lunedì, Agosto 8, 2022
HomeAC MonzaIl punto di Paolo Corbetta - Il Monza vede la finale con...

Il punto di Paolo Corbetta – Il Monza vede la finale con la saggezza di Stroppa, da altre parti invece…

- Advertisement -

“C’è ancora il secondo tempo da giocare, siamo solo all’intervallo”. Le parole di Giovanni Stroppa pochi minuti dopo la fine della gara di Brescia sono un concentrato di realismo e saggezza. Qualità che non sono sempre doti di chi rilascia commenti a botta calda.

Come ad esempio le dichiarazioni del vulcanico presidente del Brescia Cellino riguardo ad un arbitraggio a suo giudizio non all’altezza. Mah…Il fallo su Mota che ha causato il rigore era netto, il gol del pareggio del Monza regolarissimo, gli infortuni di Sabelli e Huard (auguri ad entrambi) assolutamente fortuiti e non certo dovuti ad una cattiveria punibile con qualche sanzione. Oppure, per portare un altro esempio di affermazioni stravaganti, basta soffermarsi sugli eccessi umorali degli stessi tifosi biancorossi. Ho ricevuto messaggi del tipo “Grande prestazione, ora non ci ferma più nessuno”, il che contrasta con chi scrive “Ci è andata bene, nei primi 25’ ci hanno massacrato per colpa di un Monza comunque fortunato, lento e impacciato. Così non andiamo lontano”.

Ogni opinione è legittima, ma a volte non proprio condivisibile. Ecco perché apprezzo l’equilibrio di mister Stroppa, che vuol tenere i piedi ben saldi a terra perché consapevole che la sua squadra è spesso vittima di questi stessi eccessi umorali. Il Monza affrontava a Brescia una gara molto difficile: per via del possibile contraccolpo mentale della partita di Perugia, per la qualità dell’avversario e per le numerose indisponibilità tra i brianzoli. Metà primo tempo di grande difficoltà, poi subentrava…Eupalla, la dea che secondo Gianni Brera governa le sorti del mondo pallonaro. I due infortuni ai difensori bresciani, oltre a creare problemi all’assetto dei padroni di casa, consentivano al Monza di riprendere il fiato e di riordinare le idee. Dopo i quasi 130’ giocati col Perugia qualche giorno prima, il ritmo di Palacio e compagni andava calando ed il Monza si rimetteva in carreggiata senza troppa fatica. Grazie, tra gli altri, ai gol di uno spettacolare Gytkjaer, generoso come sempre e stavolta anche implacabile sotto rete. E grazie ad un devastante Carlos Augusto, finalmente libero di dare il suo contributo nella parte di campo che più gli è congeniale. Stroppa deve tener conto di questa arma in più, tenuta nel cassetto per buona parte della stagione.

Pochi giorni e sarà già gara di ritorno. Chi ben comincia è a metà dell’opera. Teniamolo presente, consapevoli che la finale playoff è ancora da conquistare. 

Paolo Corbetta

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News