prossima".

– Giocare a Portogruaro invece che a Venezia può essere un vantaggio?

"Sì, non giocare in casa loro può esserlo. Ma quando si scende in campo pensi poco all’ambiente. Però se lo si analizza oggettivamente è un fattore positivo".

– Oggi il Venezia è stato un osso duro, dimostrandosi non così perforabile. Vi aspettate una gara diversa in trasferta?

"Sicuramente quando due squadre arrivano in finale sono organizzate e compatte. Dovremo essere bravi a capitalizzare le poche occasioni che avremo. Sicuramente se il Venezia è arrivato fin qui ha i suoi meriti e lo ha dimostrato, ma noi non siamo da meno".

– Che emozioni hai provato quando sei entrato in un "Brianteo" così bello e colorato di biancorosso?

"Io ho avuto la possibilità di giocare la prima di campionato con la Giacomense e l’atmosfera è decisamente diversa (ride, ndr). Questo è un merito che va dato a questa squadra: ha saputo cambiare il vento. Un pubblico così caldo si fa sentire ed è un piacere giocare questo tipo di partite. Io preferisco giocare così. Mi diverto molto di più".

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO